Sun: andate e diffondete Solaris

Per spingere la diffusione del proprio sistema operativo ai danni di Linux, Sun ha promesso nuovi compensi ai suoi agenti di commercio che venderanno Solaris insieme ai server prodotti dalle sue rivali, come Dell e IBM

New York (USA) - Seguendo quella strategia con cui intende fare del proprio sistema operativo Unix-like il rivale pi¨ diretto di Linux, Sun ha promesso maggiori compensi a chi, fra i suoi agenti di commercio, venderÓ Solaris insieme a macchine prodotte da terze parti.

"Se un rappresentate vende Solaris su server marchiati Dell, IBM o anche HP (Xeon o Nocona), noi lo pagheremo come se avesse venduto il nostro hardware", ha scritto Jonathan Schwartz, Chief Operating Officer di Sun, nel proprio blog.

Descrivendo questa iniziativa come "un enorme cambiamento culturale", Schwartz ha affermato che la propria azienda vuole fare di Solaris "il leader delle vendite in volumi su tutti i sistemi", dalle pi¨ economiche workstation ai server di fascia alta.
In seno a questa strategia gioca un ruolo chiave Solaris x86, un sistema operativo con cui Sun spera di scalzare Linux lÓ dove questo Ŕ oggi pi¨ forte, ovvero sugli economici server basati su hardware x86. Di recente l'azienda ha anche ventilato l'ipotesi di rilasciare il proprio sistema operativo sotto una licenza open source, una mossa con cui spera di rendere Solaris ancor pi¨ appetibile nei confronti di distribuzioni Linux come quella di Red Hat e Novell.

Sun sta puntando molto anche sulla compatibilitÓ di Solaris x86 con i processori x86 a 64 bit di AMD e Intel, chip su cui ha giÓ sviluppato alcune linee di server e workstation. Accanto a questi, tuttavia, Sun supporta con sempre maggior interesse anche i processori Itanium di Intel e Power di IBM, entrambi diretti rivali dei suoi processori UltraSPARC.
47 Commenti alla Notizia Sun: andate e diffondete Solaris
Ordina
  • Se davvero Sun distribuirà Solaris sotto licenza Open Source, sarà tanto di guadagnato per tutti....
    Avesse fatto questa scelta anche SCO con UnixWare ora avrebbe qualche speranza di salvarsi dalla catastrofe...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se davvero Sun distribuirà Solaris
    > sotto licenza Open Source, sarà tanto
    > di guadagnato per tutti....
    > Avesse fatto questa scelta anche SCO con
    > UnixWare ora avrebbe qualche speranza di
    > salvarsi dalla catastrofe...

    Non è GPL
    non+autenticato
  • puntare tutto sull'hw è una scelta idiofana, molte società come sun ibm ecc... lo hanno fatto, svendendo i loro sw all'open, sganciando il grano per finanziarlo, convertendo i loro ingegneri al pinguino ecc..

    peccato che come la sun comincia ad accorgersene, fornire hw non e la sola fonte di guadagno (una volta cambiato un grosso server una societa tende a tenerlo per anni) ed è la manutenzione che ti fa guadagnare durante questo periodo, ma se l'so non e piu quello solaris, la societa si rivolgera ad altri, facendoti perdere una grande fonte di guadagno.

    Inoltre star dietro alle continue mutazioni openare richiede un bel nugolo di ingegneri che produce patch di continuo al fine di avere un server super veloce e sicuro, altrimenti non ha senso comprare sun o ibm, quindi se devo spendere per le patch, spendo per tenere e migliorare il mio SO proprietario, almeno qualche estra entra no.

    by
    non+autenticato
  • c'e' qualcuno che lo usa davvero in produzione? e' pesantissimo, adatto giusto per scopi didattici; su x86 girano molto meglio sistemi come FreeBSD o GNU/Linux.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > c'e' qualcuno che lo usa davvero in
    > produzione? e' pesantissimo, adatto giusto
    > per scopi didattici; su x86 girano molto
    > meglio sistemi come FreeBSD o GNU/Linux.

    se magari motivassi quanto affermi potresti anche non passare per troll
    non+autenticato
  • ..."Se un rappresentate vende Solaris su server marchiati Dell, IBM o anche HP (Xeon o Nocona), noi lo pagheremo come se avesse venduto il nostro hardware", ha scritto Jonathan Schwartz, Chief Operating Officer di Sun, ....

