L'iPod mini sfida il solleone europeo

Il cucciolo di Apple si appresta a varcare i confini dell'Europa e degli altri mercati internazionali ad un prezzo che rifletterà anche la differente applicazione delle gabelle antipirateria

Roma - Lanciato negli USA all'inizio dell'anno, l'iPod mini si accinge a raggiungere anche il mercato europeo, incluso quello italiano. Come si ricorderà, lo scorso marzo Apple rinviò il debutto internazionale del proprio playerino, inizialmente previsto per aprile, a causa dell'insufficiente fornitura di hard disk da 1 pollice da parte di Hitachi.

Il lancio europeo dell'iPod mini è stato fissato per il 24 luglio ad un prezzo che qui in Italia, con l'IVA e la tassa per il copyright (di quasi 8 euro), sarà di 279 euro: sebbene inferiore a quanto annunciato inizialmente, alcune fonti fanno notare come questo sia uno dei prezzi più cari d'Europa. Per confronto, i modelli tradizionali di iPod hanno un prezzo compreso fra i 349 euro della versione da 15 GB ai 549 euro della versione da 40 GB.

"iPod mini è stato un successo fenomenale negli Stati Uniti, e siamo lieti di essere finalmente in grado di offrirlo agli appassionati di musica in tutto il mondo", ha affermato Steve Jobs, CEO di Apple. "iPod ha cambiato il modo in cui le persone ascoltano la musica ed è ora il primo player di musica digitale al mondo".
L'iPod mini ha un peso è di circa 108 grammi e dispone di un hard disk da 4 GB in grado di contenere fino a 1.000 canzoni con qualità molto vicina a quella del CD. Il suo case, in alluminio anodizzato, è disponibile in cinque colori differenti: argento, oro, rosa, azzurro e verde.
TAG: apple
182 Commenti alla Notizia L'iPod mini sfida il solleone europeo
Ordina
  • Mi sono deciso a comprare un lettore mp3 (con HD) da poco, ma sono indeciso su 4 articoli..(rio karma, creative da 30 Gb, philips hdd120, e iPod da 20 Gb).
    Potete aiutarmi nella scelta?
    Ho letto poi i vostri commenti e sono molto interessato all' iTunes MS, l'iPod è l'unico che può leggere i file AAC? E se converto i file AAC in mp3 perdono di qualità?
    Scusate la mia ignoranaza abissale ma fino ad ora ho preso musica solo in CD ma la storia del lettore con HD mi alletta troppo....GRAZIE
    non+autenticato
  • Oggi sono stati presentati i nuovi iPod...

    ( http://www.apple.com/ipod/ )

    fino a 12 ore di autonomia (praticamente il doppio dell'attuale!!!)
    ....scesi di prezzo di 100 euro!!!

    più tutte le altre caratteristiche...
    non+autenticato
  • Perché nessuno fa mai il confronto dei prezzi con i CD singoli, che costano minimo 5 volte tanto il singolo brano dell'iTMS?
    ...e non venite a dire che sul CD singolo c'è "materiale extra"... tutto riempitivo per giustificare la vendita di un bene altrimenti invendibile...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Perché nessuno fa mai il confronto
    > dei prezzi con i CD singoli, che costano
    > minimo 5 volte tanto il singolo brano
    > dell'iTMS?

    Perché su PI ci sono solo grassi e ricchi commendatori che comprano solo album interi, anche se nove brani non gli piacciono.
    Questi che comprano SOLO album interi sono sistemisti IT che guadagnano milioni di Euro l'anno, non hanno mai avuto un virus o un worm nei loro computer, usano enterprise server Sun Solaris anche per giocare, vanno in metropolitana con la cuffia connessa a un ampli Metaxas alimentato da gruppo elettrogeno portatile Honda con giradischi Nakamichi su cui leggono solo vinili stampati direttamente dalle lacche originali, non cliccherebbero mai su un'icona ma digitano in linea di comando anche gli spostamenti orizzontali in una partita a Doom, a casa hanno laptop con display UXGA 18" widescreen con il quadruplo Penzzzium6@8.8GHz pagati 399 Euro che possono restare accesi a batteria anche 6 giorni e riducono un DV Pal in DVD in appena 15 secondi, blaterano di Debian e Slackware su un forum mentre su un altro li scopri chiedere consigli sugli spyware di Kazaa e M$Office,......hanno lo stesso telefonino da 12 anni....la cui batteria dura però ancora 260 ore......


