Ogg Vorbis fa 1.0 e sfida MP3Pro

A pochi giorni dal lancio di MP3Pro, il progetto open source Ogg Vorbis rilascia la prima release candidate 1.0 del suo codec e promette battaglia ai formati proprietari

Ogg Vorbis fa 1.0 e sfida MP3ProRoma - Lo scorso anno l'open source si è infiltrato nella mischia dei formati di compressione audio, dove l'MP3 ancora la fa da padrone, ed oggi annuncia, attraverso la fondazione Xiphophorus, l'imminente arrivo della tanto agognata versione 1.0 del codec audio Ogg Vorbis.

Ogg Vorbis, di cui Punto Informatico segue gli sviluppi fin dallo scorso anno, è un formato audio compresso le cui ambizioni sono quelle di competere con i formati di nuova generazione che mirano a rimpiazzare l'ormai anziano MP3, fra cui l'MPEG 4 audio e suoi derivati (AAC e TwinVQ), PAC, MPC, WMA, e non ultimo l'MP3Pro, il successore dell'MP3 rilasciato ufficialmente la scorsa settimana.

La grande differenza rispetto ai formati appena citati è che Ogg Vorbis è completamente aperto, non proprietario, libero da royalty e brevetti. Da qualche mese le sue librerie sono passate dalla licenza LGPL a quella BSD, una scelta tesa a favorirne l'adozione anche all'interno di prodotti commerciali.
Proprio ieri il team di sviluppo di Ogg Vorbis ha rilasciato la prima, e con tutta probabilità unica, release candidate del codec (1.0 RC1): la versione definitiva è attesa nel giro di poche settimane.

"Dopo aver soppesato per un po ' questa versione, rilasceremo la 1.0", ha affermato Jack Moffitt, uno degli sviluppatori di Vorbis. "Questa versione è essenzialmente la 1.0, ma stiamo dando a noi stessi qualche tempo per schiacciare qualsiasi bacarozzo che dovesse saltar fuori".

Come ammettono gli stessi sviluppatori del progetto Ogg Vorbis, questa versione 1.0 è la base di partenza per un progetto che ambisce a far piazza pulita di ogni altro formato proprietario.
21 Commenti alla Notizia Ogg Vorbis fa 1.0 e sfida MP3Pro
Ordina