    Suvvia che altro poteva dire una persona che occupa il ruolo aziendale di Schwartz.
    Un potenziale cliente che compra macchine della concorrenza é un cliente perso!
    E allora meglio cominciare a piazzare il Sw oggi e magari rimpiazzare l'Hw domani.
    Ma come dice il proverbio "fra il dire ed il fare cé di mezzo il mare.

    ciao oscar

  • ... che anche Sun Microsystems capisse che l'Open Source è una malattia, un vero cancro per l'economia delle aziende e per il mercato depresso dell'informatica.

    Sun, per avere negli anni scorsi appoggiato Linux con l'unico scopo di far un dispetto a Microsoft, ha pagato molto caro: è stata ad un passo dal fallimento.
    Poi c'è stato l'accordo di tregua con Microsoft, nel quale quest'ultima ha versato DUE MILIARDI di dollari quale "risarcimento" per ogni possibile causa che Sun avesse intentato a MS.
    Con due miliardi di $ Sun è uscita dal baratro e si è accorta che il suo vero nemico non è Microsoft o qualunque altra azienda commerciale, ma è Linux, il gratis-per-tutti, il falso mito del software gratuito.

    E ben venga questo ripensamento.

    Orlando
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > Orlando
    Hai perso il senno. E' sulla luna....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > >
    > > Orlando
    > Hai perso il senno. E' sulla luna....

    MA, STRA-ROTFLLLLLLLLLLLLLLLL!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    non+autenticato
  • ma che dici? ti rendi conto che sun ha il suo core business nella vendita di ferro e non di software?
    non+autenticato
  • Non capisco le politiche.

    Vedo che a listino anche sun vende hardware con Linux

    http://www.sun.com/servers/entry/b200x/

    Anche java desktop non e' fatto su solaris ma su Linux.

    Comunque io guadagno anche istallando Linux. Anzi visto che non devo far pagare molto per il sistema operativo ho dei margini piu' alti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non capisco le politiche.
    >
    > Vedo che a listino anche sun vende hardware
    > con Linux
    >
    > www.sun.com/servers/entry/b200x /
    >
    > Anche java desktop non e' fatto su solaris
    > ma su Linux.
    >
    > Comunque io guadagno anche istallando Linux.
    > Anzi visto che non devo far pagare molto per
    > il sistema operativo ho dei margini piu'
    > alti.

    La politica è semplice : SUN vende, punto e basta.
    E' una ditta che produce hardware, sofware, soluzioni e quant'altro, con gente che è pagata per fare quelle cose e con gente che ci guadagna.
    SUN vende anche linux, mica lo dà gratis (esattamante come fa la red hat o la SuSe per le versioni server o per avere il supporto ufficiale sul prodotto).
    Non vedo nulla di strano in questo, e sinceramente non riesco a capire chi vuole il freeware a tutti i costi (l'open source è un'altra cosa ... non vuole dire gratis) per il software; e perchè non per l'hardware o per le automobili?

    P.S. per qunto riguarda il free e l'open sono anni che SUN da i suoi prodotti gratis e su richiesta anche il codice sorgente di Solaris (sia SPARC sia x86) alle università (anche italiane);e adesso anche Microsoft dà la possibilità ai Dipartimenti Informatici delle università italiane di distribuire GRATUITAMENTE TUTTI (e ripeto TUTTI) i suoi prodotti agli studenti, docenti, ricercatori di tali strutture, con l'esclusione di Office.
    Solo a Torino, dove sono io, si parla di più di 2000 persone che hanno diritto ad avere i software MS gratis, si va in biblioteca, si firma il foglio in cui attesto che sono studente di quel dip. e mi porto a casa Win 2003 Server , SQLServer VisualStudio .net e tutto quello che voglio (magari la preview in alpha di longhorn) senza dare una lira a MS (neanche il dip. ha pagato ...).

