Toshiba sceglie lo sprint di Linux

Il costruttore lancia un notebook che fa coesistere Linux e Windows per utilizzare le migliori caratteristiche di entrambi. Linux, in questo caso, ha il compito di avviare il sistema in pochi secondi

Milano - Annunciato lo scorso luglio, Toshiba ha infine spinto sul mercato Qosmio, un notebook che ha come sua caratteristica saliente quella di consentire la visione della TV e la riproduzione di film e musica senza la necessitÓ di avviare Windows.

Con il lancio del nuovo portatile, sono emersi nuovi dettagli. Qosmio possiede due differenti sistemi operativi: Windows Media Center Edition 2004 e una versione embedded di Linux. Quest'ultima pu˛ essere avviata al posto del sistema operativo principale per accedere in modo quasi istantaneo ad un'interfaccia grafica da cui comandare il sintonizzatore TV integrato e il lettore/masterizzatore DVD, il tutto con supporto al telecomando (fornito in dotazione).

La possibilitÓ di accedere alle principali funzionalitÓ multimediali prima dell'avvio del sistema operativo sono incluse anche in Windows Media Center Edition, tuttavia Toshiba sembra aver preferito Linux per la sua velocitÓ di caricamento, dichiarata inferiore ai 10 secondi.
Alcune fonti speculano sul fatto che l'ambiente multimediale embedded di Qosmio sia basato sul software di pre-boot InstantOn di InterVideo, anch'esso basato su di un kernel Linux ai minimi termini. L'altra ipotesi Ŕ che l'ambiente multimediale di Qosmio sfrutti la tecnologia Core System Software del produttore di BIOS Phoenix: questo firmware di nuova generazione permette infatti di avviare determinate applicazioni prima del caricamento del sistema operativo.

La serie Qosmio E10, inizialmente disponibile solo in Francia, Germania e Gran Bretagna, sarÓ lanciata in Italia nel quarto trimestre 2004.

"La serie Qosmio rappresenta l'importante strategia messa a punto da Toshiba per assicurarsi una quota di mercato rappresentativa all'interno del vasto mercato della convergenza digitale di prodotti home e di personal entertainment", ha dichiarato Andrew Brown, program manager, mobile computing & devices di IDC. "Prodotti convergenti, come la serie Qosmio, saranno fondamentali nel soddisfare un trend crescente dei consumatori: la possibilitÓ di utilizzare e gestire contenuti digitali in modo sempre pi¨ personalizzato e mobile".
TAG: hw
23 Commenti alla Notizia Toshiba sceglie lo sprint di Linux
Ordina
  • la serie Aspire 2000 di Acer uscita l'anno scorso ott.-nov. ha già la funzionalità "Arcade" basata su Linux. Boot in meno di 5 sec. e si possono vedere video, ascoltare musica, etc. (Linux based).
    Però non hanno pubblicizzato la cosa...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > la serie Aspire 2000 di Acer uscita l'anno
    > scorso ott.-nov. ha già la
    > funzionalità "Arcade" basata su
    > Linux. Boot in meno di 5 sec. e si possono
    > vedere video, ascoltare musica, etc. (Linux
    > based).
    > Però non hanno pubblicizzato la
    > cosa...
    >

    Acer produce apparecchi di fascia bassa, costruiti pensando solo al prezzo e tralasciando ogni minimo aspetto che possa ricondurre alla parola "qualità".
    Il Thread parla di laptop Toshiba, se vuoi fare un paragone parla di IBM, Apple, Sony...ma lascia stare 'ste carriolette "vorreimanonposso" di Acer, Asus, Gericom.......
    non+autenticato
  • Non è meglio a questo punto offire una SUSE con pacchetti, etc (non mi ricordo quanto costa), magari anche preinstallata sul portatile?

    non+autenticato
  • ma per vedere i DVD sotto linux non e' necessario usare il DeCSS? sara' incluso nel sistema? credevo che comuqneu nonostante l'autore dsia stato assolto il suo status legale fosse ancora incerto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma per vedere i DVD sotto linux non e'
    > necessario usare il DeCSS? sara' incluso nel
    > sistema? credevo che comuqneu nonostante
    > l'autore dsia stato assolto il suo status
    > legale fosse ancora incerto.

    il decss non serve se il software è propretario. se usassi il powerdvd per linux (non so se c'è..), questo leggerebbe senza problema i dvd criptati, perchè contiene il codice per farlo, per il quale hanno pagato.
    Un programma sotto GPL, come per esempio mplayer, non puo' incorporare questo codice per incompatibilità di licenze. ecco allora che utlizzano decss.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > il decss non serve se il software è
    > propretario. se usassi il powerdvd per linux
    > (non so se c'è..), questo leggerebbe
    > senza problema i dvd criptati, perchè
    > contiene il codice per farlo, per il quale
    > hanno pagato.
    > Un programma sotto GPL, come per esempio
    > mplayer, non puo' incorporare questo codice
    > per incompatibilità di licenze. ecco
    > allora che utlizzano decss.

