Lo US Army si arma di Opteron e Linux

L'Esercito americano ha commissionato ad IBM un grosso cluster di server basato sui pocessori Opteron e comandato dal Pinguino. Il monster verrà utilizzato per importanti progetti di ricerca militari

Armonk (USA) - L'accoppiata Opteron/Linux è a bordo di un nuovo supercomputer che IBM sta installando presso l'Army Research Laboratory Major Shared Resource Center (ARL MSRC), uno dei centri di ricerca più importanti dell'Esercito americano.

Il sistemone, che si posizionerà fra i primi supercomputer più veloci al mondo, verrà utilizzato dal Dipartimento americano della Difesa (DoD) per accelerare la ricerca e lo sviluppo di nuove armi.

Per il suo nuovo supercomputer militare, IBM ha sposato i processori Opteron di AMD con Linux, un'accoppiata già scelta nel recente passato dalla Scuderia Ferrari, dallo European Centre for Medium-Range Weather Forecasts e dalla Chinese Academy of Sciences. Con i suoi 2.304 processori Opteron a 2,2 GHz, contenuti in 1.186 eServer e325, il cervellone di Big Blue sarà capace di generare una potenza di calcolo di circa 10 teraflop al secondo: questo dovrebbe farne il secondo o il terzo supercomputer basato su Opteron più veloce al mondo.
La distribuzione di Linux che girerà sul cluster di IBM è quella di Novell/SuSE.

"IBM ha lavorato a stretto contatto con il DoD per sviluppare una potente soluzione di supercomputing basata su Linux che soddisfi le loro necessità ed offra l'affidabilità e la semplicità di gestione necessarie per incrementare significativamente la potenza di calcolo dell'organizzazione e far compiere un balzo in avanti alle tecnologie per la difesa", ha scritto IBM in un comunicato.

All'interno dello US Army la guerra fra AMD e Intel per la conquista del mercato dei cluster x86 a 64 bit sembra per il momento finita in pareggio. Proprio pochi mesi fa, infatti, Linux Networx ha annunciato che l'Esercito americano aveva concluso un contratto per l'acquisto di una macchina basata su 2.132 CPU Xeon "Nocona", i primi chip di Intel ad includere la Extended Memory 64 Technology.
TAG: hw
48 Commenti alla Notizia Lo US Army si arma di Opteron e Linux
Ordina
  • Non ha paura degli avvocati di SCO? Occhiolino
    e poi linux, e la GPL non uccidevano l'innovazione?
    Adesso addirittura l'esercito della prima superpotenza mondiale lo usa addirittura per studiare nuove armi ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non ha paura degli avvocati di SCO?Occhiolino
    > e poi linux, e la GPL non uccidevano
    > l'innovazione?
    > Adesso addirittura l'esercito della prima
    > superpotenza mondiale lo usa addirittura
    > per studiare nuove armi ?

    Si e grazie a Linux hanno inventato una nuova arma supertecnologica: il software elimina-macachi......
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Non ha paura degli avvocati di SCO?Occhiolino
    > e poi linux, e la GPL non uccidevano
    > l'innovazione?
    > Adesso addirittura l'esercito della prima
    > superpotenza mondiale lo usa addirittura
    > per studiare nuove armi ?

    potrebbero nuclearizzare SCO. sarebbe una bella soluzione del problema.A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non ha paura degli avvocati di SCO?Occhiolino
    > e poi linux, e la GPL non uccidevano
    > l'innovazione?
    > Adesso addirittura l'esercito della prima
    > superpotenza mondiale lo usa addirittura
    > per studiare nuove armi ?

    Il governo degli stati uniti non può essere citato in giudizio, quindi se ne frega.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Non ha paura degli avvocati di SCO?Occhiolino
    > > e poi linux, e la GPL non uccidevano
    > > l'innovazione?
    > > Adesso addirittura l'esercito della
    > prima
    > > superpotenza mondiale lo usa
    > addirittura
    > > per studiare nuove armi ?
    >
    > Il governo degli stati uniti non può
    > essere citato in giudizio, quindi se ne
    > frega.


