I DVD costano troppo? La UE indaga

Ma non intende limitarsi alla sola politica dei prezzi, perché l'indagine riguarderà anche la suddivisione geografica del mondo in mercati diversi per DVD uguali. Una suddivisione che non piace ad alcuno

Bruxelles - Chiunque abbia mai acquistato un DVD in un negozio on o off line sa che si tratta di prodotti che costano mediamente parecchio. Troppo, secondo la Commissione europea che ieri ha confermato l'apertura di una inchiesta ufficiale sui prezzi praticati dai produttori.

Stando a quanto pubblicato dal Financial Times, l'autorevole quotidiano finanziario londinese, il Commissario europeo per le garanzie sulla concorrenza, Mario Monti, si appresta a comunicare di aver inviato una richiesta formale di spiegazioni sulla politica dei prezzi agli studios di Hollywood.

A quanto pare, la Commissione non ha intenzione di limitare le proprie indagini alle strategie commerciali sui prezzi ma di estenderle anche a quelle relative alla suddivisione del mondo in aree geografiche per quanto riguarda la distribuzione di DVD. Come noto, infatti, i produttori hanno diviso i mercati internazionali in aree diverse in modo tale da controllare il mercato dei DVD nelle singole regioni. Ed è questo il motivo per il quale un DVD comprato negli Stati Uniti non si legge su un lettore DVD europeo, sebbene sia molto facile "craccare" il sistema di protezione.
I prezzi dei DVD nelle diverse regioni geografiche variano grandemente. Se negli Stati Uniti la media di prezzo per un DVD, stando alla Commissione europea, è compresa tra le 35 e le 55mila lire, in Gran Bretagna il prezzo oscilla più in alto, tra le 40 e le 65mila mire. In Italia un DVD può arrivare a costare anche 99mila lire.

La suddivisione geografica viene giustificata dai produttori come una necessità per limitare la pirateria sui film e facilitare la raccolta e la gestione delle royalty sui contenuti distribuiti. Ma lo stesso Mario Monti, ricorda FT, in precedenti dichiarazioni aveva spiegato che tra la protezione della proprietà intellettuale e l'abuso di posizione dominante la linea di confine è sottilissima.

L'azione della Commissione è scaturita dall'arrivo a Bruxelles di numerosissime lamentele sui prezzi e sulle difficoltà per i consumatori europei di recuperare DVD statunitensi, spesso non distribuiti sui mercati continentali.
12 Commenti alla Notizia I DVD costano troppo? La UE indaga
Ordina
  • Sono un amante del cinema, ho + o - 100 DIVX e solo 5 DVD.
    Molti diranno ma cosi ammazzi il cinema, ma io TUTTi e 100 i film che ho in divx li ho visti al cinema che gia (13.000x100=1.300.000) mi sembra caruccio.I dvd li prenerei originali, coem facevo fino a quando i cd costavano sulle 25 max 30mila lire, ma adesso è uan vera truffa.
    Disolito una tecnologia si paga di + all'inizio per poi calare piano piano con l'aumento della richiesta invece i cd hanno avuto un aumento del 100%, i Dvd idem, non si abbaseranno mai, anzi, per noi 60mila per un DVD è uan bella mazzata, in UK dove le paghe medie sono di molto + alte 20$ non sono molte, ecco perchè non lo abbaseranno mai, anzi...
    Auguri ,aspettiamo e sognamo...

    non+autenticato
  • Che i Cd e DVD costino troppo è storia risaputa; ma c'è una sostanziale differenza tra le due cose: mentre un cd lo si ascolta più e più volte, magari anche in macchina, e lo si fa anche per anni, è viceversa molto difficile che un film venga visto più di 2-3 volte, ragion per cui sono molto più motivato nell'acquistare un CD piuttosto che un DVD. I DVD si possono anche noleggiare, ma perchè spendere di più rispetto al VHS per vedere il film una sola volta? Inoltre i film li danno anche in TV (senza considerare le pay TV...) ragion per cui i cinefili hanno molta meno "fame" rispetto agli audiofili. Insomma abbasate i prezzi!
    non+autenticato
  • Giusta questa considerazione, un CD lo ascolti per anni, un film lo guardi solo 2 o 3 volte al massimo.
    Però un CD costa 40.000 e contiene 40 minuti di musica, un DVD costa 40.000 lire (o 60.000 a volte) e contiene 120 minuti di film + inserti speciali + sottotitoli, audio multilingua, e nessuno ti impedisce di guardarti il film 10 volte in tutte le lingue, riguradarlo con i commenti del regista ecc.
    Dovendo decidere come spendere 50 carte mi compro un DVD senza dubbio.