    Ciao
    non+autenticato
  • Giusto per completare qunato detto ...

    http://www.educ.di.unito.it/msdnaa/index.html

    ri-ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Non capisco le politiche.
    > >
    > > Vedo che a listino anche sun vende
    > hardware
    > > con Linux
    > >
    > > www.sun.com/servers/entry/b200x /
    > >
    > > Anche java desktop non e' fatto su
    > solaris
    > > ma su Linux.
    > >
    > > Comunque io guadagno anche istallando
    > Linux.
    > > Anzi visto che non devo far pagare
    > molto per
    > > il sistema operativo ho dei margini piu'
    > > alti.
    >
    > La politica è semplice : SUN vende,
    > punto e basta.
    > E' una ditta che produce hardware, sofware,
    > soluzioni e quant'altro, con gente che
    > è pagata per fare quelle cose e con
    > gente che ci guadagna.
    > SUN vende anche linux, mica lo dà
    > gratis (esattamante come fa la red hat o la
    > SuSe per le versioni server o per avere il
    > supporto ufficiale sul prodotto).
    > Non vedo nulla di strano in questo, e
    > sinceramente non riesco a capire chi vuole
    > il freeware a tutti i costi (l'open source
    > è un'altra cosa ... non vuole dire
    > gratis) per il software; e perchè non
    > per l'hardware o per le automobili?
    >
    > P.S. per qunto riguarda il free e l'open
    > sono anni che SUN da i suoi prodotti gratis
    > e su richiesta anche il codice sorgente di
    > Solaris (sia SPARC sia x86) alle
    > università (anche italiane);e adesso
    > anche Microsoft dà la
    > possibilità ai Dipartimenti
    > Informatici delle università italiane
    > di distribuire GRATUITAMENTE TUTTI (e ripeto
    > TUTTI) i suoi prodotti agli studenti,
    > docenti, ricercatori di tali strutture, con
    > l'esclusione di Office.
    > Solo a Torino, dove sono io, si parla di
    > più di 2000 persone che hanno diritto
    > ad avere i software MS gratis, si va in
    > biblioteca, si firma il foglio in cui
    > attesto che sono studente di quel dip. e mi
    > porto a casa Win 2003 Server , SQLServer
    > VisualStudio .net e tutto quello che voglio
    > (magari la preview in alpha di longhorn)
    > senza dare una lira a MS (neanche il dip. ha
    > pagato ...).

    Propaganda.
    E guardacaso e' roba recente, da quando si e' imposto l' OPenS. hanno cominciato a scimmiottarlo. Hanno copiato per stare a galla.
    MA intanto sbandierano compatibilita' che NOn esistono, si inventano formati e protocolli che vorrebbero imporre come standard. Questa e' la vera questione NON il codice del S.O..
    Oggi e' cosi', domani non si sa' ma si sa che oggi hanno questa politica NON perche' si sono svegliati una mattina e hanno deciso di fare beneficenza alle nostre istituzioni scolastiche ma perche' c'e' una certa concorrenza che spinge e pungola.

    Con questo in genere non ho nulla contro un' azienda che fa il proprio interesse basta che lo faccia lealmente, sono le vostre IPOCRISIE che detesto.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 02/09/2004 14.17.48


  • [snippo il precedente che non valeva la pena nemmeno essere commentato]

    rispondo al buon alessandrox

    > Propaganda.
    > E guardacaso e' roba recente, da quando si
    > e' imposto l' OPenS. hanno cominciato a
    > scimmiottarlo. Hanno copiato per stare a
    > galla.

    Confermo la mentalita di scimmiottare ma tutto lì e' basta.
    Non sopporto il tecnocrate in camice bianco che come un sacerdote mi catechizza e tiene segreti i suoi strani "riti di iniziazione informatica" questa e' la mentalita' hacker e quella che continuo a seguire anche oggi.

