Il primo portale televisivo

Varato ufficialmente dalla Regione Piemonte in collaborazione con RAI sul digitale terrestre. Gasparri: chi critica questo medium lo fa per pura malafede

Roma - Lo chiamano t-Government ed è la pubblica amministrazione via televisione interattiva, un cappello sotto il quale si moltiplicheranno i servizi della PA come quello varato in Piemonte.

La Regione Piemonte ha infatti annunciato in collaborazione con RAI il primo portale televisivo regionale, che in futuro offrirà informazioni e consentirà ai cittadini grazie all'interazione tramite decoder di attivare una serie di servizi come la prenotazione di una visita medica e altro ancora. Secondo il ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri, il progetto piemontese segna la via: "Le potenzialità del nuovo mezzo sono immense, e ne fanno una grande rivoluzione industriale, tecnologica, della conoscenza e un'opportunità per una grande alfabetizzazione telematica degli utenti. Chi lo critica lo fa per pura malafede".

Per ora del nuovo portale fruiranno cento anziani della ASL 1 di Torino ma la possibilità di allargamento va di pari passo con la diffusione dei decoder: stime ufficiali parlano di 13mila set top box per il digitale terrestre venduti in Piemonte.
Ieri, nel frattempo, Mediaset ha annunciato di aver inviato alcune lettere di diffida a siti che vendono online i decoder per la televisione digitale terrestre associandoli talvolta al nome o al marchio dell'azienda. Mediaset ha spiegato di non aver mai né prodotto né commercializzato prodotti di questo tipo. "A tutela propria e dei consumatori - si legge in una nota - Mediaset ha diramato una lettera-diffida ad alcuni siti web che utilizzano impropriamente il marchio Mediaset". Oltre alla diffida, Mediaset ha anche deciso di eliminare il proprio "bollino" con cui aveva fin qui certificato la possibilità di usare determinati apparecchi con le applicazioni per il digitale sviluppate dalla società.
TAG: italia
40 Commenti alla Notizia Il primo portale televisivo
Ordina
  • Il progetto DTT è fallimentare sul nascere. E non lo dico io che non capisco un tubo, lo dice il libro bianco edito dal garante delle tcl: http://www.agcom.it/provv/libro_b_00/librobianco00...
    Basta fermarsi all'introduzione che ci dice questi numeri:
    Al 01 gennaio del 2007, quando sarano scomparsi (si spera che scompaiano prima certi individui) i 55 canali analogici, al massimo potremo avere, se vogliano salvare le relatà locali, 112 programmmi digitali!!!!
    Tutto sto can-can per raddoppiare appena la capacità dei canali terrestri quando con il satellitare potremo avere praticamente infiniti canali e la possibilità di accesso a costi relativamente bassi (basti pensare a quanto costa una rete di ripetitori).
    Ma allora a chi conviene questo DTT?
    proviamo a fare qualche conto:
    un decoder DTT costa 250 Euro ma vale con con decoder da 150. Allora questi 100 Euro in più in tasca a chi vanno?
    e da chi sono tirati fuori? dal governo? NO dalle nostre tasche, dai tagli ai sociale ... insomma 100 Milioni di euro in tasca a chi distrubuisce i decoder.
    Ma superiamo la logica del conflitto di interessi ed andiamo a fare i conti più spiccioli:
    Decoder terrestre = 100 Euro
    Sistemazione impianto antenna (tutto ossidato) = 300 Euro
    Totale = 400 Euro (550 senza contributo statale).
    Se invece metto la parabola, con 250 Euro me la cavo e risparmio ben 150 Euro, guarda caso proprio quei 150 Euro che il ministro sta rubando dalle tasche di tutti quelli che come me pagano tutte le tasse.
    Ma sul serio siamo diventati una mandria di BUOI da macello?
    ---
    Sfido qualcuno a rispondermi su questi numeri, lo stesso responsabile del progetto della regione Piemonte dovrebbe indicarmi quantio sono quegli Italiani che, abbandonato il comodo PC per navigare con mouse e tastiera, si mette davati ad un TV, con un telecomando scomodissimo ed astruso, senza nemmeno avere la cognizione di quanto spenderà di telefono?
    Ma crede davvero che la vecchietta userà il top-of-box? o forse la vecchietta, con la poca pensione che ha disposizione, si contentava dei canali analogici, e non era costretta a dover pagare ancora più salato (senz'altro la vecchietta avrà un impianto terrestre malconcio) quel poco di divertimento che la TV analogica, pur col canone, ancora gli avrebbe concesso?
    Allora il T-gov, finanziato con 10 MEuro, cui prodest, caro presidente della regione Piemonte?
    Me lo dica per favore?
  • Io sono stanco di questo governo da ogni lato in cui lo guardo, ma una delle cose che più me lo fa disprezzare è il tono propaganditico con cui chiunque non sia d'accordo con loro viene insultato.
    Io di farmi dire che sono in malafede da un maggiordomo analfabeta che firma leggi senza nemmeno sapere cosa sta firmando ne ho davvero poca voglia.
    Siamo da anni nell'era di Internet e questi pezzenti spendono e ci fanno spendere miliardi per una tecnologia che nessuno ha chiesto, obsoleta, lenta e costosa. Chi non capisce abbastanza di Internet per usare i servizi online, certo non imparerà magicamente a usare il digitale terrestre. Mentre chi sa usare internet di tornare alle caverne con un'interattività degna di un gameboy non ne avrà certo voglia.
    Tutti a casa (e chi se lo merita, in galera!)
    non+autenticato
  • Il maggiordomo analfabeta che firma leggi senza nemmeno sapere cosa sta firmando probabilmente conosceva già la tua risposta. Interattività, internet falla capire a chi si perde difronte a una trasmissione via Sat.