    Non diciamo fandonie!
    E' un ordinamento liberale e l'amministrazione ha responsabilità giuridica: secondo te a chi hanno fatto causa i nativi americani, al governo di Saddam Hussein per dare l'esempio ai Curdi?
    Non stiamo mica nel dominato Saudita!
    Su, dai: rinunciamo alla propaganda pro Bin Laden!
    non+autenticato
  • "sospettiamo che SCO disponga di armi di distruzione di massa"
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Non ha paura degli avvocati di SCO?Occhiolino
    > e poi linux, e la GPL non uccidevano
    > l'innovazione?
    > Adesso addirittura l'esercito della prima
    > superpotenza mondiale lo usa addirittura
    > per studiare nuove armi ?

    Vuol dire che funge, no?
    E' l'ineluttabile sostanzialita' dei fatti.
    Saionara!
    non+autenticato
  • Una volta che il DOD (Department Of Defence) modifica un software Open Source è obbligato a consentirne il download a tutti, ma come è possibile conciliare sicurezza interna e la licenza GPL?.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Una volta che il DOD (Department Of Defence)
    > modifica un software Open Source è
    > obbligato a consentirne il download a tutti,
    > ma come è possibile conciliare
    > sicurezza interna e la licenza GPL?.

    Probabilmente modificano e basta, anche perchè poi se lo tengono mica lo danno in giro.

    E comunque non penso si mettano a modificare linux lì, è solo il S.O. ci faranno girare altri software loro non GPL robe per fare i "calcoli"
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Una volta che il DOD (Department Of Defence)
    > modifica un software Open Source è
    > obbligato a consentirne il download a tutti,
    > ma come è possibile conciliare
    > sicurezza interna e la licenza GPL?.

    Se tu modifichi del software GPL per uso interno non sei obbligato a dare il codice a nessuno.
    E' solo se distribuisci il tuo software a terzi o lo pubblichi che devi fornire le modifiche.
    non+autenticato
  • > Una volta che il DOD (Department Of Defence)
    > modifica un software Open Source è
    > obbligato a consentirne il download a tutti,

    falso! deve farlo se ne rilascia i binari! se lo usa all' interno del dipartimento, nulla deve alla comunità..

    > ma come è possibile conciliare
    > sicurezza interna e la licenza GPL?.

    a beh, meglio dipendere dai bug di m$...
    non+autenticato
  • Anche se dovessero modificare il kernel per renderlo più sicuro ... il fatto di rilasciare una patch cosi non compromette la sicurezza ...

    Ti mando a dare un ochio a questa paginetta http://www.nervsoft.com/, sotto la voce research e poi su Security-Enhanced Linux puoi vedere come la cosa sia esattamente il contrario ... l'articolo fra l'altro è davvero ben scritto e la sorgete è visibile in alto ... non faccio nomi per ragioni di sicurezzaaaaaa
    :D

    Cioaux
    non+autenticato
  • Error Occurred While Processing Request
    Error Diagnostic Information
    A problem was encountered trying to access the system registry. Error number 6 occurred.


    è l'unica cosa che vien fuori cliccando ad ogni pagina di quel sito....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Una volta che il DOD (Department Of Defence)
    > modifica un software Open Source è
    > obbligato a consentirne il download a tutti,
    > ma come è possibile conciliare
    > sicurezza interna e la licenza GPL?.

    Senza offesa, ma non hai capito nulla di sicurezza.
    Te lo dico senza sarcasmo, leggiti qualche buon testo in materia.
    A titolo di esempio gli algoritmi di cifratura più quotati e stimati dagli esperti sono quelli pubblici.
    Saluti
    Prospero
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Una volta che il DOD (Department Of
    > Defence)
    > > modifica un software Open Source
    > è
    > > obbligato a consentirne il download a
    > tutti,
    > > ma come è possibile conciliare
    > > sicurezza interna e la licenza GPL?.
    >
    > Senza offesa, ma non hai capito nulla di
    > sicurezza.
    > Te lo dico senza sarcasmo, leggiti qualche
    > buon testo in materia.
    > A titolo di esempio gli algoritmi di
    > cifratura più quotati e stimati dagli
    > esperti sono quelli pubblici.
    > Saluti
    > Prospero