    Tutti furbi che cambiano scheda video due volte l'anno e facendolo si accorgono che va in conflitto con la vecchia scheda audio allora cambiano anche quella, ma la nuova pci-x non entra nei vecchi slot della MoBo allora decidono di cambiare pure quella e a quel punto la ram non va più bene e..............del vecchio PC gli rimane solo il case, perché anche l'alimentatore non è più sufficiente con le 15 ventole per il Penzzzium6@8.8GHz che stanno ancora tentando di downclockare perché il paparino si è lamentato della bolletta ENEL da industria metallurgica.
    La chiamano "Libertà di aggiornamento", io che ho lo stesso powerbook da quasi quattro anni non dormo la notte perché non posso fare come loro.........Occhiolino






    > ...e non venite a dire che sul CD singolo
    > c'è "materiale extra"... tutto
    > riempitivo per giustificare la vendita di un
    > bene altrimenti invendibile...
    >


    Sssssh, se ti sentono i "furbi" va a finire che ti danno dello "schiavo di Stivgiòbs"......salvo poi riempire i forum di osanna il giorno che Bilghèiz arriva nello stesso mercato.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Perché nessuno fa mai il
    > confronto
    > > dei prezzi con i CD singoli, che costano
    > > minimo 5 volte tanto il singolo brano
    > > dell'iTMS?
    >
    > Perché su PI ci sono solo grassi e
    > ricchi commendatori che comprano solo album
    > interi, anche se nove brani non gli
    > piacciono.
    > Questi che comprano SOLO album interi sono
    > sistemisti IT che guadagnano milioni di Euro
    > l'anno, non hanno mai avuto un virus o un
    > worm nei loro computer, usano enterprise
    > server Sun Solaris anche per giocare, vanno
    > in metropolitana con la cuffia connessa a un
    > ampli Metaxas alimentato da gruppo
    > elettrogeno portatile Honda con giradischi
    > Nakamichi su cui leggono solo vinili
    > stampati direttamente dalle lacche
    > originali, non cliccherebbero mai su
    > un'icona ma digitano in linea di comando
    > anche gli spostamenti orizzontali in una
    > partita a Doom, a casa hanno laptop con
    > display UXGA 18" widescreen con il quadruplo
    > Penzzzium6@8.8GHz pagati 399 Euro che
    > possono restare accesi a batteria anche 6
    > giorni e riducono un DV Pal in DVD in appena
    > 15 secondi, blaterano di Debian e Slackware
    > su un forum mentre su un altro li scopri
    > chiedere consigli sugli spyware di Kazaa e
    > M$Office,......hanno lo stesso telefonino da
    > 12 anni....la cui batteria dura però
    > ancora 260 ore......
    >
    >
    > Tutti furbi che cambiano scheda video due
    > volte l'anno e facendolo si accorgono che va
    > in conflitto con la vecchia scheda audio
    > allora cambiano anche quella, ma la nuova
    > pci-x non entra nei vecchi slot della MoBo
    > allora decidono di cambiare pure quella e a
    > quel punto la ram non va più bene
    > e..............del vecchio PC gli rimane
    > solo il case, perché anche
    > l'alimentatore non è più
    > sufficiente con le 15 ventole per il
    > Penzzzium6@8.8GHz che stanno ancora tentando
    > di downclockare perché il paparino si
    > è lamentato della bolletta ENEL da
    > industria metallurgica.
    > La chiamano "Libertà di
    > aggiornamento", io che ho lo stesso
    > powerbook da quasi quattro anni non dormo la
    > notte perché non posso fare come
    > loro.........Occhiolino
    >
    >
    >
    >
    >
    >
    > > ...e non venite a dire che sul CD
    > singolo
    > > c'è "materiale extra"... tutto
    > > riempitivo per giustificare la vendita
    > di un
    > > bene altrimenti invendibile...
    > >
    >
    >
    > Sssssh, se ti sentono i "furbi" va a finire
    > che ti danno dello "schiavo di
    > Stivgiòbs"......salvo poi riempire i
    > forum di osanna il giorno che
    > Bilghèiz arriva nello stesso mercato.
    >
    APPLAUSI (pronunciato come la fantastica canzone)

