Visa, MasterCard bloccano le smart card?

Le due aziende sono accusate di monopolio dagli Stati Uniti e vengono da alcuni ritenute responsabili della scarsa diffusione delle card intelligenti sul mercato americano, utili per il commercio elettronico

Washington (USA) - Gli stretti rapporti tra Visa e MasterCard sono finiti nel mirino dell'Antitrust americano e ora vengono ritenuti da molti operatori ed esperti responsabili della scarsa adozione delle smart card nei sistemi statunitensi. Senza mezze parole, c'è chi accusa le due aziende di aver voluto impedire la diffusione dei nuovi sistemi, che avrebbero potuto favorire la concorrenza ai due colossi del settore.

A tentare di "rompere" quello che alcuni considerano un "fronte illegittimo" ci ha provato l'anno scorso la superconcorrente American Express lanciando Blue, una card "intelligente" dotata di microchip pensata sia come carta di credito che come card per transazioni elettroniche più sicure. Ma, secondo gli esperti, non ci sono speranze di una vera diffusione di questa e altre offerte senza l'appoggio delle banche.

Stando a Rob Enderle, del Giga Information Group: "dal momento che Visa e MasterCard sono le piattaforme dominanti, le banche non hanno interesse a installare lettori di smart card o realizzare infrastrutture specifiche senza quelle carte di credito. Questo mette le smart card in un angolo, poiché le aziende dominanti non hanno spinto per la loro adozione".
Ma, a parte queste e altre accuse, Visa e MasterCard devono pensare a difendersi nella causa intentata dal ministero della Giustizia, convinto dell'esistenza di una situazione di "cartello monopolistico" nel settore dalle due aziende.