    Quindi le modifiche che fanno hai programmi, le pubblicano secondo il tuo umile cervello?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    [...]
    > >
    > > Senza offesa, ma non hai capito nulla di
    > > sicurezza.
    > > Te lo dico senza sarcasmo, leggiti
    > qualche
    > > buon testo in materia.
    > > A titolo di esempio gli algoritmi di
    > > cifratura più quotati e stimati
    > dagli
    > > esperti sono quelli pubblici.
    > > Saluti
    > > Prospero
    >
    > Quindi le modifiche che fanno hai programmi,
    > le pubblicano secondo il tuo umile cervello?

    Non è detto, il concetto è un'altro, il full disclosure è una tecnica vincente nel settore security... non è un'opinione personale mia o dell'autore sopra, ma è un dato di fatto riconosciuto da tutti (tranne che da microsoft che lo vede come "cattiva pubblicità").

    bye!
    non+autenticato
  • era contrario all'uso di software sotto GPL in ambito militare?
    non c'è modo di opporsi? personalmente ho schifo all'idea di partecipare attivamente allo sviluppo di un programma pensando che il mio lavoro possa essere sfruttato da un esercito... non si può fare qualcosa???
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > era contrario all'uso di software sotto GPL
    > in ambito militare?
    > non c'è modo di opporsi?
    > personalmente ho schifo all'idea di
    > partecipare attivamente allo sviluppo di un
    > programma pensando che il mio lavoro possa
    > essere sfruttato da un esercito... non si
    > può fare qualcosa???

    E' GPL non ti puoi lamentare tutti possono usarlo, pure bin laden se per questo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > era contrario all'uso di software sotto GPL
    > in ambito militare?
    > non c'è modo di opporsi?
    > personalmente ho schifo all'idea di
    > partecipare attivamente allo sviluppo di un
    > programma pensando che il mio lavoro possa
    > essere sfruttato da un esercito... non si
    > può fare qualcosa???

    ...farebbero lo stesso quello che gli pare, solo che magari non te lo verrebbero a dire..TOP SECRET....

    ascoltano anche le tue telefonate e le tue email, tanto per farti capire di chi stiamo parlando...

    Fan Apple
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > era contrario all'uso di software sotto GPL
    > in ambito militare?

    Ovvio, Stallman è un (ex) figlio dei fiori. L'altro profeta GPL invece (Raymond) è un militarista arciconvinto. Ognuno ha i profeti che si merita...

    > non c'è modo di opporsi?

    Sì certo, come no... il trionfo dell'oclocrazia, il primo fesso che passa pretende di imporre la sua "idea" su tutto e su tutti.

    > personalmente ho schifo all'idea di
    > partecipare attivamente allo sviluppo di un
    > programma pensando che il mio lavoro possa
    > essere sfruttato da un esercito... non si
    > può fare qualcosa???