    Standin' Ovation (alla Vasco Rossi)

    :D

    ciao

    igor
    ps: volevo stare in tema con il thread
  • pare ovvio che non potrà mai funzionare la vendita di musica online (e per online intendo vendita di tracce mp3 o altro) perché il costo è spropositato...

    facciamoci due conti... solo 2 proprio...

    supponiamo che io voglia un cd... diciamo uno che va per la maggiore in USA, diciamo Feels Like Home di Norah Jones...

    ora, supponiamo che io sia americano (lo sono in parte stato fino a 3 mesi fa, quindi parlo con un po' di senno) e usi il computer e navighi regolarmente (condizione obbligatoria per accedere al servizio ITMS, ma non per accedere alla musica in generale)

    ora passeggiando vado alla Virgin e vedo il cd, e mi viene 16.99, mmmh carino, quasi quasi... decido però di confrontarlo con gli altri prezzi

    sento parlare ovunque di questo ITMS e vado online a vedere che roba è....

    ecco qui c'è il cd... wow, SOLO 0.99 cent a traccia!!!!!

    faccio due conti e sono 13 tracce quindi diciamo 13 dollari... mmh

    scopro però che c'è un offerta che fa si che l'intero cd costi 9.99$ meno male... un po' di risparmio...

    ora però in cambio ho degli AAC, dicono di buona qualità. chissà cosa ne penserà il mio NAD 3020 della loro qualità. (per esperienza dice molto male della loro qualità) inoltre manca il cd e quindi dovrei masterizzarmelo io, con il problemino che oltre al costo del cd, il mio lettore cd non li gradisce affatto (povero con quello che è costato vuole solamente dischi originali stampati, i masterizzati li sputa fuori o li legge saltando)

    tengo da conto, ma guardo altro.

    apro amazon e il disco è in vendita a 13.49$, buono... anzi per chi come me è iscritto al club 9.99$ e me lo mandano a casa con cd, libretto (Con le foto di norah jones che solo 5 o 6 sacchi le valgono)

    già che ci sono compro altri 4 o 5 cd che mi interessano, non pago manco la spedizione e tempo 2 giorni li ho in buca delle lettere.


    fosse costato un paio di dollari forse ne valeva la pena ma 10 per dei file di scarsa qualità sono un furto
    non+autenticato
  • i costi sono alti perché il mercato è in assestamento.

    quando arriveremo a pagare 0.50cents per un file compresso in formato loseless o quasi-loseless, ripenseremo a quest'epoca esattamene come il mio babbo ripensa a quando lui aveva 10anni e la sua famiglia comprò il primo televisore di tutto il paese.


  • > pare ovvio che non potrà mai
    > funzionare la vendita di musica online (e
    > per online intendo vendita di tracce mp3 o
    > altro) perché il costo è
    > spropositato...

    Il problema è che il dato di fatto è che STA funzionando. Almeno quello della Apple. E per un semplice motivo: l'acquisto è SEMPLICE, e DIVERTENTE. E il DRM Apple è molto flessibile, visto che non mi sembra così limitante il poter usare la canzone scaricata su 5 PC e su quanti iPod vuoi, e poter masterizzare la *stessa* playlist fino a 7 volte, senza contare la possibilità comunque di fare CD audio, che quindi sono sprotetti, ovviamente.



    > ora, supponiamo che io sia americano (lo
    > sono in parte stato fino a 3 mesi fa, quindi
    > parlo con un po' di senno)

    peccato che PROPRIO negli USA ITMS ha avuto un enorme successo. Proprio nel paese dove, secondo il tuo ragionamento, conviene di più comprare CD "fisici", viste le spesse basse/nulle di Amazon ( cosa non possibile da noi )

    come lo spieghi ?

    Evidentemente, non conta SOLO il discorso soldi. Conta anche la comodità di non uscire di casa, e il buon funzionamento di ITMS.

