Microsoft: non siamo preoccupati

Un dirigente dell'azienda spiega perché la softwarehouse, con processo e Anno2000 ancora davanti, non ha intenzione di preoccuparsi. Gli affari vanno bene

Microsoft: non siamo preoccupatiLondra - John Leftwich non ha dubbi: Microsoft non si deve preoccupare per le contingenze di Anno2000 e del processo antitrust perché gli affari vanno a gonfie vele e l'azienda continua ad espandere le proprie attività in tutto il mondo.

Alla Reuters, il vicepresidente Microsoft del marketing in Europa ha detto: "in tutta onestà credo che se da un lato abbiamo espresso il nostro desiderio di trovare un accordo nei giusti termini, il processo è possibile che vada in appello e se lì non riusciamo andremo alla Corte Suprema. Siamo più preoccupati per Anno2000.... ma in realtà neanche Anno2000 ha avuto un impatto significativo sul nostro business".

Il manager, che si occupa anche del Medio Oriente, ha anche fatto sapere che Microsoft sta riflettendo sulla possibilità di attivare un centro di sviluppo e una base operativa nella Dubai Internet City, il distretto di Dubai a cui il governo di quel paese vuole attribuire lo status di "trade-free". Un modo, "l'esentasse", per invitare a nozze le maggiori multinazionali del computing internazionale.
TAG: microsoft