    Sì, certo che si può fare qualcosa. Intanto si può iniziare a imparare che senza eserciti e ricerca per le tecnologie militari tutte le belle cosette che ti piacciono tanto e ti fanno tanto comodo, dai tessuti tecnici alla carne in scatola, dai medicinali ad azione rapida alle TLC ai computer, non esisterebbero manco po' c@zz o avrebbero prezzi che tu non potresti MAI permetterti... i governi sotto la pressione vera o presunta degli avversari cacciano vagonate di miliardi per non restare indietro, con quei soldi pagano i migliori scienziati e ne formano altrettanti, così ottengono in pochi anni risultati irraggiungibili dietro la sola spinta del lecito profitto privato e della competizione industriale. Dopo qualche decennio quelle tecnologie militari ormai obsolete diventano accessibili per l'industria, e spesso anche per il mainstream di massa. Naturalmente questo non c'entra un tubo con linuzzo e la GPL, i veri SO per usi strategici sono tutt'altra roba e nessuno di certo ti viene a raccontare 1) che esistono 2) come sono fatti. Ottimo esempio di total closure che funziona, eccome.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Sì, certo che si può fare
    > qualcosa. Intanto si può iniziare a
    > imparare che senza eserciti e ricerca per le
    > tecnologie militari tutte le belle cosette
    > che ti piacciono tanto e ti fanno tanto
    > comodo, dai tessuti tecnici alla carne in
    > scatola, dai medicinali ad azione rapida
    > alle TLC ai computer, non esisterebbero
    > manco po' c@zz o avrebbero prezzi che tu non
    > potresti MAI permetterti... i governi sotto
    > la pressione vera o presunta degli avversari
    > cacciano vagonate di miliardi per non
    > restare indietro, con quei soldi pagano i
    > migliori scienziati e ne formano
    > altrettanti, così ottengono in pochi
    > anni risultati irraggiungibili dietro la
    > sola spinta del lecito profitto privato e
    > della competizione industriale. Dopo qualche
    > decennio quelle tecnologie militari ormai
    > obsolete diventano accessibili per
    > l'industria, e spesso anche per il
    > mainstream di massa. Naturalmente questo non
    > c'entra un tubo con linuzzo e la GPL, i veri
    > SO per usi strategici sono tutt'altra roba e
    > nessuno di certo ti viene a raccontare 1)
    > che esistono 2) come sono fatti. Ottimo
    > esempio di total closure che funziona,
    > eccome.

    Ben detto, questi figli dei fiori, comunisti, no global pensano che le cose che ora utilizziamo ci siano state concesse tra una spippettata e l'altra.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Ben detto, questi figli dei fiori,
    > comunisti, no global pensano che le cose che
    > ora utilizziamo ci siano state concesse tra
    > una spippettata e l'altra.
    Peccato che questo figlio dei fiori(Stallmann) è tutt'altro che comunista, anzi è nazionalista convinto, ed è stato favorevole all'intervento in iraq
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ben detto, questi figli dei fiori,
    > > comunisti, no global pensano che le
    > cose che
    > > ora utilizziamo ci siano state concesse
    > tra
    > > una spippettata e l'altra.
    > Peccato che questo figlio dei
    > fiori(Stallmann) è tutt'altro che
    > comunista, anzi è nazionalista
    > convinto, ed è stato favorevole
    > all'intervento in iraq

    Infatti!!! I comunistipacifistinonglobalizzatimapienidisoldi usano poi il mac...
    ma ne conosco un bel po' (quelli poveri) che usano winzozz (piratato....)Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ben detto, questi figli dei fiori,
    > > comunisti, no global pensano che le
    > cose che
    > > ora utilizziamo ci siano state concesse
    > tra
    > > una spippettata e l'altra.
    > Peccato che questo figlio dei
    > fiori(Stallmann) è tutt'altro che
    > comunista, anzi è nazionalista
    > convinto, ed è stato favorevole
    > all'intervento in iraq

    temo tu abbia fatto un brutto sogno ... pls prima di scrivere qui risvegliati: www.stallman.org
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Sì, certo che si può fare
    > > qualcosa. Intanto si può
    > iniziare a
    > > imparare che senza eserciti e ricerca
    > per le
    > > tecnologie militari tutte le belle
    > cosette
    > > che ti piacciono tanto e ti fanno tanto
    > > comodo, dai tessuti tecnici alla carne
    > in
    > > scatola, dai medicinali ad azione rapida
    > > alle TLC ai computer, non esisterebbero
    > > manco po' c@zz o avrebbero prezzi che
    > tu non
    > > potresti MAI permetterti... i governi
    > sotto
    > > la pressione vera o presunta degli
    > avversari
    > > cacciano vagonate di miliardi per non
    > > restare indietro, con quei soldi pagano
    > i
    > > migliori scienziati e ne formano
    > > altrettanti, così ottengono in
    > pochi
    > > anni risultati irraggiungibili dietro la
    > > sola spinta del lecito profitto privato
    > e
    > > della competizione industriale. Dopo
    > qualche
    > > decennio quelle tecnologie militari
    > ormai
    > > obsolete diventano accessibili per
    > > l'industria, e spesso anche per il
    > > mainstream di massa. Naturalmente
    > questo non
    > > c'entra un tubo con linuzzo e la GPL, i
    > veri
    > > SO per usi strategici sono tutt'altra
    > roba e
    > > nessuno di certo ti viene a raccontare
    > 1)
    > > che esistono 2) come sono fatti. Ottimo
    > > esempio di total closure che funziona,
    > > eccome.
    >
    > Ben detto, questi figli dei fiori,
    > comunisti, no global pensano che le cose che
    > ora utilizziamo ci siano state concesse tra
    > una spippettata e l'altra.