    E comunque, stai dando per scontato che *chiunque* sia *sempre* interessato a TUTTE le tracce del CD. Se un CD è VERAMENTE meritevole, nel senso che il 100% delle tracce vale il suo costo, allora direi che si, va comprato su CD.

    Ma *quanti* CD così escono ogni anno ? La stragrande maggioranza contengono 1-2 canzoni decenti, 3 quando va bene. Ben venga, quindi, la possibilità di comprare i singoli pezzi a 0.99c

    non+autenticato
  • (A)
    Ma quant'è bella la canzone di quel gruppo... quasi quasi mi compro l'album...
    ...
    ...
    ...
    come al solito: due canzoni belle e tutto il resto una ciofeca... 18Euro buttati nel cesso
    Se avessi comprato solo quei 2 brani sull'iTMS avrei speso solo 2 Euro.

    (B)
    Mi piacerebbe una compilation con A, B, C, D, E, F, G, H. Vediamo se la vendono...
    Dunque, qui ce n'è una con A, B, H.
    Questa ha solo C, F.
    D e G non ci sono su nessuna compilation, dovrei comprarmi due album...
    In totale se voglio la mia compilation devo spendere 60 Euro, e non sono neanche sicuro di poterla fare, perché l'album con G ha la protezione antipirateria che non mi permette di scaricare le tracce su computer.
    Però grazie all'iTMS posso farmela senza problemi spendendo solo 8 Euro.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > (A)
    > Ma quant'è bella la canzone di quel
    > gruppo... quasi quasi mi compro l'album...
    > ...
    > ...
    > ...
    > come al solito: due canzoni belle e tutto il
    > resto una ciofeca... 18Euro buttati nel
    > cesso
    > Se avessi comprato solo quei 2 brani
    > sull'iTMS avrei speso solo 2 Euro.
    >
    > (B)
    > Mi piacerebbe una compilation con A, B, C,
    > D, E, F, G, H. Vediamo se la vendono...
    > Dunque, qui ce n'è una con A, B, H.
    > Questa ha solo C, F.
    > D e G non ci sono su nessuna compilation,
    > dovrei comprarmi due album...
    > In totale se voglio la mia compilation devo
    > spendere 60 Euro, e non sono neanche sicuro
    > di poterla fare, perché l'album con G
    > ha la protezione antipirateria che non mi
    > permette di scaricare le tracce su computer.
    > Però grazie all'iTMS posso farmela
    > senza problemi spendendo solo 8 Euro

    secondo il tuo ragionamento però i cantanti non faranno più album ma solo singoli....
    io sinceramente spero proprio di no... perché se no la musica finirà ancora peggio di ciò che è oggi, una marea di singoli ultracommerciali che attendono di essere comprati. mentre l'album permette all'artista di fare anche discorsi di ricerca musicale non sempre ammiccanti al suo pubblico
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > secondo il tuo ragionamento però i
    > cantanti non faranno più album ma
    > solo singoli....

    No: secondo il mio ragionamento l'iTMS mi dà maggiore libertà di scelta. Che i cantanti facciano quello che gli pare, ma stiano tranquilli che se un album fa schifo non glielo pago tutto, gli compro solo ciò che merita.
    (quindi è un'incitazione a fare album con canzoni tutte belle)
    non+autenticato
  • Dimentichi un'altra cosa. Quando masterizzi su un cd, paghi di nuovo i diritti di autore (SIAE), che hai già pagato per acquistare il brano.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > pare ovvio che non potrà mai
    > funzionare la vendita di musica online (e
    > per online intendo vendita di tracce mp3 o
    > altro) perché il costo è
    > spropositato...
    >
    > facciamoci due conti... solo 2 proprio...

    [CUT]

    Un ragionamento lunghissimo fallato in partenza: in Italia vige la legge della minima fatica: "Tutti i sistemi fisici tendono alla minima energia". Orbene, avendo sottomano WinMX, eMule e KaZaa Lite, chi me lo fa fare di sganciare soldi per un QUALSIASI brano musicale? Anzi, personalmente preferisco perfino risparmiarmi la fatica di scaricarli e masterizzarli, tanto ci sono la radio o MTV, così risparmio pure i soldi del CD vergine e posso spenderli più proficuamente in gelati e pizze con la mia girl, che almeno ci riempiamo lo stomacoA bocca aperta

