Linux, KDE e Gnome si danno la mano

I due antagonisti di sempre, KDE e Gnome, potrebbero forse diventare buoni amici grazie ad un nuovo progetto nato in seno alla comunità open source. Solo un sogno?

Web - E ' stato un po ' il sogno di tutti gli utenti Linux vedere i due gruppi di sviluppo di Gnome e KDE stringersi la mano e venirsi in contro vicendevolmente: fino a ieri questo però era, per l'appunto, solo un sogno.

Oggi, grazie all'interessamento di alcuni noti sviluppatori open source, un tale evento non sembra più così lontano. Pare infatti che Rivyn sia riuscito nell'intento di mettere in contatto due anziani programmatori di entrambi i gruppi di sviluppo e li abbia fatti ragionare su di un punto: sviluppare congiuntamente un'architettura comune di componenti compatibile con entrambi gli ambienti, KDE e Gnome.

Se gli ingranaggi di un simile progetto dovessero davvero mettersi in moto, questo potrebbe comportare la fusione delle due architetture per la riusabilità dei componenti: la Bonobo di Gnome e la Kparts di KDE.
Per il momento queste sono solo voci, peraltro non confermate, e pertanto è meglio prendere la storia con estrema cautela, ma se davvero le intenzioni fossero quelle qui menzionate, il timore che KDE e Gnome finiscano per divenire totalmente incompatibili fra loro potrebbe essere definitivamente allontanato.