    Ecco uno che non vive di stereotipi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Sì, certo che si può fare
    > qualcosa. Intanto si può iniziare a
    > imparare che senza eserciti e ricerca per le
    > tecnologie militari tutte le belle cosette
    > che ti piacciono tanto e ti fanno tanto
    > comodo, dai tessuti tecnici alla carne in
    > scatola, dai medicinali ad azione rapida
    > alle TLC ai computer, non esisterebbero
    > manco po' c@zz o avrebbero prezzi che tu non
    > potresti MAI permetterti... i governi sotto
    > la pressione vera o presunta degli avversari
    > cacciano vagonate di miliardi per non

    Mah, ci credo poco...
    Quello che fanno governi ed eserciti e' solo pompare (economicamente e politicamente)) la ricerca.
    E' solo una questione di tempo. Le necessita' militari hanno accelerato la ricerca in alcuni campi, quelli che interessavano loro, e poi solo incidentalmente e solo dopo un certo periodo hanno rilasciato cio' che era per loro obsoleto.

    Lo sviluppo distribuito sia del software che degli hack hardware (Linux su PDA, modchip PS e XboX, RTLinux, ecc.), come quelli in atto nel mondo opensource, hanno dimostrato come si puo' avere tutto cio' altrettanto velocemente.
    Con la differenza che il risultato e' disponibile per tutti.

    La prerogativa essenziale per l'ambiente militare e' l'esclusivita', oltre che la rapidita' dello sviluppo (averlo disponibile prima possibile), e quindi sono necessari investimenti importanti...

    Se nel mondo si collaborasse per tutto, e non ci fossero solo copyright, brevetti e litigi di ogni sorta, ne gioveremmo tutti e tutte le aziende lavorerebbero e produrrebbero.
    Non ci sarebbero arricchimenti stratosferici di poche aziende, e ci sarebbe una migliore distribuzione della ricchezza tra i vari paesi oltre ad una diminuzione dell'emigrazione ecc. ecc.

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
  • Certo che credere alle favole ti riesce meglio però!?
    non+autenticato
  • Non per ripetermi per la 6° volta, ma quando c'e' da "fare" seriamente non esistono centri di calcolo basati sui mac da centro commerciale, che li smontano dopo 6 mesi... ridicoli markettari (da marketing)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non per ripetermi per la 6° volta, ma quando
    > c'e' da "fare" seriamente non esistono
    > centri di calcolo basati sui mac da centro
    > commerciale, che li smontano dopo 6 mesi...
    > ridicoli markettari (da marketing)


    chissa' com'e' che non c'hanno messo g5/osx??? (bwaaahauhauhaauh)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Non per ripetermi per la 6° volta, ma
    > quando
    > > c'e' da "fare" seriamente non esistono
    > > centri di calcolo basati sui mac da
    > centro
    > > commerciale, che li smontano dopo 6
    > mesi...
    > > ridicoli markettari (da marketing)
    >
    >
    > chissa' com'e' che non c'hanno messo
    > g5/osx??? (bwaaahauhauhaauh)


    ...perché lo hanno già fatto per l'AMRDEC (questo invece è il ARLMSRC)...

    ....trolloni manfrinari che non siete altro...

    http://www.macitynet.it/macity/aA18214/index.shtml

    "L'esercito americano ordina 1566 Xserve G5. Obbiettivo: costruire il secondo supercomputer al mondo. Sarà pronto entro l'autunno."


