Cina, guerra del Popolo contro il porno

La delazione funziona: raccolte più di 22mila segnalazioni sul sito governativo dedicato. Gli utenti cinesi denunciano alle autorità chi si esprime troppo liberamente o pubblica foto osé, dannose per i giovani

Cina, guerra del Popolo contro il pornoPechino - "Una Guerra del Popolo". Così il presidente cinese Hu Jintao, dal marzo 2003 l'uomo più potente dell'oligarchia comunista pechinese, ha definito lo svilupparsi della grande battaglia contro la pornografia via Internet, ritenuta l'emblema della decadenza del mondo occidentale oltreché un danno insostenibile per le menti dei giovani cinesi.

L'accelerazione contro quelli che sono da sempre contenuti Internet invisi all'apparatchick è rappresentata da un ultimatum contro i webmaster lanciato dalle autorità. Secondo tale ultimatum chiunque abbia sulle proprie pagine web dei contenuti di tipo pornografico, come le immagini provocanti ampiamente utilizzate anche in Cina per attirare visitatori sul proprio sito, deve rimuoverle entro settembre. Non si tratta quindi soltanto di siti "specializzati" e interamente dedicati al porno ma anche di spazi web che indugiano nel pubblicare, tra le altre cose, anche immagini trasgressive. Chi non eseguirà l'ordine non solo vedrà sospesa la licenza di pubblicare il proprio sito ma diverrà anche obiettivo del pugno di ferro antiporno del regime, che potrà concretizzarsi anche con pene detentive. In questo senso vengono lette le dichiarazioni del ministro della Pubblica sicurezza Zhou Yongkang secondo cui chi viola la legge deve essere punito con estrema severità.

Per i webmaster l'ultimatum non è da sottovalutare. Non solo le autorità cinesi hanno già individuato almeno 500 siti a rischio, secondo quanto riportato dall'agenzia ufficiale Xinhua, ma soprattutto sono inondati dalle delazioni dei cittadini: sarebbero infatti decine di migliaia coloro che rispondendo ad un appello governativo si sarebbero trasformati in crociati dell'antiporno, segnalando la presenza di "scollatezze" e altri contenuti sgraditi al regime su molti siti cinesi.
Il presidente cineseSecondo Xinhua, infatti, il vicedirettore dell'Ufficio dell'Informazione del Consiglio di Stato, Cai Mingzhao, ha dichiarato che sono più di 22mila le segnalazioni inviate dai cittadini dall'inizio del mese, quando il servizio di raccolta delle delazioni fu allestito. Notizie che, oltretutto, consentono alle autorità di muoversi spacciando la propria azione come frutto dell'indignazione popolare.

Inutile dire che il timore degli osservatori internazionali, quelli che in questi anni hanno assistito al giro di vite del regime contro siti e newsgroup o alla condanna ai lavori forzati per i cyberdissidenti, è che la lotta alla pornografia web costituisca un nuovo e più efficace strumento di controllo politico su quanto avviene sulla rete cinese. In questo senso, peraltro, vengono letti episodi come la chiusura di migliaia di internet café o l'intercettazione di massa degli SMS.

Secondo Cai, però, la guerra al porno web è un'esigenza imprescindibile, perché si tratta di materiali che "aggrediscono gravemente la società, inquinano l'ambiente sociale e danneggiano la salute fisica e psicologica dei giovani".

