L'Athlon conquista il suo primo Tablet PC

AMD ha lanciato due nuove versioni mobile del suo chippotto a 64 bit e ha annunciato la disponibilitÓ del primo Athlon su una linea di Tablet PC convertibili

Sunnyvale (USA) - Approfittando di un momento particolarmente positivo per il mercato dei notebook, AMD ha introdotto due nuove versioni mobili dell'Athlon 64 e dell'Athlon XP.

Il Mobile Athlon 64 3400+, indirizzato ai notebook mainstream ad elevate prestazioni, gira ad una frequenza di 2,2 GHz e integra 1 MB di cache. Come gli altri membri della famiglia Mobile Athlon 64, il 3400+ supporta la tecnologia Enhanced Virus Protection, le memorie DDR400, il sistema per la gestione dei consumi PowerNow! e il software x86 a 64 bit.

L'Athlon XP-M 2200+ si rivolge invece al mercato dei notebook ultraleggeri, un settore dove AMD ha fatto il proprio ingresso soltanto lo scorso anno. Il nuovo modello, che ha un clock di 1,6 GHz e una cache di 512 KB, si basa sulla vecchia tecnologia x86 di AMD e, per tale ragione, pu˛ eseguire solo codice a 32 bit.
Il nuovo XP-M 2200+ Ŕ la prima CPU di AMD ad essere stata scelta un produttore di notebook, Averatec, per equipaggiare un modello di PC ultraportatile convertibile in tablet PC.

Il prezzo dei due nuovi chip, per ordini di 1.000 unitÓ, Ŕ di 432 dollari per il Mobile Athlon 64 3400+ e di 97 dollari per l'Athlon XP-M 2200+.
TAG: hw
4 Commenti alla Notizia L'Athlon conquista il suo primo Tablet PC
Ordina
  • ...i Tablet PC sono uno dei più grossi flop degli ultimi anni...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...i Tablet PC sono uno dei più
    > grossi flop degli ultimi anni...
    Quelli decenti con buone prestazioni sono appena stati lanciati.. come fai a dirlo??
    A meno che tra i Tablet non ci includi anche il Newton della Apple...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ...i Tablet PC sono uno dei più
    > grossi flop degli ultimi anni...

    non sono stati un flop perché inutili.
    Solo non si è capito il mercato.

    Gli unici esemplari venduti sono finiti nel cosiddetto "mercato verticale"; ovvero quella fascia di professionisti e ditte economicamente in grado di farsi creare applicazioni ad hoc.

    Ad esempio in una pizzeria un anno fa avevano una specie di grosso telecomando con pulsantoni, quella roba è può costare cifre paragonabili ad un palmare entry-level, ma che non può avere le stesse prestazioni e caratteristiche,


    Il mercato verticale è quello che sa immaginarsi l'uso, ovviamente produttivo, di un prodotto, il mercato orizzontale è la massa, ma essa bada molto più al prezzo e al rapporto prezzo/prestazioni.

    E se a me un tablet-pc piacerebbe, l'autonomia di tre ore, la potenza computazionale di un 486 a 2000ghz, la capacità di riconoscimento della scrittura ancora migliorabile, unito al costo esiguo molto esiguo di portatili di caratteristiche paragonabili, mi allontanano dal considerarne la possibilità d'un acquisto.

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...i Tablet PC sono uno dei più
    > grossi flop degli ultimi anni...

    Esatto. Per chi ha esperienza, distacco ed occhio critico in elettronica digitale ed ergonomia, sono oggetti inutili alla radice ed hanno fatto semplicemente la fine che si meritavano.

    Per altri sono una "buona idea", come MCI (che lo era davvero), che non però è "capita" dal mercato e non vende una sega.

    In tutti i casi l'invariante è che sono buoni come tavolette, sì ma del cesso.
    non+autenticato