L'urlo del telefonino spacca i timpani

Siemens avverte di un singolare problema individuato su alcuni suoi cellulari: in certi casi lanciano un segnale acustico che può danneggiare l'udito

Roma - C'è un difetto nei cellulari della serie 65 di Siemens, un difetto che l'azienda non sembra avere alcuna intenzione di minimizzare. Si tratta di un problema nel software di gestione che può trasformare il telefonino in un dispositivo "spaccatimpani".

In una nota, il costruttore tedesco ha avvertito che l'errore nel software potrebbe portare a problemi "nella trasmissione audio in certi casi rari e improbabili di utilizzo".

A causa dell'errore, spiega l'azienda, se una chiamata viene automaticamente interrotta perché la batteria è pressoché esaurita, il suono della disconnessione potrebbe suonare troppo forte. In casi estremi, il volume potrebbe portare a danni dell'udito", naturalmente solo nei casi in cui l'apparecchio sia appoggiato direttamente sull'orecchio al momento dell'"urlo". In realtà, sottolinea Siemens, quel segnale potrebbe essere emesso soltanto se la batteria è così scarica che un segnale di avviso è stato già emesso tre volte in un minuto. Soltanto dopo questi avvisi può partire la disconnessione spaccatimpani.
Siemens ha quindi raccomandato a tutti coloro che posseggono uno dei cellulari della serie 65 di disattivare la melodia di disconnessione o la funzione di animazione della disconnessione.

L'azienda ha assicurato di aver già allestito un aggiornamento del software che risolve il problema e che molto presto, entro poche settimane, sarà reso pubblicamente scaricabile a tutti gli utenti di questa serie di telefonini.
7 Commenti alla Notizia L'urlo del telefonino spacca i timpani
Ordina