    Non sentirti troppo saccente solo perchè sai fare delle cose in realtà chi dice o mostra di sapere non sà niente.
    Sun Tzu (IV sec. a.c.)
    non+autenticato
  • Chi l'ha detto che l'interattività, ovvero l'uso del modem incorporato nei ricevitori, debba per forza essere a pagamento? Nessuno, basta che il numero da chiamare sia un numero non a pagamento...
    Faccio invece notare che il ricevitore è in grado di comporre QUALSIASI numero ed anche di RICEVERE telefonate dall'esterno... quindi significa che potrebbe anche servire per fare semplicemente cose che praticamente nessuno ha mai fatto con un computer...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Chi l'ha detto che l'interattività,
    > ovvero l'uso del modem incorporato nei
    > ricevitori, debba per forza essere a
    > pagamento? Nessuno, basta che il numero da
    > chiamare sia un numero non a pagamento...

    Fammi capire, quanti dei numeri telefonici oggi in uso per televoti e cazzate simili sono gratuti? Nessuno. E perché in futuro dovrebbe essere diverso?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Chi l'ha detto che
    > l'interattività,
    > > ovvero l'uso del modem incorporato nei
    > > ricevitori, debba per forza essere a
    > > pagamento? Nessuno, basta che il numero
    > da
    > > chiamare sia un numero non a
    > pagamento...
    >
    > Fammi capire, quanti dei numeri telefonici
    > oggi in uso per televoti e cazzate simili
    > sono gratuti? Nessuno. E perché in
    > futuro dovrebbe essere diverso?

    Nessuno, e quasi nessuno e' geografico: sono tutti a tariffazione speciale!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > [...]
    > Faccio invece notare che il ricevitore
    > è in grado [...] anche di RICEVERE telefonate
    > dall'esterno... quindi significa che
    > potrebbe anche servire per fare
    > semplicemente cose che praticamente nessuno
    > ha mai fatto con un computer...
    Un centralino autorisponditore in java?:D
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Chi l'ha detto che l'interattività,
    > ovvero l'uso del modem incorporato nei
    > ricevitori, debba per forza essere a
    > pagamento?
    Basta guardare il televoto. bastava anche che lo facessero con tariffazione urbana normale, ma loro hanno fatto gli 899, 166, etc e visto che molti polli abboccano (papi, dai, votiamo il beniamino preferito del GF, e via in euro) perchè dovrebbero fare diversamente

    Nessuno, basta che il numero da
    > chiamare sia un numero non a pagamento...
    Ne hai trovati nel GF, fattoria e mer**te varie? No?? Allora vuol dire che non lo faranno

    > Faccio invece notare che il ricevitore
    > è in grado di comporre QUALSIASI
    > numero ed anche di RICEVERE telefonate
    > dall'esterno...
    questo non lo sapevo.

    quindi significa che
    > potrebbe anche servire per fare
    > semplicemente cose che praticamente nessuno
    > ha mai fatto con un computer...

    Magari il box memorizza in quale fascia oraria resta sinstonizzato (e su quale canale) di più, e con la telefonata che ti fanno verso il box potrenno sapere quali sono i programmi preferiti.. non, so...

    A cosa potrebbe servire ricevere telefonate??
    F.
    529

  • - Scritto da: F.
    ...
    >
    > Magari il box memorizza in quale fascia
    > oraria resta sinstonizzato (e su quale
    > canale) di più, e con la telefonata
    > che ti fanno verso il box potrenno sapere
    > quali sono i programmi preferiti.. non,
    > so...
    >

    E se invece fosse il box stesso ad effettuare la chiamata in uscita, verso numero a pagamento, per comunicare le tue preferenze ?

    Visto le spinte mi viene da pensare questo.