    Fan Apple
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    ( http://www.tcf.vt.edu/ )
    ( http://www.tcf.vt.edu/upgrade_gallery/upgrade_pics... )

    System X Upgrade In Progress:

        *     Assembly - Completed!
        *     System Stablization - In Process
        *     Benchmarking - In Process

    System X Specifications
    Nodes     
    1100 Apple XServe G5 dual processor cluster nodes
    (4 GB RAM, 80 GB S-ATA HD)

    Primary Communication
    24 Mellanox 96 port InfiniBand switches (4X InfiniBand, 10 Gbps)

    Secondary Communication
    6 Cisco 4506 Gigabit Ethernet switches

    Cooling
    Liebert X-treme Density System cooling

    Software
    Mac OS X, MVAPICH, XLC & XLF

    :)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Cooling
    > Liebert X-treme Density System cooling
    >
    > Software
    > Mac OS X, MVAPICH, XLC & XLF
    >
    >Sorride

    Il Mac ha un hardware abbastanza raffinato, ma non e' che dia tutta questa potenza in piu' di altre CPU.
    Poi stara' alla diffusione decidere quali cluster sara' meglio produrre in futuro.
    L'enorme quantita' di software anche scientifici, tool di sviluppo, disponibilita' di ricambi e upgrade per i nuovi x86 e' di gran lunga superiore a quelli per PowerPC.

    Anche a me piacerebbe che si diffondesse questa CPU (il PowerPC), ma non quelli della Apple. Vorrei un mondo di assemblati tipo x86, ma con questa CPU, con quella raffinatezza ed efficienza di bus e componentistica standard intercambiabile tra i due mondi specie gli slot e le periferiche su bus seriali (PCI-X, AGP, USB, Firewire, ecc.).

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Cooling
    > > Liebert X-treme Density System cooling
    > >
    > > Software
    > > Mac OS X, MVAPICH, XLC & XLF
    > >
    > >Sorride
    >
    > Il Mac ha un hardware abbastanza raffinato,
    > ma non e' che dia tutta questa potenza in
    > piu' di altre CPU.
    > Poi stara' alla diffusione decidere quali
    > cluster sara' meglio produrre in futuro.
    > L'enorme quantita' di software anche
    > scientifici, tool di sviluppo,
    > disponibilita' di ricambi e upgrade per i
    > nuovi x86 e' di gran lunga superiore a
    > quelli per PowerPC.
    >
    > Anche a me piacerebbe che si diffondesse
    > questa CPU (il PowerPC), ma non quelli della
    > Apple. Vorrei un mondo di assemblati tipo
    > x86, ma con questa CPU, con quella
    > raffinatezza ed efficienza di bus e
    > componentistica standard intercambiabile tra
    > i due mondi specie gli slot e le periferiche
    > su bus seriali (PCI-X, AGP, USB, Firewire,
    > ecc.).
    >

    Guarda che le CPU dei G5 non sono della apple, ma della IBM...i fratellini piccoli del Power4.

    Ma finchè si punta solo sul cisc e derivati e sui mhz....la musica non cambia
    > --
    > Ciao.
    > Mr. Mechano
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Guarda che le CPU dei G5 non sono della
    > apple, ma della IBM...i fratellini piccoli
    > del Power4.

    le CPU dei nuovi G5 (PPC970 e 970FX a 90nm) sono fatte appositamente per Apple.

    > Ma finchè si punta solo sul cisc e
    > derivati e sui mhz....la musica non cambia

    p.s. i PPC sono dei RISC...
    ....ti confondi con gli x86 (anche per quello che riguarda i mhz...vedi Intel).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Guarda che le CPU dei G5 non sono della
    > > apple, ma della IBM...i fratellini
    > piccoli
    > > del Power4.
    >
    > le CPU dei nuovi G5 (PPC970 e 970FX a 90nm)
    > sono fatte appositamente per Apple.
    >
    > > Ma finchè si punta solo sul
    > cisc e
    > > derivati e sui mhz....la musica non
    > cambia
    >
    > p.s. i PPC sono dei RISC...
    > ....ti confondi con gli x86 (anche per
    > quello che riguarda i mhz...vedi Intel).

    aggiornati i x86 di oggi usano un architettura che incorpora una semantica RISC, ovvero le istruzioni vengono scomposte in цops eseguite da una serie di reti combinatorie a molti цregistri
    non+autenticato