    No.
    Il codice per decrittare i DVD non viene messo new software opensource per il semplice fatto che costa 5000 dollari averne la licenza (prezzi di qualche anno fa, non so se abbiano cambiato le tariffe) piu` un tot a copia distribuita. Col soft opensource, scaricandolo da Internet, non sai nemmeno quante copie vengano distribuite, quindi dovresti prendere la licenza "open" (o come la chiamano che mi pare stia sui 20.000 dollari.

    Ora dimmi quale programmatore opensource spenderebbe quelle cifre per poi regalare il software.

    In Italia il DeCSS e` legale, per quanto ne so io, e con lui la libreria libdvdcss. In USA no, sembra. Negli altri paei non saprei proprio. In Francia mi pare sia legale, e forse anche in Germania.

    Bye.
    Shu
    1232

  • - Scritto da: Shu
    >
    > No.

    Ma non vendono un robo hardware che permette legalmente di vedere i dvd?
    non+autenticato
  • La Toshiba potrebbe iniziare a mettere i driver per Linux dei suoi portatili nell'area download del sito.
    Per installare Linux su un P20 ho dovuto sudar sangue...e non funziona tutto ancora bene...Ok sarò incapace io ma per il boot XP non ho avuto assolutamente problemi.
    Se le case produttrici di computer vogliono veramente stupirci per la loro lungimiranza verso tutte le piattaforme, che inizino a fare quel lungo, noioso, poco produttivo lavoro di migrazione dei driver, senza lasciare alla buona volontà ed inventiva dei singoli utenti...tanto loro continueranno a guadagnarci...l'hardware open e' ancora lontano!
    Ciao
    Fan Windows Fan Linux (mac)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La Toshiba potrebbe iniziare a mettere i
    > driver per Linux dei suoi portatili
    > nell'area download del sito.
    > Per installare Linux su un P20 ho dovuto
    > sudar sangue...e non funziona tutto ancora
    > bene...Ok sarò incapace io ma per il
    > boot XP non ho avuto assolutamente problemi.
    > Se le case produttrici di computer vogliono
    > veramente stupirci per la loro lungimiranza
    > verso tutte le piattaforme, che inizino a
    > fare quel lungo, noioso, poco produttivo
    > lavoro di migrazione dei driver, senza
    > lasciare alla buona volontà ed
    > inventiva dei singoli utenti...tanto loro
    > continueranno a guadagnarci...l'hardware
    > open e' ancora lontano!
    > Ciao
    > Fan Windows Fan Linux (mac)

    Parole sacrosante!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Se le case produttrici di computer vogliono
    > veramente stupirci per la loro lungimiranza
    > verso tutte le piattaforme, che inizino a
    > fare quel lungo, noioso, poco produttivo
    > lavoro di migrazione dei driver, senza
    > lasciare alla buona volontà ed
    > inventiva dei singoli utenti...tanto loro
    > continueranno a guadagnarci...l'hardware
    > open e' ancora lontano!

    quindi sottointendi il software open come un danno economico ???

    Ricordate linari di tutte le età: mai nessun idiota investirà direttamente o indirettamente nel software gratis (girala come vuoi è sempre gratis)... IBM e Toshiba stanno solo sfruttando il fumo che esce dal cu*o del pinguino...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Se le case produttrici di computer
    > vogliono
    > > veramente stupirci per la loro
    > lungimiranza
    > > verso tutte le piattaforme, che inizino
    > a
    > > fare quel lungo, noioso, poco produttivo
    > > lavoro di migrazione dei driver, senza
    > > lasciare alla buona volontà ed
    > > inventiva dei singoli utenti...tanto
    > loro
    > > continueranno a guadagnarci...l'hardware
    > > open e' ancora lontano!
    >
    > quindi sottointendi il software open come un
    > danno economico ???
    >
    > Ricordate linari di tutte le età: mai
    > nessun idiota investirà direttamente
    > o indirettamente nel software gratis (girala
    > come vuoi è sempre gratis)... IBM e
    > Toshiba stanno solo sfruttando il fumo che
    > esce dal cu*o del pinguino...