    Niente gratis

    Pagare anche per farsi fregare.

    ciao
    clg
    46


  • - Scritto da: clg
    >
    > - Scritto da: F.
    > ...
    > >
    > > Magari il box memorizza in quale fascia
    > > oraria resta sinstonizzato (e su quale
    > > canale) di più, e con la
    > telefonata
    > > che ti fanno verso il box potrenno
    > sapere
    > > quali sono i programmi preferiti.. non,
    > > so...
    > >
    >
    > E se invece fosse il box stesso ad
    > effettuare la chiamata in uscita, verso
    > numero a pagamento, per comunicare le tue
    > preferenze ?

    ancora peggio!

    > Visto le spinte mi viene da pensare questo.
    >
    > Niente gratis
    >
    > Pagare anche per farsi fregare.
    >
    > ciao

    Grande, hai inventato il nuovo slogan!

    Pagare anche per farsi fregare
    Compralo anche tu!
    e non ti preoccupare
    mica ti vogliamo in****are!
    F.
    529
  • Per chi non lo sapesse RAI è assolutamente pronta per MPEG4 ed infatti si sono già fatti esperimenti soprattutto per la ricezione su mezzi mobili: si chiama DVB-H
    A titolo di cronaca faccio notare che non esiste nessuna emittente satellitare MPEG4 giacchè a parità di banda MPEG2 costa meno... e non ci sono problemi di larghezza di banda e non credo che MPEG4 sia qualitativamente molto meglio di MPEG2 a parità di larghezza di banda...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Per chi non lo sapesse RAI è
    > assolutamente pronta per MPEG4 ed infatti si
    > sono già fatti esperimenti
    > soprattutto per la ricezione su mezzi
    > mobili: si chiama DVB-H

    Molto bene.

    > A titolo di cronaca faccio notare che non
    > esiste nessuna emittente satellitare MPEG4
    > giacchè a parità di banda
    > MPEG2 costa meno...

    Costa meno???
    In soldi? In potenza richiesta dal processore/chip per comprimere/decomprimere?
    Spiegati meglio, ma soprattutto indica le fonti.

    > e non ci sono problemi
    > di larghezza di banda e non credo che MPEG4
    > sia qualitativamente molto meglio di MPEG2 a
    > parità di larghezza di banda...

    A parità di larghezza di banda, tra MPEG4 e MPEG2 c'è un abisso a favore di MPEG4. Poi adesso che c'è il nuovo codec MPEG4 AVC (che in realtà è H.264) l'abisso è diventato immenso (non a caso è stato scelto dal DVD Forum per TV/DVD ad alta definizione):
    "L'H.264/AVC è un codec video estremamente scalabile, in grado di fornire una qualità eccellente su tutte le ampiezze di banda ? dalla televisione ad alta definizione alla vido conferenza al multimedia mobile su reti 3G. Come mostrato in una anteprima durante la convention della NAB - National Association of Broadcasters in aprile, un video codificato ad un piena risoluzione ad alta definizione (1.920 x 1.080 24p) è stato fatto girare fra i 6,8 e gli 8 Mbps su un Power Mac G5 con doppio processore, garantendo la piena qualità HD, arrivando a richiedere anche la metà della velocità di trasmissione dati rispetto all'MPEG2."
    (http://www.macitynet.it/macity/aA18238/index.shtml)
    Come vedi, se richiede metà velocità vuoi dire che invia metà dati ovvero che a parità di qualità ha compresso il doppio. Ora se invece il test fosse stato fatto a parità di banda, certamente MPEG4 avrebbe avuto una qualità ben superiore a MPEG2.


    non+autenticato
  • Per la valutazione oggettiva (o soggettiva) della qualità percepita nella visione di un audiovisivo entrano in gioco moltissime variabili e tipologie di "osservazione partecipante" per la rilevazione. Per farla brevissima possiamo affermare che la qualità percepita di un flusso audiovisivo compresso (ci ho messo anche l'audio) non dipende linearmente dalla banda passante, e fin qui mi pare ovvio. Meno ovvio è sottolineare che la qualità dell'audio (quella percepita, non quella tecnicamente oggettiva) influenza la qualità percepita del video, come dimostrarono i noti esperimenti del MIT.
    Tutto questo per dire che a parità di banda che vogliamo occuparel'uso di un codec piuttosto che di un altro non cambia molto le carte in tavola, soprattutto se la "maggior parte" degli spettatori non sono in grado (e non lo sono) di percepire una differenza qualitativa segnalabile. Diverso il caso in cui si decida di occupare meno banda possibile per ampliare il numero dei canali: nel caso Televisione Digitale Terrestre il numero dei canali non è un problema, ce ne sono anche troppi potenziali e troppo pochi effettivi (come molti lamentano). Non volendo un numero di canali superiore, quindi, la scelta di usare MPEG2 non è tanto male, visto che qualitativamente la maggior parte delle persone la percepisce come ottima (tutti noi appassionati di computer sappiamo quanto possono sembrare diverse le cose anche cambiando una semplice impostazione in un menù quasiasi...). Inoltre i decoder hardware si trovano a buon mercato: il lettore Divx più economico da tavolo costa ancora 100 euro, il DVD più economico 29 euro. Ma non dimentichiamo che il problema non sono tanto i costi lato utente finale quanto quelli lato produzione: tutta la catena digitale di produzione è oggi imperniata su MPEG2: avrebbe senso, dal punto di vista qualitativo, cambiare soltanto l'ultimo anello?
    Quindi, all'atto pratico, a cosa potrebbe servire oggi l'uso di MPEG4? Tra l'altro basta sintonizzare Euro1080 da Astra a 19 ° per vedere che in fondo anche MPEG2 riesce a visualizzare oltre mille righe orizzontali; certo servono tanti Mbit ma per il momento quelli ci sono, mancano i programmi invece, ovvero mancano i programmi prodotti in HD, e quella è una questione di costi, tanto per cambiare.

