iTunes canta anche su Linux

Gli utenti del Pinguino potranno far girare sui propri PC il celebre jukebox di Apple grazie ad una nuova e imminente versione di CrossOver Office, pseudo emulatore già capace di supportare diverse applicazioni Windows

Roma - CrossOver Office, lo stesso software che già permette di far girare su Linux un lungo elenco di applicazioni per Windows, tra cui MS Office, Photoshop e Flash, offre ora agli utenti del Pinguino la possibilità di utilizzare iTunes.

Sebbene Linux già disponga di numerosi media player gratuiti, il jukebox di Apple è l'unico ad integrare un'interfaccia verso i servizi dell'ormai celebre negozio di musica iTunes Music Store; lo stesso che, a partire da ottobre, dovrebbe sbarcare anche in Italia.

La nuova versione di CrossOver Office integrante il supporto ad iTunes è la 3.1, una release in versione pre-beta e al momento disponibile per il download unicamente ai clienti registrati: la beta pubblica verrà rilasciata nelle prossime settimane. L'edizione finale è attesa verso la fine dell'anno.
"La versione 3.1 risponde al grande desiderio espresso dai nostri fedeli utenti di utilizzare iTunes", ha affermato Jeremy White, CEO di CodeWeavers, la società che sviluppa la tecnologia CrossOver. "iTunes è divenuto il numero uno, l'applicazione più richiesta. Entro la fine del 2005 prevediamo di integrare in CrossOver Office il supporto alla maggior parte delle applicazioni per Windows".

Pur basandosi su alcune tecnologie open source, CrossOver Office è un'applicazione commerciale: il suo costo è di circa 40 dollari per la versione Standard e di circa 85 dollari per la versione Professional.

Nato su Mac, dallo scorso ottobre iTunes gira nativamente anche su Windows: queste sono le due uniche piattaforme che, almeno per il momento, Apple ha scelto di supportare. Alcuni progetti open source hanno già tuttavia sviluppato software per Linux capaci di mimare alcune caratteristiche del jukebox della Mela, quali ad esempio la sincronizzazione con i player iPod. Questo è tuttavia un terreno minato visto che, su tali progetti, incombe sempre lo sguardo vigile di Apple.

In passato il celebre hacker norvegese Jon Johansen scrisse un piccolo tool che rendeva possibile, aggirando la tecnologia di digital rights management (FairPlay) di Apple, riprodurre la musica dell'iTunes Music Store anche su piattaforme diverse non supportate dalla casa della mela, quali Linux e Unix.
TAG: apple
43 Commenti alla Notizia iTunes canta anche su Linux
Ordina
  • Ma somiglia al file sharing o no?

    Duca Conte TB (m2o)
    non+autenticato
  • > Ma somiglia al file sharing o no?

    NO

    > Non ho mai capito sta storia dell'iTunes

    Ecco bravo, non ne hai proprio capito niente.

    iTunes & p2p sono due cose agli antipodi.

    Con il primo compri dei file musicali da una multinazionale in combutta con le major, con il secondo condividi con chiunque qualunque tipo di file massacrando diritti d'autore e copyright di major e softwarehouse.

    Ma alle major ed alla merda commerciale che ci rifilano a 22? non posso che augurare il peggio.:(
    FAM
    281

  • - Scritto da: FAM
    > > Ma somiglia al file sharing o no?
    >
    > NO
    >
    > > Non ho mai capito sta storia dell'iTunes

    Lui ha semplicemente chiesto non c'è bisogno di essere sgarbati.
    Chiedere è lecito, rispondere è cortesia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Lui ha semplicemente chiesto non c'è
    > bisogno di essere sgarbati.

    dopo mesi che si parla di itunes / itunes music store sarebbe il caso di conoscerlo...
    è il negozio di vendita online per la musica migliore e più utilizzato al mondo!

    > Chiedere è lecito, rispondere
    > è cortesia.

    vero...oppure basterebbe consultare il sito specifico per conoscere questo prodotto/servizio
    http://www.apple.com/itunes/

    ciao.
    non+autenticato
  • E tu avresti bisogno di un diversivo, ogni tanto... Occhiolino

    Mi sembri un po' sgarbatello...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E tu avresti bisogno di un diversivo, ogni
    > tanto... Occhiolino

    forse non è chiaro ma sono un'altra persona....