    Salutoni da GiGiO

    P.S. Buttando da parte l'ipocrisia, il 90% degli italiani, complice il caro Euro, ragionerà più o meno così, anzi, se come me non scaricano neanche più, forse si spiega almeno in parte il calo del 60% nelle vendite di supporti registrabili vergini.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > pare ovvio che non potrà mai
    > funzionare la vendita di musica online (e
    > per online intendo vendita di tracce mp3 o
    > altro) perché il costo è
    > spropositato...
    >
    > facciamoci due conti... solo 2 proprio...
    >
    > supponiamo che io voglia un cd... diciamo
    > uno che va per la maggiore in USA, diciamo
    > Feels Like Home di Norah Jones...
    >
    > ora, supponiamo che io sia americano (lo
    > sono in parte stato fino a 3 mesi fa, quindi
    > parlo con un po' di senno) e usi il computer
    > e navighi regolarmente (condizione
    > obbligatoria per accedere al servizio ITMS,
    > ma non per accedere alla musica in generale)
    >
    > ora passeggiando vado alla Virgin e vedo il
    > cd, e mi viene 16.99, mmmh carino, quasi
    > quasi... decido però di confrontarlo
    > con gli altri prezzi
    >
    > sento parlare ovunque di questo ITMS e vado
    > online a vedere che roba è....
    >
    > ecco qui c'è il cd... wow, SOLO 0.99
    > cent a traccia!!!!!
    >
    > faccio due conti e sono 13 tracce quindi
    > diciamo 13 dollari... mmh
    >
    > scopro però che c'è un offerta
    > che fa si che l'intero cd costi 9.99$ meno
    > male... un po' di risparmio...
    >
    > ora però in cambio ho degli AAC,
    > dicono di buona qualità.
    > chissà cosa ne penserà il mio
    > NAD 3020 della loro qualità. (per
    > esperienza dice molto male della loro
    > qualità) inoltre manca il cd e quindi
    > dovrei masterizzarmelo io, con il problemino
    > che oltre al costo del cd, il mio lettore cd
    > non li gradisce affatto (povero con quello
    > che è costato vuole solamente dischi
    > originali stampati, i masterizzati li sputa
    > fuori o li legge saltando)
    >
    > tengo da conto, ma guardo altro.
    >
    > apro amazon e il disco è in vendita a
    > 13.49$, buono... anzi per chi come me
    > è iscritto al club 9.99$ e me lo
    > mandano a casa con cd, libretto (Con le foto
    > di norah jones che solo 5 o 6 sacchi le
    > valgono)
    >
    > già che ci sono compro altri 4 o 5 cd
    > che mi interessano, non pago manco la
    > spedizione e tempo 2 giorni li ho in buca
    > delle lettere.
    >
    >
    > fosse costato un paio di dollari forse ne
    > valeva la pena ma 10 per dei file di scarsa
    > qualità sono un furto


    diciamo che anche in america i NAD non sono molto diffusi, anzi da semplici e comprensibili statistiche, l'80% degli americani ascolta la musica tramite apparecchi che non riescono a riprodurre la differenza tra un AAC e un CD originale.

    considera poi che un CD originale "potrebbe essere" di qualita' MOLTO superiore a un AAC, ma sovente non lo e'.
    Come dire che spesso, la musica piu' venduta e' proprio quella registrata peggio (parliamo dei Metallica?)

    bastasse, ma non basta.

    infatti tu puoi andare nel piu' grosso negozio di dischi di New York ma dubito che abbiano anche solo un decimo dei titoli dell'iTunes Music Store, puoi andare su Amazon, ne hanno un'infinita' ma la maggior parte non sono "available now" bensi' 4-8 days che spesso diventano two weeks che tradotto vuol dire ordini oggi ricevi quando ormai ti sei dimenticato che avevi fatto un ordine...

    la cosa piu' bella dell'ITMS, anzi le cose piu' belle visto che sono almeno due
    1) ascolti i primi 30 secondi di ogni pezzo gratis
    2) ordini il disco e in una manciata di minuti lo ascolti

    non tutti ascoltano una cosa banale come la Norah Jones, alcuni ascoltano anche "masque of the red death" di Diamanda Galas...
    altri magari vorrebbero sentire i Gem boy in California...