    f. rocchi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Per farla brevissima possiamo
    > affermare che la qualità percepita di
    > un flusso audiovisivo compresso (ci ho messo
    > anche l'audio) non dipende linearmente dalla
    > banda passante, e fin qui mi pare ovvio.

    Sì, ma è altrettanto ovvio che se MPEG4 AVC ti dà la stessa qualità di MPEG2 ma utilizzando metà banda, allora utilizzando la stessa banda ti darà una qualità superiore.

    > Tutto questo per dire che a parità di
    > banda che vogliamo occuparel'uso di un codec
    > piuttosto che di un altro non cambia molto
    > le carte in tavola

    Non credo proprio. Prova ad utilizzare MPEG1 e MPEG2 (o MPEG4) con lo stesso stesso bit-rate. La differenza è abissale, e questo perché sotto ci sono sempre nuovi algoritmi che permettono di comprimere di più perdendo sempre meno informazione originale.

    > Inoltre i decoder
    > hardware si trovano a buon mercato: il
    > lettore Divx più economico da tavolo
    > costa ancora 100 euro, il DVD più
    > economico 29 euro.

    Questo perché DivX, pur essendo basato su MPEG4, è un formato proprietario.

    > Ma non dimentichiamo che
    > il problema non sono tanto i costi lato
    > utente finale quanto quelli lato produzione:
    > tutta la catena digitale di produzione
    > è oggi imperniata su MPEG2: avrebbe
    > senso, dal punto di vista qualitativo,
    > cambiare soltanto l'ultimo anello?

    E chi ha parlato di cambiare l'ultimo anello.
    MPEG4 è stato scelto (in realtà assieme a Windows Media 9) per la tv ed i dvd ad alta definizione, e ciò implicherebbe cambiare tutti gli anelli, non solo l'ultimo. Certo ne passeranno di anni, ma la strada e gli standard sono già stati delineati. Anzi oserei dire, ironicamente, che siamo in anticipo visto che il digitale terrestre è arrivato solo adesso.

    non+autenticato

  • > Sì, ma è altrettanto ovvio che
    > se MPEG4 AVC ti dà la stessa
    > qualità di MPEG2 ma utilizzando
    > metà banda, allora utilizzando la
    > stessa banda ti darà una
    > qualità superiore.

    Cercavo di dire proprio il contrario: la qualità aumenta non linearmente significa che aumenta sempre meno all'aumentare della banda ergo non è vero che raddoppiando la banda aumenta la "qualità"


    > Non credo proprio. Prova ad utilizzare MPEG1
    > e MPEG2 (o MPEG4) con lo stesso stesso
    > bit-rate. La differenza è abissale, e
    > questo perché sotto ci sono sempre
    > nuovi algoritmi che permettono di comprimere
    > di più perdendo sempre meno
    > informazione originale.
    >

    Qui l'errore è più grossolano, un po come confrontare meloni e cocomeri (angurie...). Primo, non è vero che la differenza è abbissale, la differenza è differente e a qualcuno potrebbe non piacere: per esempio il classico effetto "aquarello" dei codec mpeg 4 per molti "si vede meglio" per altri "si vede sfocato". E l'ultima affermazione è smentita da se stessa: comprimono sempre di più perchè perdono sempre di più " 'informazione originale" (e potremmo discutere su quale sia l'informazione originale, mi ricordo le polemiche dei puristi che ce l'avevano con il suono digitale dei cd degli anni 80, poi si dimenticavano che anche i dischi di vinile erano incisi da un master digitale...)


    > > Inoltre i decoder
    > > hardware si trovano a buon mercato: il
    > > lettore Divx più economico da
    > tavolo
    > > costa ancora 100 euro, il DVD più
    > > economico 29 euro.
    >
    > Questo perché DivX, pur essendo
    > basato su MPEG4, è un formato
    > proprietario.

    E infatti chi ha mai detto di voler usare DiVX? nessun broadcaster... Dato che Chiariglione (quello che l'MPEG4 l'ha inventato...) abita a Torino non credo che ci manchino i codec: infatti ci mancano i decoder hardware allo stesso prezzo di quelli MPEG2, io questo intendevo dire.


