Alle 12 lo sciopero dei cellulari

Intesaconsumatori

Roma - Scatta alle 12 e si protrarrà fino alle 14 il primo sciopero generale dei cellulari italiano, una iniziativa che da giorni sta raccogliendo consensi anche in rete e che è stata lanciata da Intesaconsumatori (Adoc, Adusbef, Codacons, Federconsumatori) per protestare contro il caro-tariffe, il caro-SMS e la mancanza di trasparenza sul roaming internazionale.

L'iniziativa, che ricalca quanto nello stesso giorno accadrà in Libano ma per 24 ore consecutive, vuole richiamare l'attenzione sulle pesanti condizioni applicate dalle compagnie telefoniche italiane: "inutili scatti alla risposta - spiega Intesaconsumatori - aumenti dei prezzi degli sms (15 centesimi di euro l'uno mentre in Francia il loro prezzo è sceso a 9 cent), servizi inutili, promozioni truffaldine, chiamate ai telefoni fissi a prezzi da capogiro, loghi e suonerie che rappresentano solo l'ultimo business della telefonia mobile".

"Intesaconsumatori - continua la nota diffusa in queste ore - suggerisce quindi agli utenti dei telefonini, di spegnere il proprio apparato cellulare dalle ore 11,50 di domani fino alle 14,10, sia per non essere indotto a rispondere ad eventuali chiamate, che per riposarsi le ?orecchie? affaticate dalle consuete conversazioni di telefonini, spesso diventati appendici delle persone".
I consumatori hanno anche chiesto all'Autorità TLC di monitorare l'andamento dello sciopero. E non esclude ulteriori scioperi, per 24 o 48 ore.

Consigli tecnici per aderire allo sciopero sono qui
7 Commenti alla Notizia Alle 12 lo sciopero dei cellulari
Ordina