Linspire parla italiano

Lindows e il distributore locale Questar hanno presentato la prima versione italiana di Linspire, sistema operativo desktop che corteggia, ora più che mai, gli utenti consumer nostrani

Roma - Fra azioni legali e cambi di nome, l'ormai celebre sistema operativo desktop di Lindows, Linspire, è per la prima volta disponibile in una versione localizzata in italiano.

Frutto dell'accordo fra Lindows e il distributore nazionale Questar, la versione italiana del pacchetto comprende la release 4.5 di Linspire, la distribuzione avviabile da CD LinspireLive!, la collezione di software e servizi Linspire Plus e un anno di abbonamento a CNR Warehouse, un archivio di software che possono essere installati su Linspire direttamente da Internet.

Questar distribuisce i prodotti di Lindows in Italia dal settembre dello scorso anno, ma fino ad oggi gli utenti potevano acquistare dal sito della società solo le versioni in lingua inglese. La localizzazione in italiano è particolarmente importante per un software, come Linspire, che si rivolge in modo particolare agli utenti desktop e a quelli consumer.
"Abbiamo deciso di realizzare la versione italiana di Linspire perché crediamo nel valore di questo sistema operativo e desideriamo mettere a disposizione degli utenti italiani le potenzialità del Desktop Linux", ha affermato Michael Robertson, CEO di Lindows "L'accordo con Questar ci permetterà di rafforzare la presenza dei nostri prodotti non solo in Italia, ma anche in Europa".

"Siamo convinti che Linspire sia la scelta ottimale per gli utilizzatori italiani di PC", ha affermato David Orban, CEO di Questar. "Linspire è un sistema operativo alternativo, conveniente, innovativo e affidabile, una soluzione su cui poter contare per tutte le esigenze quotidiane di produttività personale".

La localizzazione italiana di Linspire costa lo stesso prezzo della versione inglese, 69,90 euro, e può essere acquistata insieme a licenze multivolume (anche education e OEM) per il supporto fino a 499 postazioni.

Questar ha anche iniziato a distribuire a livello europeo un sistema desktop di Dell, il mini-tower Optiplex 170L, con preinstallata la versione inglese o italiana di Linspire. È questa la prima volta che Dell introduce in Europa un computer desktop Linux-based. Per 469 euro l'Optiplex 170L include una CPU Celeron a 2,4 GHz, 256 MB di memoria DDR333 SDRAM, chipset grafico integrato di Intel, un hard disk da 40 GB, un lettore CD 48x e una scheda di rete Fast Ethernet.

Update: Dell ha precisato che fra lei e Questar non esiste alcuna partnership. L'installazione di Linspire sulle sue macchine viene fatta da Questar e Dell non fornisce nessun tipo di supporto su questo software. Dell ha poi aggiunto che il proprio partner esclusivo per Linux è Red Hat, una distribuzione che viene preinstallata da Dell su diversi modelli di server e workstation, anche in Europa.
20 Commenti alla Notizia Linspire parla italiano
Ordina
  • La vera novità è che c'è uno sconto sul prezzo. Quindi si può acquistare un PC senza pagare la tassa M$.

    Una volta portato a casa il PC, il sistema operativo preinstallato credo che sia l'ultimo dei problemiA bocca aperta

    Buon Buy&Format a tutti!
    non+autenticato
  • Per essere bello, è bello. Però l'ho testato su 4 pc diversi e su nessuno c'è stato verso di farlo funzionare correttamenteSorpresa non riconosce correttamente la scheda video, sull'altro la scheda video è ok ma si ostina a funzionare solo a 640x480, su un altro ancora non si installa proprio e sull'ultimo si impalla che è un piacere...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Per essere bello, è bello.
    > Però l'ho testato su 4 pc diversi e
    > su nessuno c'è stato verso di farlo
    > funzionare correttamenteSorpresa non riconosce
    > correttamente la scheda video, sull'altro la
    > scheda video è ok ma si ostina a
    > funzionare solo a 640x480, su un altro
    > ancora non si installa proprio e sull'ultimo
    > si impalla che è un piacere...
    >

    io di pc ne uno solo quindi non ho quasta ampia casistica..cmq non funzionando sull'unico pc che ho credo che l'uso migliore sia come sottobicchiere...
    solo che io non ho bicchieri di marca e in cristallo, speriamo almeno sia utile a quello e non si rifiuti snobbando i mie bicchieriSorride:):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):)
    non+autenticato
  • e posso solo dirmi soddisfatto; si è trattato di un evento in grande stile immersi nel luso di uno dei migliori alberghi di Milano.
    Erano presenti anche alcuni assemblatori che offrivano linee di computer, anche portatili, disponibili con Linspire.
    Uno di questi offriva addirittura una gamma completa di laptop, dai processori C3 di Via ai Pentium M di Intel, tutti con il sistema operativo Linspire.
    Non sono riuscito ancora a farmi una idea sul sistema operativo, che ho preso e ho verificato essere basato su Debian; l'unica cosa che ho potuto notare, sul mio portatile, che in condizione di risparmio energetico il processore funziona ad un clock inferiore alla specifiche minime, dunque il sistema operativo ne risente.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > e posso solo dirmi soddisfatto;
    benissimo vuol dire che la "ciccia " c'e'

    > Erano presenti anche alcuni assemblatori che
    > offrivano linee di computer, anche
    > portatili, disponibili con Linspire.

    mm diffida dei cartaginesi anche quando portano doni...
    parliamoci chiaramene sappiamo tutti che un "uomo" marketing e' capace di vendere un preservativo con la punta tagliata via giurando su quanto di sacro esiste che funziona 3 volte meglio di quelli standard....