    aneddoto:
    fare la coda alle casse della (Fnac per esempio) il sabato pomeriggio e' una cosa che puo' convincere molte persone a mollare giu' i dischi scelti in due ore e uscire a mani vuote.
    Larry
    6770
  • sta cosa dell'itunes music store non sta nè in cielo nè in terra.
    a parte il fatto che i numeri che lui sfoggia sono tutti da dimostrare, visto che nessuno tranne lui può dimostrarne l'autenticità.

    cmq detto questo, facendo due conti, sulle tracce, vendute, numero di giorni, etc etc.

    si conclude che il negozio di jobs venda qualcosa come 15.000 cd al giorno, per carità sono tantissimi, ma la sola HMV di oxford street a londra ne vende 3/4.000 al giorno. insomma jobs è l'equivalente di una caccola per il mercato musicale, nonostante i grandi proclami.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo

    vuoi ridere ?
    vai a vedere i suoi concorrenti cosa vendono al giorno...
    allora buymusic è fallita, napster è una chiavica e gli altri ?
    fanno pena...

    70 % del download mondiale è di iTunes Music Store...le bricciole agli altri...

    cos'è che non ti è chiaro in DOWNLOAD LEGALE DI MUSICA...?????


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > vuoi ridere ?
    > vai a vedere i suoi concorrenti cosa vendono
    > al giorno...
    > allora buymusic è fallita, napster
    > è una chiavica e gli altri ?
    > fanno pena...
    >
    > 70 % del download mondiale è di
    > iTunes Music Store...le bricciole agli
    > altri...
    >
    > cos'è che non ti è chiaro in
    > DOWNLOAD LEGALE DI MUSICA...?????
    >
    >


    io non dico che jobs non abbia il più grosso sito che vende musica, ma che rimane un mercato ridicolmente marginale, che non può contare nulla a livello di marketing musicale.
    il numero di cd venduti rimane ridicolmente basso, e questo perché se devo pagare per della musica, voglio IL DISCO STAMPATO (e non masterizzato) voglio LA COPERTINA, IL LIBRETTO.
    non risparmio 3 dollari per evitarmi ste cose...
    così ragiona il 99,9% della gente che compra musica al mondo.

    per un mp3, o un aac non pago, mi spiace... è un prodotto usa e getta che come tale non può avere alcun valore, se non simbolico, se una traccia costasse 9 cent potremmo anche ragionarci... anche se imho rimarrebbe comunque troppo cara per quello che è
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > io non dico che jobs non abbia il più
    > grosso sito che vende musica, ma che rimane
    > un mercato ridicolmente marginale, che non
    > può contare nulla a livello di
    > marketing musicale.

    non cedo che le major la pensino allaìo stesso modo

    > il numero di cd venduti rimane ridicolmente
    > basso, e questo perché se devo pagare
    > per della musica, voglio IL DISCO STAMPATO
    > (e non masterizzato) voglio LA COPERTINA, IL
    > LIBRETTO.

    il paragone non regge: io online posso comprare la singola canzone che mi interessa, non sono obbligato a comprare tutto l'album

    > non risparmio 3 dollari per evitarmi ste
    > cose...

    se ti interessa una sola canzone di un album ne risparmi anche 15 di dollari

    > così ragiona il 99,9% della gente che
    > compra musica al mondo.

    se lo dici tu

    > per un mp3, o un aac non pago, mi spiace...

    guarda che nessuno ti obbliga a comprare, così come tu non puoi obbligare nessuno a non_comprare, e nemmeno puoi costringere gli altri ad avere la tua stessa idea riguardo alla musica

    > è un prodotto usa e getta che come
    > tale non può avere alcun valore, se
    > non simbolico, se una traccia costasse 9

    rotfl... e con questa sei scaduto nel ridicolo

    bye
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sta cosa dell'itunes music store non sta
    > nè in cielo nè in terra.

    beh... paragonate al tuo discorso

    > a parte il fatto che i numeri che lui
    > sfoggia sono tutti da dimostrare, visto che
    > nessuno tranne lui può dimostrarne
    > l'autenticità.

    i conti pubblici delle società americane sono pubblicati ogni tre mesi e puoi verificarli.
    in ogni caso, se anche lui non potesse dimostrarli, sicuramente tu non puoi smentirli.