Da segnalare che, contestualmente alla battaglia contro il porno, si moltiplicano le iniziative delle autorità per diffondere l'educazione sessuale anche nelle province rurali e anche nelle scuole elementari. Un'esigenza che si sposa con l'ormai storica necessità di assicurare un ferreo controllo sulle nascite.
TAG: censura
78 Commenti alla Notizia Cina, guerra del Popolo contro il porno
Ordina
  • Come è noto il nemico n. 1 dei giovani è il governo, alleato coi matusa per impedire ai giovani di essere tali. I pochi giovani che osano opporsi al governo fanno una brutta fine: vengono ibernati fino alla maggiore età dopodiché disibernati ma allora è troppo tardi: infatti a quel punto non sono più giovani. Ma un bel giorno i giovani vengono vendicati da un nuovo supereroe - Supergiovane - che dà la caccia al governo con armi progettate da un pool di tecnici balistici giovani (miccette, raudi, bombette puzzolenti, gavettoni, jaguarmatic, sbiancate, l'allegro chirurgo, il piccolo chimico etc.) fino ad affrontarlo nello scontro finale. Ci sono però anche le armi incruente (si tratta comunque di armi giovani) che sono la sua vera forza: la simpatia, l'umorismo, la gioia di vivere e l'argento vivo addosso. Un'arma terribile, usata solo quando non se ne può fare a meno, è "Figlio di puttana": se pronunciata all'indirizzo del governo, lo fa piangere (a volte il governo cerca di difendersi con "Lascia stare mia madre", ma non funziona). La sua tattica mimetica consiste nel nascondersi sotto il tavolo del governo e coprirsi gli occhi (a volte con la frangia di capelli ossigenati). Il governo - genralmente - cerca di fermarlo scatenandogli contro un'avanguardia di matusa rimproveratori e di secchioni. L'unica sostanza pericolosa per SG è la minestra, che il governo riesce a propinargli attraverso una mamma al soldo dei matusa ma infiltrata nell'entourage di SG. Il veicolo di SG è un motorino elaborato Pinasco con marmitta a espansione, cilindrata non dichiarata, stereo, cartolina tenuta con la molletta fra i raggi per fare crrr, ma privo della ruota davanti (la quale costituisce un peso inutile dato che SG è in impennata perenne). Una stecca di malboro sotto la manica della maglietta a maniche corte arrotolate costituisce un ulteriore elemento distintivo e intimidatorio.
    :D
  • LOL!
    non+autenticato

  • - Scritto da: gianfi
    > Come è noto il nemico n. 1 dei
    > giovani è il governo, alleato coi
    > matusa per impedire ai giovani di essere
    > tali. I pochi giovani che osano opporsi al
    > governo fanno una brutta fine: vengono
    > ibernati fino alla maggiore età
    > dopodiché disibernati ma allora
    > è troppo tardi: infatti a quel punto
    > non sono più giovani. Ma un bel
    > giorno i giovani vengono vendicati da un
    > nuovo supereroe - Supergiovane - che
    > dà la caccia al governo con armi
    > progettate da un pool di tecnici balistici
    > giovani (miccette, raudi, bombette
    > puzzolenti, gavettoni, jaguarmatic,
    > sbiancate, l'allegro chirurgo, il piccolo
    > chimico etc.) fino ad affrontarlo nello
    > scontro finale. Ci sono però anche le
    > armi incruente (si tratta comunque di armi
    > giovani) che sono la sua vera forza: la
    > simpatia, l'umorismo, la gioia di vivere e
    > l'argento vivo addosso.

    Hai dimenticato l'analcolico biondo!
  • Vedo ormai da tempo la Cina sforzarsi di contenere la popolazione (sms, libertà e ora questo). La gente ormai vuole lo stile di vita occidentale mentre qui si sta cercando di mantenere il comunismo più spietato.
    La vedo veramente male per i cinesi, prima o poi a qualcuno roderà più del previsto. Anche la Cina finirà come la Russia.
    Solo che qui sarà un miliardo di persone a scendere in piazza.
    non+autenticato
  • spero per loro ( e per noi: se la Cina entra in crisi noi ne risentiamo) che riescano a liberarsi senza forti scossoni sociali
    non+autenticato
  • davvero?
    mi sembra che in Cina ormai i modelli ed i comportamenti siano ben occidentalizzati, sei mai stato a Pechino o Shanghai?
    La Cina sta crescendo enormemente, si sta modernizzando, sta creando una economia mista capitalista-comunista, ci svende la sua forza lavoro in cambio di tecnologie, know-how e altro...
    prima o poi si solleverà e ci chiederà il conto con gli interessi!
    Immagini cosa succederebbe se il regime cinese cadesse?
    Come puoi pensare di governare in modo perfettamente democratico oltre un miliardo di persone?
    Il paese si sfascerebbe, ci sarebbero ribellioni e secessioni, l'economia andrebbe a zero, le mafie cinesi, russe e giaponesi farebbero festa grande.
    Certo gli americani ne sarebbero felici, ma il regime comunista non è guidato da un alcolizzato (mi riferisco a Yeltsin) e non riusciranno a fare quello che hanno fatto alla Russia nel 91, ovvero distruggerla, liberando il popolo dalla dittatura, ma condannandolo alla povertà e gettandolo nel terzo mondo.

    Quello che voglio dire è che i cinesi possono occidentalizzarsi (quasi) quanto vogliono già adesso, ed inoltre hanno assistenza sanitaria e sistemi scolastici perfetti e gratuiti, sicurezza, lavoro garantito dallo stato, pensioni, servizi sociali, etc...
    non è tutto oro, non sto negando i drammi di una dittatura, ma credi davvero che il popolo cinese rinuncierà a tutto questo per farsi più seghe davanti a pornostar americane???

