Piattaforma totale per i new-cellulari

I grandi si accordano e GSM Association sputa un riferimento comune per i servizi avanzati via wireless. Dalla Internet sul telefonino alla multimedialità fatta mobile

Londra - Una piattaforma di riferimento per tutti i costruttori, operatori e sviluppatori per portare sui cellulari di nuova generazione servizi avanzati è stata varata ufficialmente dalla GSM Association. Una piattaforma attesa da tutti per dare vita ad un mercato che si annuncia travolgente.

"L'industria del radiomobile riscontra nella clientela una domanda di M-Services e, in collaborazione con i maggiori produttori di cellulari e piattaforme di servizio, l'Associazione ha predisposto una serie di linee guida sui servizi prioritari - che verrà messa gratuitamente a disposizione degli interessati - che potranno essere in futuro offerti dai produttori d'apparati GPRS". Così descrive il progettone Scott Fox, presidente di GSM Association, che raccoglie tutti i principali operatori GSM.

L'operatore italiano TIM, tra i più entusiasti dopo l'annuncio, ha affermato: "Con questo accordo GSM Association ha mobilitato l'industria radiomobile per fornire chiare linee guida ai costruttori di cellulari e agli sviluppatori di software. L'obiettivo è partire con la commercializzazione dei servizi e relativi terminali nel quarto trimestre dell'anno in corso, cioè per la campagna di Natale 2001".
TIM è il più importante sostenitore di questo progetto, che mira ad attivare una piattaforma comune di servizi su internet per utenti di GSM e GPRS, a prescindere dal costruttore dei cellulari. Adesso, GSM Association ha posto il primo mattone per la realizzazione di tale obiettivo; la strada sembra spianata: alcuni produttori, come Alcatel, Motorola, Nokia, Sagem, Samsung e Siemens hanno già aderito all'iniziativa.

Gli utenti potranno contare su una base di servizi standard per la navigazione, qualunque sia il proprio modello di telefonino: la direzione intrapresa in questi giorni sembra interessante. È ancora presto, tuttavia, per conoscere i dettagli degli M-Services; è ancora dubbio se questo servizio riuscirà a rivalutare l'uso del WAP o se sarà soprattutto la chiave di volta per uno sviluppo decisivo del GPRS.

In un periodo in cui si continua a investire sull'internet mobile, nonostante i dubbi di alcuni riguardo l'utilità del WAP, gli M-Services sono pensati per portare una "ventata" d'innovazione.

Alcuni utenti di telefonia mobile attendono e sperano, così, di dare un senso al WAP che giace, spesso, inutilizzato nei meandri nel proprio cellulare. Chi ha appena comprato un GPRS, invece, teme di aver compiuto, per la fretta, una mossa sbagliata: non si può escludere infatti che alcune modalità degli M-Services potranno risultare incompatibili con gli attuali strumenti disponibili sul mercato. Il parere di Motorola sembra confermare la previsione: "Gli M-Services svilupperanno i GPRS nella loro piena potenzialità", ha dichiarato Mike Zafirovski, il Presidente del Settore Personal Communication di Motorola.