    > MPEG4 è stato scelto (in
    > realtà assieme a Windows Media 9) per
    > la tv ed i dvd ad alta definizione, e
    > ciò implicherebbe cambiare tutti gli
    > anelli, non solo l'ultimo. Certo ne
    > passeranno di anni, ma la strada e gli
    > standard sono già stati delineati.
    > Anzi oserei dire, ironicamente, che siamo in
    > anticipo visto che il digitale terrestre
    > è arrivato solo adesso.

    1) Ma chi l'ha scelto? L'EBU? Io penso che dietro all'adozione di Windows Media ci sia Redmond e non i broadcaster europei...
    2)Passeranno gli anni... si passeranno, sono già passati dal 1990 in cui RAI ha trasmesso le partite del mondiale in HD e con l'MPEG2. Nel frattempo abbiamo capito che il pubblico non è interessato all'alta definizione e infatti si vendono carrettate di "plasmi" che agli occhi di noi utilizzatori di monitor a cristalli liquidi fanno rabbrividire...
    3) il digitale terrestre non è arrivato adesso, ovvero per farlo partire commercialmente adesso se ne parla da anni, perchè servono anni per fare le cose e quando si comincia sicuramente ci si mette il massimo impegno: per quanto riguarda le scelte tecnico/commerciali modestamente l'italia non ha mai fatto un passo falso e meno male, la radio e la televisione l'abbiamo inventata noi...

    morale: è ovvio che io vorrei un sinto da 1080 linee a 100 euro e niente pay... ma è pure ovvio che non si può fare... a meno di non usare un computer e una scheda sinto satellite e terrestre... ma questi sono affari nostri, di appassionati.

    f.rocchi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Cercavo di dire proprio il contrario: la
    > qualità aumenta non linearmente
    > significa che aumenta sempre meno
    > all'aumentare della banda ergo non è
    > vero che raddoppiando la banda aumenta la
    > "qualità"

    Sì, ma continui a non voler capire i risultati della prova fatta.
    Ora vedo di chiarire con un esempio: se per avere l'HD con la stessa qualità MPEG2 richiede 16 Mbit/s mentre MPEG4 né richiede la metà ovvero 8 Mbit/s, allora è ovvissimo che se fai confronto a parità di bit-rate ovvero se imposti anche MPEG2 a 8 Mbit/s allora la qualità di MPEG4 sarà superiore a quella di MPEG2. E bada bene che non dico e non ho detto che sarà il doppio, ho detto solo superiore (non ho mai parlato di lineare).

    > Qui l'errore è più grossolano,
    > un po come confrontare meloni e cocomeri
    > (angurie...). Primo, non è vero che
    > la differenza è abbissale, la
    > differenza è differente e a qualcuno
    > potrebbe non piacere: per esempio il
    > classico effetto "aquarello" dei codec mpeg
    > 4 per molti "si vede meglio" per altri "si
    > vede sfocato".

    Effetto acquarello? Di cosa stai parlando?
    Poi hai mai provato MPEG4 e MPEG2 con gli stessi bit-rate?
    Hai mai sentito parlare di PSNR?

    Assolutamente no. Ma cosa credi che a parità di bit-rate, MPEG2 sia migliore di MPEG4, e MPEG1 di MPEG2?
    Ma allora prova a comprimere un film in DVD in un CD utilizzando sia MPEG2 e che MPEG4 (o DivX o XviD che fondamentalmente sono codec MPEG4) e poi guarda il risultato.
    Guarda che in MPEG4 ci sono tutti gli algoritmi presenti in MPEG2 e MPEG1, più ovviamente di nuovi con prestazioni migliori.
    E non te lo dico tanto per dire: la mia tesi di laurea in informatica ha riguardato la modifica di un codec MPEG-4 (composto da 80.000 righe di codice sorgente scritte in C).

    > E infatti chi ha mai detto di voler usare
    > DiVX? nessun broadcaster...

    Guarda che sei tu che hai tirato fuori i lettori DivX, non io.
    Se questi lettori ci sono sul mercato è semplicemente perché c'è una piccola fetta di mercato che utilizza DivX (sul pc).

    > Dato che
    > Chiariglione (quello che l'MPEG4 l'ha
    > inventato...)

    Lo so benissimo chi è: il suo gruppo (l'MPEG) ha inventato tutti i codec ed i formati MPEG (MPEG-1, MPEG-2, MPEG-3 poi inglobato in MPEG-2, MPEG-4, MPEG-7 e MPEG-21).

    > infatti ci mancano i
    > decoder hardware allo stesso prezzo di
    > quelli MPEG2, io questo intendevo dire.

    E allora? Non capisco cosa vuoi dire.
    Finché MPEG4 non sarà utilizzato da qualcuno su vasta scala (o dall'alto i broadcaster, o dal basso gli utenti finali sui loro pc), come fai a pretendere che vengano venduti lettori MPEG-4 ai prezzi dei richiestissimi lettori dvd normali. E' una legge di mercato: più se ne vendono e più cala il prezzo. Anche i lettori DVD (come i decoder sat) all'inizio avevano prezzi assurdi.