    > Mi sembri un po' sgarbatello...

    sgarbato ? ma se ti ho spiegato cos'è itunes e ti ho anche allegato il link per consultare e conoscere le caratteristiche.
    quindi certe uscite infelici riservale per i tuoi amici...ma è possibile che non esiste un utente x86 con il quale è possibile parlare (scrivere) civilmente ?
    non+autenticato


  • - Scritto da: FAM
    > > Ma somiglia al file sharing o no?
    >
    > NO
    >
    > > Non ho mai capito sta storia dell'iTunes
    >
    > Ecco bravo, non ne hai proprio capito niente.
    >
    > iTunes & p2p sono due cose agli antipodi.
    >
    > Con il primo compri dei file musicali da una
    > multinazionale in combutta con le major, con
    > il secondo condividi con chiunque qualunque
    > tipo di file massacrando diritti d'autore e
    > copyright di major e softwarehouse.
    >
    > Ma alle major ed alla merda commerciale che
    > ci rifilano a 22€ non posso che augurare il
    > peggio.:(

    spero proprio che ti mandino a lavorare gratis, ma gratis nel senso che alla fine del mese il tuo datore di lavoro ti dica i soldi ce li avrei però non ti pago, forse smetteresti di dare aria alla bocca senza collegare il cervello!

    (se non te ne fossi accorto solo con il P2P e con le bacchettate che hai dato alle Major molti di quelli che si pagano da mangiare con la loro musica andrebbero a sbadilare la ghiaia in Reno, speriamo che l'iTunes Music Store venda sempre di più e che il mercato salga anche per la concorrenza e se proprio non ti vanno giù le Major basta che non compri nulla e non scarichi nemmeno illegalmente, è così che si fa la vera guerra la prezzo dei cd e ai DRM)

    inoltre ti faccio una domanda ma senza le major di cui vai blaterando potresti avere Kind of Blue? oppure Zepellin, Zepellin II e III e IV?
    White Album?
    Thriller?
    Ummagumma?
    così giusto per citare qualche titolo a caso!
    insomma apriamo gli occhi, non esiste soltanto la musica spazzatura ma una (quella buona) non potrebbe vivere senza l'altra (la spazzatura)!

    ciao

    igor
  • Grande.
    Finalmente qualcuno che non sia convinto che internet = "tutto gratuito per forza"
    Sarà ora di cambiare questa mentalità.
    Bravo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: higgybaby
    > inoltre ti faccio una domanda ma senza le
    > major di cui vai blaterando potresti avere
    > Kind of Blue? oppure Zepellin, Zepellin II e
    > III e IV?
    > White Album?
    > Thriller?
    > Ummagumma?
    > così giusto per citare qualche titolo
    > a caso!
    > insomma apriamo gli occhi, non esiste
    > soltanto la musica spazzatura ma una (quella
    > buona) non potrebbe vivere senza l'altra (la
    > spazzatura)!

    Certo, ma a me pare che tu stia citando cd decisamente *vecchi*, risalenti ad un periodo in cui il file sharing non esisteva e internet non andava nemmeno con html 3.2... I tempi sono indubbiamente cambiati, la musica s'è evoluta (e s'è anche in parte degradata), il mercato musicale è cambiato, ma in male, perché cerca di succhiar sangue ad una bestia che di sangue non ne dà più...
    Nessuno mette in dubbio che esista ancora buona musica, ma non esiste di certo "grazie" alla musica spazzatura, anzi, a mala pena sopravvive, sopraffatta dalla superficiale presenza della spazzatura mensile che ti propinano radio e tv.
    Se la suddetta spazzatura non esistesse, allora sì che cambierebbe anche il mondo della musica e del commercio musicale. Purtroppo siamo in un mondo pilotato dal commercio facile e veloce ed orientato in maniera tale che ciò perduri.

    Deprimente, vero?

    Saluti

  • - Scritto da: FAM
    > > Ma somiglia al file sharing o no?
    >
    > NO
    >
    > > Non ho mai capito sta storia dell'iTunes
    >
    > Ecco bravo, non ne hai proprio capito niente.
    >
    > iTunes & p2p sono due cose agli antipodi.
    >

    Rispondi in modo sgarbato facendo il sapientino e palesi un'insufficienza di informazioni in merito che è spaventevole.