    > Uno di questi offriva addirittura una gamma
    > completa di laptop, dai processori C3 di Via
    > ai Pentium M di Intel, tutti con il sistema
    > operativo Linspire.
    > Non sono riuscito ancora a farmi una idea
    > sul sistema operativo, che ho preso e ho
    > verificato essere basato su Debian; l'unica
    > cosa che ho potuto notare, sul mio
    > portatile, che in condizione di risparmio
    > energetico il processore funziona ad un
    > clock inferiore alla specifiche minime,
    > dunque il sistema operativo ne risente.

    potrei aggiungere un bel chi se ne frega!!!

    Hai potuto aprire file di office o di autocad senza problemi e con compatibilita' completa?

    Hai valutato che la segretaria che ha a problemi a fare "sfoglia la rete" possa arrivare alla directory che usa una volta al mese senza chiamare i marines in aiuto?
    Se si per favore contattami in privato che ci vediamo e facciamo una lunga chiaccherata, e se la chiaccherata mi convince entro un anno mi sono tolto dai "maroni" tuttii client windows della ditta e pubblico in rete modi e configurazioni per fare altrettanto.
    Se no resta uno dei tanti progetti che "potrebbero avere" un futuro ma che oggi come oggi non posso mettere in produzione (parlo a titolo personale ma so che parecchie centinaia di persone sono nelle mie condizioni") ne per recuperare giga byte di roba pregressa ne per colloquiare col resto del mondo che usa il mondo microsoft come default.
    Cordialita'
  • Scusate una domanda che non vuole essere assolutamente polemica. Ma visto che comunque si basa su Debian e visto che sicuramente userà anche parti di codice sotto licenza GPL ecc ecc non dovrebbe essere disponibile anche una versione scaricabile online gratuitamente?

    grazie

    non+autenticato
  • > Scusate una domanda che non vuole essere
    > assolutamente polemica. Ma visto che
    > comunque si basa su Debian e visto che
    > sicuramente userà anche parti di
    > codice sotto licenza GPL ecc ecc non
    > dovrebbe essere disponibile anche una
    > versione scaricabile online gratuitamente?

    Risposta: No!
    La GPL obbliga il distributore a rendere disponibile il codice sorgente assieme al binario.
    Tuttavia come tutti i sistemi operativi in vendita, il codice proviene da sviluppatori diversi e potrebbe non esssere integralmente rilasciato con licenza GPL, dunque la disponibilità dei sorgenti sarà dovuta solo per tali parti.
    La licenza di Linux, per esempio, trattandosi del solo kernel, regola solo quest'ultimo e non l'intera distribuzione.
    Infine GPL non significa gratis, io infatti Lindows l'ho acquistato volentieri, sapendo che spesso GPL significa spendi diversamente, ho preferito la via più breve del tipo paga subito e non devastare il tuo tempo.
    Se vuoi una distribuzione gratuità puoi scaricare Debian, che però non include gli stessi programmi.
    non+autenticato
  • > Se vuoi una distribuzione gratuità
    > puoi scaricare Debian, che però non
    > include gli stessi programmi.

    No, ne include di piùSorride W i repository Debian. Fan Linux

  • - Scritto da: Anonimo
    > Scusate una domanda che non vuole essere
    > assolutamente polemica. Ma visto che
    > comunque si basa su Debian e visto che
    > sicuramente userà anche parti di
    > codice sotto licenza GPL ecc ecc non
    > dovrebbe essere disponibile anche una
    > versione scaricabile online gratuitamente?

    La licenza GPL copre solo il software rilasciato con licenza GPL Sorride

    Probabilmente (dico probabilmente perche' non conosco questa distro) ci sono parti che non sono libere, e quindi ti obbligano a comprare una licenza.

    Ciao.
  • Ecco Linspire.. non e' una distro linux classica, non e' certamente slackware e non sara' performante o stabile come quest'ultima ma e' pur sempre un pugno nell'occhio di Bill Gay.. quindi ben venga!!!

    Uno che e' contro i monopoli e gli sprechi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ecco Linspire.. non e' una distro linux
    > classica, non e' certamente slackware e non
    > sara' performante o stabile come
    > quest'ultima ma e' pur sempre un pugno
    > nell'occhio di Bill Gay.. quindi ben
    > venga!!!
    >
    > Uno che e' contro i monopoli e gli sprechi.

    Su pc professionale di luglio ne hanno parlato molto bene, sia a livello di traduzione in italiano che di distribuzione, facilità d'uso e contenuti. Per cui secondo loro è all'altezza di tutte le altre distro
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ecco Linspire.. non e' una distro linux
    > classica, non e' certamente slackware e non
    > sara' performante o stabile come
    > quest'ultima ma e' pur sempre un pugno
    > nell'occhio di Bill Gay.. quindi ben
    > venga!!!
    >
    > Uno che e' contro i monopoli e gli sprechi.

    ciò datto sotto....poi ho aperto gli occhi e ho buttato linspire de sotto!!

    mo va tutto mejo
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)