    > > MPEG4 è stato scelto (in
    > > realtà assieme a Windows Media
    > 9) per
    > > la tv ed i dvd ad alta definizione, e
    > > ciò implicherebbe cambiare tutti
    > gli
    > > anelli, non solo l'ultimo. Certo ne
    > > passeranno di anni, ma la strada e gli
    > > standard sono già stati
    > delineati.
    > > Anzi oserei dire, ironicamente, che
    > siamo in
    > > anticipo visto che il digitale terrestre
    > > è arrivato solo adesso.
    >
    > 1) Ma chi l'ha scelto? L'EBU? Io penso che
    > dietro all'adozione di Windows Media ci sia
    > Redmond e non i broadcaster europei...

    Il DVD Forum:
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=47171
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=49170

    > 2)Passeranno gli anni... si passeranno, sono
    > già passati dal 1990 in cui RAI ha
    > trasmesso le partite del mondiale in HD e
    > con l'MPEG2.

    E questa dove l'hai letta? L'MPEG2 è diventato standard internazionale solo nel 1995. E poi la Rai a chi ha trasmesso in HD: a pochi eletti che già nel 1990 disponevano di televisori che in commercio non ci sono neanche adesso (in Italia ovviamente) o ha fatto tutto al suo interno?

    > Nel frattempo abbiamo capito
    > che il pubblico non è interessato
    > all'alta definizione e infatti si vendono
    > carrettate di "plasmi" che agli occhi di noi
    > utilizzatori di monitor a cristalli liquidi
    > fanno rabbrividire...

    Aperta parentesi.
    Tu sei uno di quelli che crede che gli LCD siano belli? Aspetta qualche tempo (2-3 anni) e vedrai come ti si sfoca il tuo.
    Dalle mie parti al Carrefur sopra ai loro 20 LCD hanno messo una bella luce al neon blu per non far vedere quanto i colori fanno schifo. Per non parlare del fatto che visualizzano di continuo solo film, per non far vedere che i caratteri ormai sono illeggibili.
    Personalmente aspetto che arrivino gli OLED.
    Chiusa parentesi.

    Ma come fai a dire che il pubblico non è interessato all'alta definizione, quando non c'è modo di averla, provarla o almeno vederla di sfuggita?

    Se il tuo ragionamento fosse giusto, a quest'ora sarenno ancora tutti legati al VHS, e il DVD non avrebbe mai preso piede.

    > 3) il digitale terrestre non è
    > arrivato adesso, ovvero per farlo partire
    > commercialmente adesso se ne parla da anni,
    > perchè servono anni per fare le cose
    > e quando si comincia sicuramente ci si mette
    > il massimo impegno

    Il digitale terrestre non parte commercialmente adesso: è ancora in fase di sperimentazione e lo rimarrà fino al 2006. Sono proprio questi gli anni in cui "se ne parla". Se invece ti riferisci agli standard che ci sono dietro al digitale terrestre, allora questi erano già stati definiti prima che si partisse con la sperimentazione.

    > morale: è ovvio che io vorrei un
    > sinto da 1080 linee a 100 euro e niente
    > pay... ma è pure ovvio che non si
    > può fare... a meno di non usare un
    > computer e una scheda sinto satellite e
    > terrestre... ma questi sono affari nostri,
    > di appassionati.

