Utopie europee sull'orlo del nuovo copyright

L'Unione Europea raggiunge un accordo che forse entro l'anno potrebbe essere adottato definitivamente. Gli obiettivi sono tutti in salita: proteggere il diritto d'autore nell'era di internet

Bruxelles - Riuscirà l'Unione Europea a trasformare internet in un ambiente che può essere tenuto sotto controllo? Questa la portata della sfida che i paesi dell'Unione hanno deciso di intraprendere nelle scorse ore, preparandosi a varare una normativa comunitaria a protezione del diritto d'autore. Al centro, naturalmente, la lotta alla pirateria musicale, cinematografica e via dicendo.

La proposta, che dovrà andare in seconda lettura al Parlamento Europeo e che potrebbe diventare efficace entro la fine dell'anno, non mira a modificare il diritto d'autore sulla base delle novità tecnologiche; mira invece a trovare gli strumenti per difendere il diritto d'autore che, così com'è, si considera minacciato proprio dall'innovazione tecnologica.

Per il momento l'Europa sembra sul punto di accontentarsi di una normativa che sia uguale in tutti i paesi, vale a dire di strumenti che consentano l'armonizzazione delle forme di protezione e di indagine. Servirà? Visto lo sviluppo rapidissimo delle reti che permettono lo scambio di materiali digitali in perfetto anonimato, qualcuno ritiene la mossa della UE, come tante altre operazioni normative in questi anni, una mossa "di facciata".