    Explorer è gratis.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Se le case produttrici di computer
    > > vogliono
    > > > veramente stupirci per la loro
    > > lungimiranza
    > > > verso tutte le piattaforme, che
    > inizino
    > > a
    > > > fare quel lungo, noioso, poco
    > produttivo
    > > > lavoro di migrazione dei driver,
    > senza
    > > > lasciare alla buona volontà
    > ed
    > > > inventiva dei singoli
    > utenti...tanto
    > > loro
    > > > continueranno a
    > guadagnarci...l'hardware
    > > > open e' ancora lontano!
    > >
    > > quindi sottointendi il software open
    > come un
    > > danno economico ???
    > >
    > > Ricordate linari di tutte le
    > età: mai
    > > nessun idiota investirà
    > direttamente
    > > o indirettamente nel software gratis
    > (girala
    > > come vuoi è sempre gratis)...
    > IBM e
    > > Toshiba stanno solo sfruttando il fumo
    > che
    > > esce dal cu*o del pinguino...
    >
    > Explorer è gratis.
    >

    explorer è un tuttuno con windows... non capisco infatti il tuo riferimento... oppure hai 12 anni
    non+autenticato

  • > > Explorer è gratis.
    > >
    >
    > explorer è un tuttuno con windows...
    > non capisco infatti il tuo riferimento...
    > oppure hai 12 anni

    explorer ti fanno credere che è tuttuno con windows. te lo danno e tu te lo cucchi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Se le case produttrici di computer
    > vogliono
    > > veramente stupirci per la loro
    > lungimiranza
    > > verso tutte le piattaforme, che inizino
    > a
    > > fare quel lungo, noioso, poco produttivo
    > > lavoro di migrazione dei driver, senza
    > > lasciare alla buona volontà ed
    > > inventiva dei singoli utenti...tanto
    > loro
    > > continueranno a guadagnarci...l'hardware
    > > open e' ancora lontano!
    >
    > quindi sottointendi il software open come un
    > danno economico ???
    >
    > Ricordate linari di tutte le età: mai
    > nessun idiota investirà direttamente
    > o indirettamente nel software gratis (girala
    > come vuoi è sempre gratis)... IBM e
    > Toshiba stanno solo sfruttando il fumo che
    > esce dal cu*o del pinguino...

    Beh, spero che nessuno investa nelle tue capacità informatiche (quello si che sarebbe un idiota!).
    Al contrario ti vedrei bene con un badile in mano, in una stalla possibilmente........
    non+autenticato

  • > Ricordate linari di tutte le età: mai
    > nessun idiota investirà direttamente
    > o indirettamente nel software gratis (girala
    > come vuoi è sempre gratis)... IBM e
    > Toshiba stanno solo sfruttando il fumo che
    > esce dal cu*o del pinguino...

    Ma vai a raccogliere la provvigione sulle marchette che ha fatto oggi tua madre!!!
    non+autenticato
  • > Ma vai a raccogliere la provvigione sulle
    > marchette che ha fatto oggi tua madre!!!
    Gestite con M$ Money (tm)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Ma vai a raccogliere la provvigione
    > sulle
    > > marchette che ha fatto oggi tua madre!!!
    > Gestite con M$ Money (tm)

    Rigorosamente piratato, naturalmente.....
    Fan LinuxFan Apple
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > quindi sottointendi il software open come un
    > danno economico ???
    >
    > Ricordate linari di tutte le età: mai
    > nessun idiota investirà direttamente
    > o indirettamente nel software gratis (girala
    > come vuoi è sempre gratis)... IBM e
    > Toshiba stanno solo sfruttando il fumo che
    > esce dal cu*o del pinguino...

    e dajie ... IL SOFTWARE LIBERO NON E' GRATIS.
    chi lavora col software libero non vende belle scatole colorate col prezzo sopra, ma vende SERVIZI.
    chef
    191
  • Ma che noia questa guerra tra linux e windows, se Toshiba ha deciso così si vede che avrà i suoi buoni motivi anche se apparentemente è solo per una questione di velocità di caricamento. A me sembra una buona notizia, insomma come utente linux la accolgo favorevolmente. Ma a causa di un paio di software indispensabili sono anche utente windows, che, usando solo per quella ragione, si carica veloce come una lippa. Inviterei i linux ad abbandonare un po' quell'aria saccente (lo so che avete letto miliardi di man e how-to) e i windows a desistere dal massacrare verbalmente con tono sarcastico chi non usa il loro S.O.
    non+autenticato

  • > Inviterei i linux ad abbandonare un po'
    > quell'aria saccente (lo so che avete letto
    > miliardi di man e how-to) e i windows a
    > desistere dal massacrare verbalmente con
    > tono sarcastico chi non usa il loro S.O.

    bravo e poi cosa facciamo?
    non+autenticato
  • ci sono tante cose belle nella vita, non rovinatevi il fegato così inutilmente Sorride
    non+autenticato