    Sì giusto, ma non capisco cosa c'entra tutto questo con la mia affermazione originale, ovvero che MPEG4 anche ad alti bit-rate è meglio di MPEG2.
    non+autenticato
  • Il fatto che tu sia convinto che a parità di bitrate MPEG 4 sia migliore di MPEG 2 l'avevo capito, ma è soltanto una tua opinione. Peraltro non c'è modo di confrontare la tua opinione con la mia proprio perchè stiamo discutendo di algoritmi adattivi, che sfruttano le caratteristiche psicovisive della percezione umana e, ovviamente, la tua percezione è diversa dalla mia. In altri anni con la mia percezione, più che altro acustica, ci campavo e ovviamente inorridivo al suono del "Minidisc", pensa come mi sento oggi al leggere che MP3 garantisce la stessa qualità del CD...
    L'effetto "aquarello" è quella schifezza che maschera la scarsa definizione, l'estremizzazione è la tipica resa di Real Video: si vede "bene"?
    Il fatto di essere un programmatore poi ti impedisce di dare l'importanza che merita al problema marketing e più in generale ai costi: tutti i broadcaster sono attrezzati per MPEG2 e non abbiamo problemi di larghezza di banda (per il momento) quindi perchè non usare la tecnologia che costa meno già adesso?.
    Il grande pubblico non è interessato alla qualità e lo si capisce dalla storia. Vince il VHS sul betamax perchè le cassette VHS preregistrate si trovavano e le beta no. Perde il Laserdisc contro il VHS soltanto perchè ancora c'erano le solite cassette. Vince il DVD su VHS dopo dieci anni dalla sua potenziale affermazione semplicemente perchè produrre le cassette costa molto di più e quindi nei noleggi arrivano i dischi e contemporaneamente si abbattono i costi dei decodificatori MPEG2... Non mi sembra che nessuno sia interessato all'alta definizione sia per tanti motivi storici sia perchè nessuno compra videoproiettori, che al momento insieme a pochi altri schermi (a cristalli) offrono una risoluzione verticale accettabile per le 1080 linee di Euro 1080. Si, ho visto che sono usciti dei dischi windowsmedia ad alta risoluzione... per non parlare dell'audio, dove la qualità è inesistente anche per la maggioranza dei "tecnici".
    Commettevo anchio lo sbaglio di considerare solo la tecnica, quando ero più giovane: nel 1990 le partite in HD RAI le ho viste di persona all'hotel hilton dove era stata allestita una sala, i privati non erano coinvolti nella prova. Il televisore Sony (il tutto era in collaborazione con sony) era profondo quanto il congelatore Algida del bar...
    Non esiste solo la tecnica, infatti nelle aziende di solito le decisioni le prende il marketing...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il fatto che tu sia convinto che a
    > parità di bitrate MPEG 4 sia migliore
    > di MPEG 2 l'avevo capito, ma è
    > soltanto una tua opinione.

    E' anche l'opinione di chi ha fatto la prova descritta nel link che ho postato precedentemente, ed praticamente di tutti gli utenti che abbiano mai avuto a che fare veramente con MPEG2 e MPEG4.
    Il contrario è solo tua opinione, e sei l'unico che abbia mai letto (o sentito) che sostiene ciò.

    > Peraltro non
    > c'è modo di confrontare la tua
    > opinione con la mia proprio perchè
    > stiamo discutendo di algoritmi adattivi, che
    > sfruttano le caratteristiche psicovisive
    > della percezione umana e, ovviamente, la tua
    > percezione è diversa dalla mia.

    Peccato che gli algoritmi basati sul sistema psicovisivo umano siano identici: non sono cambiati da MPEG2 a MPEG4.

    > In
    > altri anni con la mia percezione, più
    > che altro acustica, ci campavo e ovviamente
    > inorridivo al suono del "Minidisc", pensa
    > come mi sento oggi al leggere che MP3
    > garantisce la stessa qualità del
    > CD...

    Bravo. Ma confrontare MPEG2 con MPEG4, non è come confrontare una traccia di un cd audio (che non è compressa) con MP3; al limite e solo vagamente è come confrontare MP3 con OggVorbis o MPEG4 AAC (Adavanced Audio Coding).

    > L'effetto "aquarello" è quella
    > schifezza che maschera la scarsa
    > definizione, l'estremizzazione è la
    > tipica resa di Real Video: si vede "bene"?

    Bravo 2. Usa un bit-rate serio anche con MPEG4 come quello utilizzato per MPEG2 sui DVD, e non quelli utilizzati per far stare un film su un CD o peggio quelli usati da Real Video per fare lo streaming video su connessione ADSL (che è lentissima per questo tipo di applicazione) o peggio 56k.

    > Il fatto di essere un programmatore poi ti
    > impedisce

    Ha parlato Dio.

    > tutti i broadcaster sono
    > attrezzati per MPEG2 e non abbiamo problemi
    > di larghezza di banda (per il momento)

    Questo lo dici solo tu: i broadcaster hanno invece problemi di costi e non hanno affatto una larghezza di banda grande a piacere.
    Ti sei mai chiesto perché i canali free to air (gratis) più interessanti sono finiti tutti sotto Sky? Semplice per ridurre i costi.
    Così noi se vogliamo vederli dobbiamo pagare Sky: hanno inventato i canali gratis a pagamento (di terzi).

    > Il grande pubblico non è interessato
    > alla qualità e lo si capisce dalla
    > storia. Vince il VHS sul betamax
    > perchè le cassette VHS preregistrate
    > si trovavano e le beta no.

    Appunto. Il consumatore non aveva possibilità di scelta a causa di scelte di marketing sbagliate.

    > Perde il
    > Laserdisc contro il VHS soltanto
    > perchè ancora c'erano le solite
    > cassette.

    No. Perché non c'erano i Laserdisc: praticamente impossibili da trovare e poi con prezzi impossibili. Ancora scelte di marketing sbagliate.

    > Vince il DVD su VHS dopo dieci
    > anni dalla sua potenziale affermazione
    > semplicemente perchè produrre le
    > cassette costa molto di più e quindi
    > nei noleggi arrivano i dischi e
    > contemporaneamente si abbattono i costi dei
    > decodificatori MPEG2...