    Da quando se ne e' andato Joy e chi ha fatto grande la sun (gli hackers perche' Joy era un hackers) stanco dagli stessi fottutissimi atteggiamenti che aveva visto da altre parti, la Sun si e' riempita di gente come questa (che come nella AT&T che fu) crede che tutto quello che decide l'aziende e' cosa buona e giusta e dal suo blog della cippa fa ste sparate.

    Se ascoltavamo questa gentucola fatta di carte dare/avere, di contratti e network plan, al posto del computer avevamo ancora la macchina da scrivere, perche' sono sempre loro che come parassiti, nelle nuove idee non ci vedono niente di buono ma se qualcuno investe ci investono anche loro. Gente inutile per l'informatica e per l'umanita' tubi digerenti e timbratori di cartellini.
    Con mummie incartapecorite che continuano a gestire un settore su cui non ci capiscono un C..ZO!

    > MA intanto sbandierano compatibilita' che
    > NOn esistono, si inventano formati e
    > protocolli che vorrebbero imporre come
    > standard. Questa e' la vera questione NON il
    > codice del S.O..

    La verita' e' che formati e protocolli inutili rimangono inutili e sono lo standard dell'inutile >/dev/null


    > Oggi e' cosi', domani non si sa' ma si sa
    > che oggi hanno questa politica NON perche'
    > si sono svegliati una mattina e hanno deciso
    > di fare beneficenza alle nostre istituzioni
    > scolastiche ma perche' c'e' una certa
    > concorrenza che spinge e pungola.

    Concorrenza che esiste e esistera' sempre. Ma lo ripeto le grandi strutture mi fanno girare sempre piu' i testicoli. No non mi fido e faccio bene.
    Spero che questa lungimirante diffidenza comincino ad averla tutti nella comunita' opensource.
    La guerra e' appena iniziata.
    Cominciamo bene a definire chi sono gli amici e i nemici.
    E non elemosiniamo.
    Se la sun fa così be torno a kword e sti ca@@i! oppure tirero' fuori qualcosa di migliore e in GPL


    > Con questo in genere non ho nulla contro un'
    > azienda che fa il proprio interesse basta
    > che lo faccia lealmente, sono le vostre
    > IPOCRISIE che detesto.

    Io invece detesto le aziende che fanno il loro interesse facendo finta di essere interessate all'opensource
  • In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrime

    Che tristezza ....
    C'è qualcuno che mi vuole spiegare perchè chi produce automobili, sigarette, bibite, tavoli, cucine, libri o qualsiasi altra ca....ta che mi venga in mente può farlo senza problemi o senza gente che faccia "crociate" contro di lui,decidendo tempi di rilascio, prezzi, eventuali sconti strasferici,etc... , mentre chi produce software non può fare altrettanto senza essere etichettato come "nemico del libero pensiero"?

    Io personalmente penso che se una persona vuole produrre "open source" o simile debba essere libero di farlo e di gestire il suo "prodotto" come meglio crede, ma altrettanto deve essere chi il "prodotto" decide di tenerlo chiuso e di farsi pagare, anche molto, per qualcosa che lui ritiene essere di valore!
    Il problema eventualmente risiede ad altri livelli, più politici se vogliamo, in cui si vuole negare la libertà di produrre qualcosa e di non ricavarne nulla!!!!

    Se qualcuno si sente in dovere in fare crociate per liberare il "santo sepolcro" da chi ci vuole guadagnare sopra, allora lo faccia per tutto, non solo per il software!!!!

    Firmato
    Un deluso

    In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrime

    > Io personalmente penso che se una persona
    > vuole produrre "open source" o simile debba
    > essere libero di farlo e di gestire il suo
    > "prodotto" come meglio crede, ma altrettanto
    > deve essere chi il "prodotto" decide di
    > tenerlo chiuso e di farsi pagare, anche
    > molto, per qualcosa che lui ritiene essere
    > di valore!

    O meglio: "per qualcosa che lui ritiene che possa essere meglio protetto cosi'"
    non credo che chi sceglie GPL o LGPL non ritenga che il proprio prodotto abbia un grande valore.

    > Firmato
    > Un deluso
    > In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrime

    Anche io , per altri versi.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)