Windows 2002? No no, sono Windows.NET

Microsoft fa marcia indietro e ribattezza Windows 2002, la versione server di Whistler, Windows.NET. E dietro ad un nome diverso..

Atlanta (USA) - Piccola crisi d'identità per la versione server di Whistler, battezzata lo scorso maggio Windows 2002 e ieri rinominata in un più "suggestivo" Windows.NET.

Il ripensamento, annunciato ieri al TechEd di Atlanta da Bill Gates in persona, conferma come già fosse sorto del malcontento riguardo al nome Windows 2002 fra i dirigenti del colosso di Redmond, un nome che pare fosse stato suggerito dal "basso", dagli ambienti di sviluppo, ma rispecchiasse poco le nuove politiche di marketing dell'azienda.

.NET è ormai la parolina magica di Microsoft per simboleggiare l'entrata dei suoi software nell'era dei Web service e dell'e-business, un suffisso che il big di Redmond presto aggiungerà al prossimo Visual Studio (di cui è appena stata annunciata la beta 2), un componente che, proprio insieme a Windows.NET e ASP.NET, farà parte integrante del .NET Framework, l'ambiente per costruire, installare e far girare i Web service XML e altre applicazioni Internet.
"Windows.NET utilizza i Web service XML per espandere la piattaforma PC e mettere in comunicazione fra loro una grande varietà di dispositivi, quali client, server e smart device", ha detto Cliff Reeves, vice presidente di Windows.NET Server.

La nuova famiglia di sistemi operativi server di Microsoft integrerà una nuova versione dell'Active Directory e supporterà nativamente HailStorm, a cui in passato si era dedicato un ampio approfondimento, e l'autenticazione centralizzata offerta dal servizio Passport.

Windows.NET e Windows XP, la versione desktop di Whistler, si basano su una larga porzione di codice in comune e poggiano su un cuore direttamente derivato dal già collaudato kernel di Windows 2000.

Se Windows XP rimpiazzerà con le sue edizioni Home e Professional le precedenti famiglie Windows 9x/ME e Windows 2000 Professional, Windows.NET manderà invece in pensione le versioni Server, Advanced Server e Datacenter di Windows 2000 con le relative edizioni Standard, Advanced e Datacenter.

Mentre il lancio di Windows XP è atteso per il 25 ottobre, quello di Windows.NET arriverà un poco più avanti: verso la fine dell'anno o, con più probabilità, durante i primi mesi del 2002.
TAG: microsoft
12 Commenti alla Notizia Windows 2002? No no, sono Windows.NET
Ordina
  • Citazione:
    "Windows.NET utilizza i Web service XML per espandere la piattaforma PC e mettere in comunicazione fra loro una grande varietà di dispositivi, quali client, server e smart device", ha detto Cliff Reeves, vice presidente di Windows.NET Server.

    Visti i precedenti e la cura che M$ mediamente pone nella realizzazione dei suoi software, secondo me è più corretta questa:
    "Windows.NET utilizza i Web service XML per espandere la piattaforma PC e mettere in comunicazione una grande quantità di utenti con una altrettanto grande quantità di crackers".
    non+autenticato
  • Io aspetto l'uscita di Windows 2020+sp45...
    voi comprerete Windows2002?

    Saluti a Tutti indistintamente..

    non+autenticato
  • Che fara' Microsoft quando a Natale 2001 si accorgeranno che la gente non fa a botte davanti ai negozi per comprare windows XP?

    Licenziera' qualche team di marketing come capro espiatorio, ma poi che strategia adottera' secondo voi?
    non+autenticato
  • Beh, presto detto: ricominceranno a calare pesanti mazzate sull'open source e su Linux in particolare, dato che nel mercato server è proprio Apache che domina. Mi auguro di cuore che sia così perchè M$ sta cercando di ridicolizzare più che può un SO che lei stessa usa.....
    a volte fanno un po' pena. Comunque se Windows.NET
    sarà avido di risorse come Whistler professional, sicuramente verrà lasciato sugli scaffali!

    - Scritto da: Monica
    > Che fara' Microsoft quando a Natale 2001 si
    > accorgeranno che la gente non fa a botte
    > davanti ai negozi per comprare windows XP?
    >
    > Licenziera' qualche team di marketing come
    > capro espiatorio, ma poi che strategia
    > adottera' secondo voi?
    non+autenticato

  • > E cosa farete voi se invece succede?

    Voi chi?

    > Griderete disgustati al rinnovato potere
    > monopolista di MS?

    Hai la coda di paglia?

    Ho semplicemente fatto una domanda, a cui tu non hai risposto.

    Per rispondere a te invece ti diro' che continuero' a dormire sonni tranquilli e a usare lo stesso computer che sto usando ora, e che non ho intenzione di cambiare finche' funziona.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Monica
    > Per rispondere a te invece ti diro' che
    > continuero' a dormire sonni tranquilli e a
    > usare lo stesso computer che sto usando ora,
    > e che non ho intenzione di cambiare finche'
    > funziona.

    HAHHAHAHAHAHAHA
    Ho se mpre detto che se fosse x le donne l'informatica sarebbe ancora al X486 o peggio MORTA!
    HAHAHAHAHAHAHAHAH
    LOLLLAZZZZO

    //PzSniper
    non+autenticato
  • Mito è per questo ce amo le donne.. perchè son sincere....