    Il tutto IMHO, ovviamente,


    ==================================
    Modificato dall'autore il 20/07/2004 15.29.30
  • > Quello che voglio dire è che i cinesi
    > possono occidentalizzarsi (quasi) quanto
    > vogliono già adesso, ed inoltre hanno
    > assistenza sanitaria e sistemi scolastici
    > perfetti e gratuiti, sicurezza, lavoro
    > garantito dallo stato, pensioni, servizi
    > sociali, etc...

    > Il tutto IMHO, ovviamente,

    Si penso proprio che si tratti di opinioni perché a me non risulta che abbiano proprio tutto quello che tu dici, almeni in quei termini...
    non+autenticato
  • in particolare non è affatto vero che hanno l'assistenza sanitaria gratuita...
    non+autenticato
  • E non è affatto vero che tutta la cina sia come Pechino e Shanghai, esistono vaste zone rurali arretrate e almeno due grandi regioni che vivono un regime di occupazione in perfetto stile veterocomunista, il Tibet(annesso violentemente e illegalmente da quel delinquente bastardo di Mao) e lo Xinjiang (fa parte della Cina, ma a causa della scarsa fiducia delle autorità nella locale comunità musulmana, vive di fatto in condizioni equivalenti a un'occupazione).
    non+autenticato
  • E' ciò che è successo e succederà in tutti i paesi "completamente" comunisti.
    non+autenticato
  • Paese che crolla??
    Haha.. un paese con un tasso di sviluppo socioeconomico vertiginoso e che nel 2025 raggiungera' il PIL degli USA attuali!..
    dico "attuali" perche' non so se per quella data gli USA come li conosciamo esisteranno ancora Occhiolino
    E comunque prega che la Cina si mantenga sana e in buona salute, perche' in caso contrario saranno volatili per diabetici per tutti, compresii noi occidentali che dalla Cina esportiamo un sacco di belle cosette a poco prezzo..
    non+autenticato
  • La Cina è un'enorme fattoria dove pochi fattori fanno lavorare tanti animali. Ma qui gli animali sono persone. Non mi pare bello che per il bene del paese 1 miliardo di persone debbano soffrire. Le fabbriche sono addirittura dei dormitori, la gente vive la loro esistenza in fabrica come se si trovassero nell'esercito. Non mi pare un grande orgoglio vantare un Pil pari agli stati uniti sfruttando di fatto le persone come bestie da soma. Negli Stati Uniti chi si impegna può aspirare a vita migliore, qui invece solo i politici e pochi vivono bene, gli altri solo lavoro 12 ore al giorno.
    Davanti a questo fanculo il PIL. La vita è una e per far grande una nazione non si può vivere così.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La Cina è un'enorme fattoria dove
    > pochi fattori fanno lavorare tanti animali.
    > Ma qui gli animali sono persone.
    Vero.
    Ma se vai a vedere le condizioni degli operai dell'italietta anni '50 e'60 non e' che stessero poi tanto meglio, eh..
    non dico le stesse condizioni, ma comunque
    inaccettabili se guardate con gli occhi di oggi.

    > come bestie da soma. Negli Stati Uniti chi
    > si impegna può aspirare a vita
    > migliore, qui invece solo i politici e pochi
    > vivono bene, gli altri solo lavoro 12 ore al
    > giorno.
    > Davanti a questo fanculo il PIL. La vita
    > è una e per far grande una nazione
    > non si può vivere così.
    Concordo sulla qualita' della vita. (pure io sono uno che antepone il buon vivereallo sgobbare come somari e basta..) ma quello che loro stanno facendo e' accumulare ricchezza per
    poi -si spera- spenderla e redistribuirla in un futuro..
    la stessa cosa accaduta da noi, dove sui sacrifici
    bestiali dei diseredati si e' costruito il benessere
    di cui usufruiamo noi tuttti adesso (per quanto ancora non si sa..)
    Se il secolo scorso e' stato definito americano, si puo' ragionevolmente prevedere che questo secolo sara' definito cinese per l'influenza prima economica e poi culturale che esercitera' sul mondo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > problemi di polsi slogati ?A bocca aperta:D:D
    La miopia, il senso di spossatezza e la schiena gobba dove le metti?Sorpresa)
    non+autenticato
  • Dato che sono più di un miliardo il conto è facile...
    E bhe si eh...si tratta innegabilmente di una grossa fetta della popolazione...
    Probabilmente hanno fatto passare una circolare fra i dirigenti del PARTITO, con l'obbligo di fare una delazione (per il bene morale del popolo, sia chiaro)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)