    - Scritto da: Maciste
    > Che i Cd e DVD costino troppo è storia
    > risaputa; ma c'è una sostanziale differenza
    > tra le due cose: mentre un cd lo si ascolta
    > più e più volte, magari anche in macchina, e
    > lo si fa anche per anni, è viceversa molto
    > difficile che un film venga visto più di 2-3
    > volte, ragion per cui sono molto più
    > motivato nell'acquistare un CD piuttosto che
    > un DVD. I DVD si possono anche noleggiare,
    > ma perchè spendere di più rispetto al VHS
    > per vedere il film una sola volta? Inoltre i
    > film li danno anche in TV (senza considerare
    > le pay TV...) ragion per cui i cinefili
    > hanno molta meno "fame" rispetto agli
    > audiofili. Insomma abbasate i prezzi!
    non+autenticato
  • COme considerazioni non sono male...in linea di principio sono giuste tutte e due.
    Ma ipotizziamo il mio caso: a me il cinema piace e sono anche disposto a comprare DVD.
    D'altronde o sempre comprato le VHS, ma solo dopo che raggiungevano le 20.000.
    Io comprero i DVD quando questi raggiungerannno tale cifra xè come si dice + sotto un film lo si vede magari un due volte l'anno e stop.
    Inoltre da bravo maniaco a volte compro serie intere di ANime giapponesi, gia una VHS costa 32.000 che x magari 15 o 16 sono una bella cifra.
    Pagare una serie di Anime a 60.000 a pezzo....non so se o reso l'idea....
    Smettero di farmi video-cd e soci quando costoro scenderanno a cifre come 15-20 carte....

    - Scritto da: The Macho
    > Giusta questa considerazione, un CD lo
    > ascolti per anni, un film lo guardi solo 2 o
    > 3 volte al massimo.
    > Però un CD costa 40.000 e contiene 40 minuti
    > di musica, un DVD costa 40.000 lire (o
    > 60.000 a volte) e contiene 120 minuti di
    > film + inserti speciali + sottotitoli, audio
    > multilingua, e nessuno ti impedisce di
    > guardarti il film 10 volte in tutte le
    > lingue, riguradarlo con i commenti del
    > regista ecc.
    > Dovendo decidere come spendere 50 carte mi
    > compro un DVD senza dubbio.
    >
    >
    > - Scritto da: Maciste
    > > Che i Cd e DVD costino troppo è storia
    > > risaputa; ma c'è una sostanziale
    > differenza
    > > tra le due cose: mentre un cd lo si
    > ascolta
    > > più e più volte, magari anche in
    > macchina, e
    > > lo si fa anche per anni, è viceversa molto
    > > difficile che un film venga visto più di
    > 2-3
    > > volte, ragion per cui sono molto più
    > > motivato nell'acquistare un CD piuttosto
    > che
    > > un DVD. I DVD si possono anche noleggiare,
    > > ma perchè spendere di più rispetto al VHS
    > > per vedere il film una sola volta?
    > Inoltre i
    > > film li danno anche in TV (senza
    > considerare
    > > le pay TV...) ragion per cui i cinefili
    > > hanno molta meno "fame" rispetto agli
    > > audiofili. Insomma abbasate i prezzi!
    non+autenticato
  • Che in quanto standard riconosciuto possono essere letti da un numero sempre piu' maggiore di lettori DVD...

    Il SVCD utilizza lo standard MPEG2 per la compressione (non confondiamolo col VCD che usa il formato MPEG1), scegliendo con accortezza il bitrate medio e massimo e la compressione in due passaggi (Double pass VBR di TMPGENC ad esempio) e' possibile infilare fino a 2h di movie su 2 cd (da 74min o 80min nei casi limite) mantenendo una buona qualita'.

    Anche i DiVX sono ottimi, ma non amo guardarmi i film su PC... LO SO, ci sono alternative al monitor del pc, ma tuttavia io preferisco utilizzare formati standard, come il SVCD.

    E i DVD? Li lascio ai puristi esaltati e con grano da buttare via...

    Quando abbasseranno i prezzi dei DVD a 15/20mila lire, allora li acquistero'...

    Fino ad allora: W i SVCD.