    - Scritto da: PzSniper
    >
    >
    > - Scritto da: Monica
    > > Per rispondere a te invece ti diro' che
    > > continuero' a dormire sonni tranquilli e a
    > > usare lo stesso computer che sto usando
    > ora,
    > > e che non ho intenzione di cambiare
    > finche'
    > > funziona.
    >
    > HAHHAHAHAHAHAHA
    > Ho se mpre detto che se fosse x le donne
    > l'informatica sarebbe ancora al X486 o
    > peggio MORTA!
    > HAHAHAHAHAHAHAHAH
    > LOLLLAZZZZO
    >
    > //PzSniper
    non+autenticato
  • Io ho un x486 con DOS 5.0, Windows 3.1 esteso a 32 bit e Calmira (una GUI open source *molto* ben fatta, http://www.calmira.org), che uso tranquillamente ancora oggi per compiti di ufficio. Ci posso anche mandare fax e scambiare posta elettronica. Perché buttarlo? Sul PC grosso ovviamente gira Linux. Ah, io sono un uomo. Hai la mia solidarietà, Monica (per quello che vale...)

    - Scritto da: PzSniper
    >
    >
    > - Scritto da: Monica
    > > Per rispondere a te invece ti diro' che
    > > continuero' a dormire sonni tranquilli e a
    > > usare lo stesso computer che sto usando
    > ora,
    > > e che non ho intenzione di cambiare
    > finche'
    > > funziona.
    >
    > HAHHAHAHAHAHAHA
    > Ho se mpre detto che se fosse x le donne
    > l'informatica sarebbe ancora al X486 o
    > peggio MORTA!
    > HAHAHAHAHAHAHAHAH
    > LOLLLAZZZZO
    >
    > //PzSniper
    non+autenticato
  • - Scritto da: Furio
    > Comunque se
    > Windows.NET
    > sarà avido di risorse come Whistler
    > professional, sicuramente verrà lasciato
    > sugli scaffali!
    >

    Furio, peccato che Microsoft non vive con il mercato italiano dove l'hardware costa e gli stipendi fanno ride. Oltretutto a me Win2000 Server e SQL 7 girano su una Asus del '96 con AMD K6-450, 160MB di SIMM, Matrox Millennium, HD 4.3GB, CD-RW, CDROM (tutto SCSI). Ci faccio parecchio Web development su piattaforma Microsoft e non ho nessun problema.

    Negli States (almeno nell'industria informatica) ricordatevi anche che i computer a lavoro sono cambiati con una frequenza annuale "no matter what"...Quindi i SO richiedono piu' risorse perche' sanno gia' che l'industria hardware avra' maggiore risorse disponibili in un anno....

    Anche da privato puoi comprarti gli ultimi pezzi a prezzi elevati, ma le cose di 6 mesi fa costano la meta' di quello che costavano prima. Quando ero in Italia mi ricordo di come fosse stressante dover stare sempre a compare nuovo hardware e quanto fosse difficile vederlo.

    Il Server che ho costruito sulla Asus comprata nel 1996 contiene tutti pezzi comprati su e-bay: costo totale $400 (E ripeto l'unico pezzo che avevo era la Motherboard e la Matrox). Ho venduto interamente l'altro computer che volevo aggiornare (sempre su e-bay a $400) e mi sono preso altri pezzi per un mettere assieme uno piu' recente (Asus, P3 667, 384 MB DIMM ECC, GeForce 2 GTS, HD 20GB, CDROM). Insomma per farla breve ho fatto due computer con solo $600 che rappresenta il 15% dello stipendio netto mensile....

    Quindi anche se Whistler necessita di piu' RAM e gingilli simili il mercato USA sara' sempre in grado di assorbire la richiesta...quello italiano magari no, ma quanto incide sui profitti Microsoft ???
    non+autenticato


  • - Scritto da: XP

    >
    > Quindi anche se Whistler necessita di piu'
    > RAM e gingilli simili il mercato USA sara'
    > sempre in grado di assorbire la
    > richiesta...quello italiano magari no, ma
    > quanto incide sui profitti Microsoft ???

    Ne sei sei sicuro? Sai quanto costa in Italia 256 Mega di RAM oggi? Informati, costa una sciocchezza.
    E per quanto riguarda i PC o il software costano come negli USA. Ovviamente la gli stipendi sono più alti...
    non+autenticato
  • E cosa farete voi se invece succede? Griderete disgustati al rinnovato potere monopolista di MS?

    - Scritto da: Monica
    > Che fara' Microsoft quando a Natale 2001 si
    > accorgeranno che la gente non fa a botte
    > davanti ai negozi per comprare windows XP?
    >
    > Licenziera' qualche team di marketing come
    > capro espiatorio, ma poi che strategia
    > adottera' secondo voi?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Monica
    > Che fara' Microsoft quando a Natale 2001 si
    > accorgeranno che la gente non fa a botte
    > davanti ai negozi per comprare windows XP?
    >
    > Licenziera' qualche team di marketing come
    > capro espiatorio, ma poi che strategia
    > adottera' secondo voi?

    Non farà proprio nulla di tutto questo perché la ressa ci sarà. Anche per ME si facevano le stesse previsioni ed invece, solo in Italia, ne sono state vendute finora 800.000 copie, di cui 300.000 circa OEM o comunque preinstallate. Questo significa che in pochi mesi mezzo milione di persone sono andate a comprare Windows ME nei negozi.
    non+autenticato