    > Con il primo compri dei file musicali da una
    > multinazionale in combutta con le major, con
    > il secondo condividi con chiunque qualunque
    > tipo di file massacrando diritti d'autore e
    > copyright di major e softwarehouse.
    >
    Itunes è un semplice sw gratuito per l'ascolto, la gestione e la masterizzazione di mp3 e files musicali in genere. Inoltre è utile alla gestione e sincronizzazione mp3 su iPod e da un po serve ad acquistare musica online sull'ITMS. In europa questo servizio è parzialmente attivo...

    > Ma alle major ed alla merda commerciale che
    > ci rifilano a 22? non posso che augurare il
    > peggio.:(
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Rispondi in modo sgarbato facendo il
    > sapientino e palesi un'insufficienza di
    > informazioni in merito che è
    > spaventevole.

    ma sei qui per fare la solita polemica sterile...o per conoscere le caratteristiche di questo servizio ?

    forse sarebbe il caso che ti rilassassi un po'....
    non+autenticato
  • ...dove sono tutti i troll x86 che parlavano malissimo di iTunes ed Apple?

    "La versione 3.1 risponde al grande desiderio espresso dai nostri fedeli utenti di utilizzare iTunes", ha affermato Jeremy White, CEO di CodeWeavers, la società che sviluppa la tecnologia CrossOver. "iTunes è divenuto il numero uno, l'applicazione più richiesta. Entro la fine del 2005 prevediamo di integrare in CrossOver Office il supporto alla maggior parte delle applicazioni per Windows".


    ...l'applicazione più richiesta dal popolo Linux... mica fiaschi targati M$....

    Fan Apple
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ...l'applicazione più richiesta dal
    > popolo Linux... mica fiaschi targati M$....

    Adesso non t'allargare, la più richiesta... ce ne sono di priorità, in fondo è entertainment, mica ci lavori con iTunes.

    Però fa sempre piacere.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...l'applicazione più richiesta
    > dal
    > > popolo Linux... mica fiaschi targati
    > M$....
    >
    > Adesso non t'allargare, la più
    > richiesta... ce ne sono di priorità,
    > in fondo è entertainment, mica ci
    > lavori con iTunes.
    >
    > Però fa sempre piacere.

    non mi sono mica allargato io, lo ha fatto lui:
    "La versione 3.1 risponde al grande desiderio espresso dai nostri fedeli utenti di utilizzare iTunes", ha affermato Jeremy White, CEO di CodeWeavers


    Fan Apple

    PS: ed è vero fa sempre piacere... Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > ...l'applicazione più richiesta dal
    > popolo Linux... mica fiaschi targati M$....
    >
    > Fan Apple

    Ma te lo immagini il "popolo Linux" che mette mano alla carta di credito e spende un euro a botta per scaricare canzonette????
    Proprio il segmento di mercato azzeccato!

    PS: le canzonette protette M$ si aprono tranquillamente anche con il RealPlayer10.......
    non+autenticato
  • > Ma te lo immagini il "popolo Linux" che
    > mette mano alla carta di credito e spende un
    > euro a botta per scaricare canzonette????
    > Proprio il segmento di mercato azzeccato!

    Scusa, perché? Io uso linux oramai da diversi anni, come SO desktop oltre che server. Ho pagato e continuo a pagare Mandrakesoft per la mia appartenenza al loro club (soldi che vanno direttamente in ricerca e sviluppo)...
    Perché ritieni che "il popolo linux" non voglia spender soldi?
    Ho dato più soldi io a Mandrakesoft in questi anni (l'abbonamento si paga una volta all'anno) che quanto i miei amici "Windowsiani" abbiano speso per Windows dalla nascita di Win95 (solitamente, da buoni Windowsiani, lo copiano semplicemente).

    Io sinceramente non sono per nulla interessato alla musica di iTunes (protetta da DRM che me ne impediscono l'uso sui dispositivi che voglio io e non quelli che loro vogliono impormi, qualità mediocre, etc), ma con l'aumentare della percentuale di utenti desktop di Linux (siamo oramai più degli utenti Apple e il trend continua ad essere in crescita) ci sarà sicuramente qualcuno che vorrà usare questo servizio. Pertanto ben venga un iTunes per Linux.