    V.
    non+autenticato
  • Il passaggio da VHS a DVD mi ricorda quello da LP a CD di una decina di anni fa, dove nel giro di un paio di anni il prezzo di un album aumentò di fatto del 50% (e probabilmente a fronte di costi di fabbricazione del CD inferiori).
    D'altra parte, non sono beni di prima necessità, e se la gente è disposta a farsi prend.. ehm, a pagare..

    non+autenticato
  • Molto probabilmente il fenomeno dei divx è poco preso in considerazione, ma se non spendo 39milalire per un cd audio figuriamoci se ne spendo 60mila per un dvd; certo, rinuncero' ai trailer, ai sottotitoli in slovacco e in castellano e all'avanzamento rapido tra le scene del film, ma in finale è il film stesso che mi interessa!
    Con l'evolversi e il raffinarsi dei tools per la compressione video, i divx si avvicinano molto alla qualità di un normale dvd, e seppure non godro' dell'audio 5+1 posso in ogni caso gustarmi un buon film al prezzo di 2 cd vergini e di 2 o 3 ore di connessione adsl.
    Che serva da monito per "ritoccare" i prezzi dei dvd, anche se mi sembra alquanto utopico.
    non+autenticato
  • Potresti dirmi dove trovi i film compressi in DivX? Io ho provato con Gnutella ma con risultati scarsi.
    Grazie, Andrea

    - Scritto da: Ombra
    > Molto probabilmente il fenomeno dei divx è
    > poco preso in considerazione, ma se non
    > spendo 39milalire per un cd audio
    > figuriamoci se ne spendo 60mila per un dvd;
    > certo, rinuncero' ai trailer, ai sottotitoli
    > in slovacco e in castellano e
    > all'avanzamento rapido tra le scene del
    > film, ma in finale è il film stesso che mi
    > interessa!
    > Con l'evolversi e il raffinarsi dei tools
    > per la compressione video, i divx si
    > avvicinano molto alla qualità di un normale
    > dvd, e seppure non godro' dell'audio 5+1
    > posso in ogni caso gustarmi un buon film al
    > prezzo di 2 cd vergini e di 2 o 3 ore di
    > connessione adsl.
    > Che serva da monito per "ritoccare" i prezzi
    > dei dvd, anche se mi sembra alquanto
    > utopico.
    non+autenticato
  • su Hotline
    www.bigredh.com
    e poi.
    www.hotlinehq.net/search
    oppure:
    www.tracker-tracker.com

    io ne ho gia' una dozzina di film completi che, solitamente stanno su un solo CD

    accoppiata: iMac+ADSL
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ombra
    > Molto probabilmente il fenomeno dei divx è
    > poco preso in considerazione, ma se non
    > spendo 39milalire per un cd audio
    > figuriamoci se ne spendo 60mila per un dvd;
    > certo, rinuncero' ai trailer, ai sottotitoli
    <cut>

    Considera che chi compra il dvd lo fa proprio per questi vantaggi, altrimenti si prende una vhs (o la duplica). Senza contare molti parametri negativi per il divx (anzi, il DivXOcchiolino per esser precisi).
    - qualità video *inferiore*. Ad un bitrate "umano" nessun filmato in divx può comparare la qualità del suo pari in dvd. Per far stare un film su un paio di cd o usi un bitrate basso (quindi resa pessima) oppure fai un resize&cropping del video, riducendone cmq il risultato. A questo punto meglio una vhs.
    - qualità generale: certo dipende dall'edizione, esistono dvd che fanno veramente schifo, ma nulla è perfetto.
    - reperibilità e lingua: se già non è semplicissimo trovare film in audio originale in divx, in italiano è quasi impossibile. Senza contare che, appunto, trovare film (e riuscire a scaricarli sopravvivendo ai kili di pop-up) è difficile.
    - portabilità: considera che cmq la stragrande maggioranza del pubblico dvd non è (e non sarà) per la visione su computer, che comunque non rende *mai* quanto su un tv, anche se di qualità non eccelsa.

    Eccetera eccetera eccetera. Certo, puoi dirmi che a te interessa vedere il film e basta, ma (ripeto) a questo punto noleggiati la vhs o il dvd e duplicali che fai prima. Dubito il "mercato" dei film in divx possa essere un grosso peso per i dvd.
    Con questo non voglio sminuire questo formato, anzi, lo uso moltissimo (per i trailers soprattutto), ma per [godermi] un film divx a dvd -> 1 a 10...

    Saluti
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)