In Tennessee l'annusatore di passeggeri

Il dispositivo viene considerato in grado di analizzare i vapori e le tracce che possono incastrare qualcuno che ha maneggiato agenti chimici ed esplosivi. Naso per aeroporti

Knoxville (USA) - Darà manforte agli esperti della sicurezza aeroportuale americani un nuovo naso elettronico pensato per smascherare chi traffica con esplosivi o agenti chimici e intende imbarcarsi su un aereo in partenza.

Il nuovo dispositivo sarà presto installato e sperimentato presso il "McGhee Tyson Airport" di Alcoa, in Tennessee, dove viene considerato un elemento di primo rilievo tra le molte iniziative che in questi anni puntano a migliorare la sicurezza delle aerostazioni.

Il "naso" è un dispositivo capace di individuare un elemento chimico dalla struttura molecolare e dalla sua massa, una caratteristica che, spiegano gli scienziati, gli consente di individuare determinate sostanze anche se confuse in mezzo a numerosi altri "stimoli". La chiave del sistema non è soltanto la tradizionale spettrometria ma soprattutto il software dedicato, sviluppato per consentire al "naso" di individuare particelle di esplosivo piccole quanto un miliardesimo di grammo.
Secondo gli sviluppatori del naso, gli scienziati del centro governativo Oak Ridge National Laboratory, il dispositivo è in grado di analizzare in pochi attimi i vapori chimici provenienti da oggetti e carte d'imbarco in possesso dei passeggeri. La velocità di lavoro è tale che, a loro dire, lo strumento dovrebbe essere in grado di annusare almeno mille passeggeri all'ora.

La sperimentazione durerà fino ad un massimo di tre mesi e sarà comunque limitata ad alcune aree dell'aerostazione dove il dispositivo sarà sottoposto ad una serie di simulazioni. Passata questa prima fase di testing, se avrà successo il naso sarà portato direttamente nel terminal aeroportuale per operare effettivamente sui passeggeri in transito.
TAG: cybercops
7 Commenti alla Notizia In Tennessee l'annusatore di passeggeri
Ordina