    No. Vincono i DVD perché i consumatori finalmente hanno avuto la possibilità di scelta. E poi mica sono passati dieci anni: MPEG2 è diventato standard definitivo nel 1995, e nel 2000 in Italia (all'estero anche prima) c'erano già moltissimi film in DVD sia in vendita che in affitto.
    Per non parlare del fatto che in molte videoteche (non tutte per fortuna, ma per esempio Blockbuster sì) affittano i DVD ad un costo maggiore delle VHS, ed ovunque i DVD in vendita costano di più del VHS, ma vengono scelti lo stesso (dai clienti) perché sono di qualità migliore, e non perché costano di meno a chi li affitta o li vende!

    > Non mi sembra che
    > nessuno sia interessato all'alta definizione
    > sia per tanti motivi storici

    Guarda che il DVD ha già ben più alta definizione del VHS, quindi mi sembra che l'interesse ci sia proprio.

    > sia
    > perchè nessuno compra
    > videoproiettori, che al momento insieme a
    > pochi altri schermi (a cristalli) offrono
    > una risoluzione verticale accettabile per le
    > 1080 linee di Euro 1080.

    Appunto. Ora il consumatore non ha la possibilità di scegliere l'alta definizione perché quei pochi tv o proiettori che la permetterebbero costano troppo (probabilmente tutto cambierà con l'arrivo degli OLED) e perché nessuno (a parte Euro 1080) trasmette in alta definizione.
    Questo perché nelle "alte sfere" (in Italia ed Europa) a nessuno passa per la testa di puntare sull'alta definizione. Per fortuna negli USA e in Giappone la stanno già utilizzando, quindi volenti o nolenti, prima o poi arriverà anche da noi, nonostante certi dirigenti miopi.

    > Si, ho visto che
    > sono usciti dei dischi windowsmedia ad alta
    > risoluzione... per non parlare dell'audio,
    > dove la qualità è inesistente
    > anche per la maggioranza dei "tecnici".

    Non conosco: hai un link?

    > Non esiste solo la tecnica, infatti nelle
    > aziende di solito le decisioni le prende il
    > marketing...

    Ed infatti nella storia ci sono stati molti clamorosi flop di tecnologie vincenti per colpa di marketing sbagliato (vedi sopra).
    Oserei anche dire che per colpa di certi dirigenti si sta rallentando il progresso tecnologico (vedi sopra).

    non+autenticato
  • Mah. finiamola qua perchè non mi pare che il discorso sia produttivo. Sei giovane e quindi molto sicuro di te stesso, al punto di non accorgerti che il marketing vincente è ovviamente quello giusto... quello perdente è quello sbagliato. Poi che significa quell'accenno ai canali "free" passati "sotto Sky"? Quali sono? Ti riferisci al fatto che alcuni canali compaiono nella lista EPG di Sky? Ma guarda che non significa che siano "trasmessi" da "Sky"...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mah. finiamola qua perchè non mi pare
    > che il discorso sia produttivo. Sei giovane
    > e quindi molto sicuro di te stesso

    Tipica "frase fatta" che si usa normalmente quando non si ha più argomenti che reggono. Ergo, mi sembra invece di capire che sulla questione "MPEG4 è meglio di MPEG2 anche ad alti bit-rate" tu non sia più tanto sicuro (del contrario).

    > al punto
    > di non accorgerti che il marketing vincente
    > è ovviamente quello giusto... quello
    > perdente è quello sbagliato.

    Hai praticamente scritto la cosa più ovvia del mondo, ed è quello che ho scritto anch'io: se si fa il marketing sbagliato, grazie al quale una tecnologia migliore non vince (pur avendo avuto tutte le carte in tavola per vincere perché migliore), allora il progresso tecnologico viene frenato appunto per un puro problema di marketing e non di tecnologia.

    non+autenticato
  • Sono un sostenitore del DTT, ma che senso ha non avere ancora il MUX A (Rai 1,2,3) a Milano ?
    Noi il canone lo paghiamo, ma dov'e' il servizio ?

    Siete proprio degli scalzacani.

    Osso di Seppia
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sono un sostenitore del DTT, ma che senso ha
    > non avere ancora il MUX A (Rai 1,2,3) a
    > Milano ?
    > Noi il canone lo paghiamo, ma dov'e' il
    > servizio ?
    >
    > Siete proprio degli scalzacani.
    >
    > Osso di Seppia


    vero!!! anche a casa mia (prov di brescia) con l'antenna normale si riesce a vedere solo rai1... per questo ho subito aquistato prima i decoder satellitari analogici per poi passare al digitale satellitare (ovviamente però alcuni programmi come ad esempio le partite sono tutti criptati), io pago il canone ma non usufruisco del servizio televisivo pubblico.
    non capisco perchè adesso tirano fuori il digitale terrestre visto che non hanno ancora coperto tutto il territorio con il vecchio segnale!!
    non+autenticato
  • E' impossibile, col DTT, vedere un solo canale. Tecnicamente impossibile
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)