    Ciao,
        Luca
    non+autenticato

  • > (siamo oramai più degli utenti Apple
    > e il trend continua ad essere in crescita)

    mmm...non ancora.

    http://www.google.com/press/zeitgeist.html

    non mi dire che gli utenti Linux usano poco Internet o Google...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > (siamo oramai più degli utenti
    > Apple
    > > e il trend continua ad essere in
    > crescita)
    >
    > mmm...non ancora.
    >
    > www.google.com/press/zeitgeist.html
    >
    > non mi dire che gli utenti Linux usano poco
    > Internet o Google...

    allora, a parte il fatto che nel link mi aspettavo di trovare una statistica degli accessi a google sulla base dei sistemi operativi, cosa che (saro' orbo ma) non ho trovato, ma devo veramente spiegarti io che un grandissimo numero di browsers, per evitare problemi di compatibilita' con siti specificamente resi 'ottimizzati per internet exploder' dai soliti geni, si mimetizzano facendo credere al server di essere appunto anch'essi un internet exploder?
    non lo sapevi da solo? quelle statistiche sono falsate...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > allora, a parte il fatto che nel link mi
    > aspettavo di trovare una statistica degli
    > accessi a google sulla base dei sistemi
    > operativi, cosa che (saro' orbo ma) non ho
    > trovato,

    http://www.google.com/press/zeitgeist/jun04_pie.gi...

    ma devo veramente spiegarti io che
    > un grandissimo numero di browsers, per
    > evitare problemi di compatibilita' con siti
    > specificamente resi 'ottimizzati per
    > internet exploder' dai soliti geni, si
    > mimetizzano facendo credere al server di
    > essere appunto anch'essi un internet
    > exploder?
    > non lo sapevi da solo? quelle statistiche
    > sono falsate...
    non+autenticato

  • > www.google.com/press/zeitgeist/jun04_pie.gif

    Mi spiace, non trovo più l'articolo dove l'ho letto, era un articolo di due giorni fa (forse su /. oppure su the inquirer o altra testata online) in cui si affermava che oramai gli utenti Linux superano gli utenti Mac.
    Purtroppo come ho detto, non avendola "bookmarkata" non sono più in grado di trovarla.

    Ciao,
       Luca
    non+autenticato


  • > affermava che oramai gli utenti Linux
    > superano gli utenti Mac.

    E l'articolo quali dati portava a suffragio della sua tesi ?

    Perchè per me, un utente Linux non è uno che ha installato Linux in una partizione ( ho un paio di pc, oltre al Mac, una partizione Linux ce l'hanno tutti i miei pc, ma non per questo mi considero un utente Linux ), è uno che usa SOLO Linux.

    Un utente Mac è più facile da definire: se uno ha un Mac, a parte la piccola percentuale di quelli che installano Linux su Mac, è sicuramente un utente Mac e si considera tale, anche se oltre al Mac ha un PC con Windows.

    E, mi sembra corretto dire, che per "utenti" si intenda utenti singoli, non server di rete, dove sappiamo che Linux ( ma non solo, anche BSD, ad esempio ) ha una quota rilevante.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > > affermava che oramai gli utenti Linux
    > > superano gli utenti Mac.
    >
    > E l'articolo quali dati portava a suffragio
    > della sua tesi ?
    >
    > Perchè per me, un utente Linux non
    > è uno che ha installato Linux in una
    > partizione ( ho un paio di pc, oltre al Mac,
    > una partizione Linux ce l'hanno tutti i miei
    > pc, ma non per questo mi considero un utente
    > Linux ), è uno che usa SOLO Linux.
    >
    > Un utente Mac è più facile da
    > definire: se uno ha un Mac, a parte la
    > piccola percentuale di quelli che installano
    > Linux su Mac, è sicuramente un utente
    > Mac e si considera tale, anche se oltre al
    > Mac ha un PC con Windows.
    >
    > E, mi sembra corretto dire, che per "utenti"
    > si intenda utenti singoli, non server di
    > rete, dove sappiamo che Linux ( ma non solo,
    > anche BSD, ad esempio ) ha una quota
    > rilevante.

    http://www.google.com/press/zeitgeist/jun04_pie.gi...
    http://www.google.com/press/zeitgeist/zeitgeist-ma...
    non+autenticato