    > cmq detto questo, facendo due conti, sulle
    > tracce, vendute, numero di giorni, etc etc.
    > si conclude che il negozio di jobs venda
    > qualcosa come 15.000 cd al giorno, per
    > carità sono tantissimi, ma la sola
    > HMV di oxford street a londra ne vende
    > 3/4.000 al giorno.

    quindi?

    > insomma jobs è
    > l'equivalente di una caccola per il mercato
    > musicale, nonostante i grandi proclami.

    te lo devo spiegare io o ci arrivi da solo che il mercato della vendita di brani online è diverso dalla vendita di CD?

    iTMS ha il 70% di questo mercato

    Adios
    non+autenticato
  • > iTMS ha il 70% di questo mercato

    il 70% di un nulla... tutto qui.

    sai io ho il 99% del mercato di vendita caccole on line, ne ho vendute 3 l'anno scorso....

    ma non faccio proclami... ha un mercato che non esiste... creato solo dai giornali...

    inoltre per vendere quei 100 milioni di tracce ne ha dovute regalare quasi la metà (vedi promozioni legate a note bevande)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > iTMS ha il 70% di questo mercato
    >
    > il 70% di un nulla... tutto qui.

    se sei in grado di postare le quote precise del mercato americano potremmo riparlarne

    > sai io ho il 99% del mercato di vendita
    > caccole on line, ne ho vendute 3 l'anno
    > scorso....
    >
    > ma non faccio proclami... ha un mercato che
    > non esiste... creato solo dai giornali...

    il mercato è in espansione... basta vedere il trend di un anno fa e paragonarlo con l'attuale

    > inoltre per vendere quei 100 milioni di
    > tracce ne ha dovute regalare quasi la
    > metà (vedi promozioni legate a note
    > bevande)

    errato... i 100 milioni non comprendono quelle regalate
    (informarsi, please)

    bye
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > iTMS ha il 70% di questo mercato
    > >
    > > il 70% di un nulla... tutto qui.
    >
    > se sei in grado di postare le quote precise
    > del mercato americano potremmo riparlarne

    il mercato musicale americano è stimato (fonte jupiter research) in 13 miliardi di dollari.

    quest'anno jobs, dovrebbe (sempre stessa fonte) incassare circa 80 milioni di dollari.

    indi per cui, trattasi di uno 0.4 per cento, se non dico male...

    dicasi, CACCOLE
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > se sei in grado di postare le quote precise
    > > del mercato americano potremmo riparlarne
    >
    > il mercato musicale americano è
    > stimato (fonte jupiter research) in 13
    > miliardi di dollari.

    numero di brani?
    Giusto per confrontrlo con i 70 milioni venduti dall'iTMS nel primo anno (solo in america)

    > quest'anno jobs, dovrebbe (sempre stessa
    > fonte) incassare circa 80 milioni di
    > dollari.
    >
    > indi per cui, trattasi di uno 0.4 per cento,
    > se non dico male...

    dici male, perché fa 0.6, ma in ogni caso non è indicativo del numero di brani
    non+autenticato
  • Scusa, ma per quale motivo dovresti confrontare un mercato fatto da milioni di negozi con un mercato fatto a "un" negozio solo?

    L'iTMS è un negozio musicale, solo che vende online invece che in maniera tradizionale. Sai portarmi l'esempio di un altro negozio che venda anche solo la metà dell'iTMS?

    Ogni singolo negozio musicale preso singolarmente rappresenta una percentuale irrisoria di tutto il panorama musicale, ma non per questo dobbiamo "schifarlo"

    L'iTMS è il più grosso negozio musicale al mondo: ha il più vasto catalogo, è economico in quanto ti permette di acquistare singoli brani e non solo album interi, tutto è sempre a disposizione.

    .punto.

    non+autenticato
  • Anche il mercato dei libri venduti online è ridicolo rispetto a quello delle librerie, ciò non toglie che Amazon (non so se è vero, è giusto per fare un esempio) sia il maggior venditore, guadagni un sacco di soldi e venda più di qualunque altra libreria "tradizionale"
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)