Ma Alice entra anche se non vuoi

Molte le segnalazioni sull'ADSL di Telecom Italia in queste ore. Qualcuna parla dei problemi causati dalla possibilità di attivare servizi a carico dell'utente senza bisogno di firme

Roma - Gentile PI, per contrappasso con quanti hanno scritto per lamentare la mancata attivazione di Alice, vorrei segnalare che stando alla mia ultima bolletta telefonica mi è stato attivato il servizio senza che io lo richiedessi.

Quindi inizio la simpatica routine telefonica necessaria per parlare con un addetto del 187 per appurare che a primavera 2004 una venditrice di Alice contattava il mio telefono privato; mia moglie rispondeva che di queste cose non se ne occupa, la tenace signorina richiamava per parlar meco che le dico che no, non voglio Alice: inspiegabile sulla bolletta estiva l'addebito di 23 e rotti euri per l'attivazione di non so quale incarnazione di Alice, che comunque mi verranno sottratti dalla prossima bolletta.

Inutile dire che non ho nemmeno avuto il tempo di controllare se la connessione è attiva effettivamente. Ovvio che dovrò vigilare attentamente sul rimborso.
L'azienda in oggetto voleva vendermi l'ADSL ancor prima che la mia zona fosse coperta dal servizio, ma il massimo avvenne coi temporali estivi di agosto 2002, quando ho subito un guasto telefonico durato fino a ottobre dello stesso anno: all'epoca come cura per il mio guasto (invece della riparazione) mi si proponeva l'ADSL, salvo poi verificare che non era possibile attivarla!

All'epoca ho chiesto un risarcimento per il bimestre durante il quale non avevo goduto del servizio ma a settembre 2004 ancora non so nulla dell'esito del mio reclamo di allora.

Sono certo di aver sdegnosamente rifiutato l'offerta di nuovi servizi proposti da un'azienda che ha difficoltà a far funzionare regolarmente i servizi che già mi vende e mi domando: passo alla concorrenza o aspetto un paio d'anni per scrivere nuovamente a Punto informatico?

Nota bene: se vado a verificare la disponibilità dell'ADSL sul mio numero telefonico la risposta è negativa perchè l'utenza è gia servita, e netta è la sensazione di essere finito in un pasticcio.

Saluti calorosi
Luca G.

Gentile Luca
sono innumerevoli le email che giungono a Punto Informatico da anni sull'attivazione (o disattivazione) di servizi da remoto: oggi i call center la fanno da padrone e capita davvero spesso che qualche operatore troppo zelante o, al contrario poco attento, attivi e disattivi servizi, cioè pagamenti, ad utenti che non lo hanno chiesto, che hanno chiesto il contrario e, soprattutto, non hanno mai firmato una richiesta di alcun genere.

E' questo il punto chiave, la mancanza della necessità di un assenso comprovato da parte dell'utente. Quando si protesta, e la cosa certo non vale solo per Telecom Italia, si può solo sperare in un atteggiamento positivo e propositivo del carrier: i mezzi per difendere i propri diritti sono pochi, costosi e inefficaci.

Qui si parla di diritti importanti, cancellati dall'imporsi degli attuali call center. Problemi su cui l'Autorità TLC, più volte sollecitata in questi anni, ha per ora evitato di esprimersi.

I miei migliori auguri, Adele Chiodi
TAG: adsl
56 Commenti alla Notizia Ma Alice entra anche se non vuoi
Ordina
  • ...in un modo od in un altro se ne esce. Le strade ci sono: le telecom stesse, scrivere delle raccomandate, attaccarsi al telefono tutti i giorni, le associazioni dei consumatori o gli avvocati.

    Il fatto è che per chiedere aiuto servono risorse, tempo e soldi, che nessuno ti rimborsa quando, e se, sei riuscito a spuntarla e riavere indietro un prelievo ingiustificato, sempre che sia uno solo e non si ripresenti senza preavviso. Perchè? Perchè devo avere questa preoccupazione in piu', oltre agli oneri annessi e connessi? Chi ripaga tutto? Di diritto nessuno ti paga... come la mettiamo?

    E soprattutto perchè è talmente facile attivare servizi nuovi che ad un certo punto ci sono servizi non richiesti, ma è così difficile chiudere un contratto che a volte una raccomandata A/R non basta?

    Non è sufficiente per comprendere lo squilibrio che c'e' e far intervenire un'autorità? Anche solo per dare una controllatina...

    Io sto per dire una cosa che odio, perchè se ci fosse un'effettiva presa di coscienza delle masse potrebbe esserci uno di quei periodi di anarchia completa dove tutti abbiamo solo che da rimetterci: le istituzioni non servono più noi, ma i gruppi finanziari... ogni aspetto ed ogni applicazione dei valori di democrazia, libertà e giustizia con cui cresciamo, sono stati strumentalizzati fino a distruggerli nella sostanza. L'involucro è ancora lì, ma la sostanza no. Ed allora ognuno di noi che è "onesto", permette ad uno di quei signori di vivere meglio infrangendo le regole del gioco e dopo lunghe serie di delusioni si arriva a pensare che non si può essere i soli fessi....meglio essere i pochi furbi.... creando un circolo vizioso da cui non si esce più se non in maniera traumatica.

    Non ve le fate più certe domande, sono solo il prodotto di ingenuità; si è ricreata una classe di nobili che si fa le leggi su misura, la sola differenza è che oggi c'e' la consapevolezza che alle masse bisogna dare il minimo indispensabile per vivere ed una sparanza di migliorare, altrimenti si rivoltano e tagliano le teste dei nobili.

    Iniziate a radunarvi in gruppi... perchè sarà sempre più dura tirare avanti da soli.

    ciao

    Renton78
    non+autenticato
  • Certo, anch'io ho dovuto aspettare tempi lunghi per avere alice, dopo di chè non solo mi hanno fatto mantenere la mia casella postale .. @virgilio che normalmente hanno soltanto i clienti tim o virgilio free, ma tutte le volte che chiamo il 187 ho sempre trovato operatori gentili che mi hanno consigliato bene anche su domande trabocchetto che gli ho teso per verificare la loro preparazione.
    Per esempio sui dialer   "acchiappatonti" mi hanno saputo rispondere che con l'adsl non c'è pericolo basta disattivare il modem analogico, e questo lo ha detto un operatore non tecnico .
    D'accordo, come su tutte le cose penso che c'entri anche la sfiga, ma sbagliare è umano persevare è diabolico, perchè non fare una raccomandata rr. al direttore generale della telecom e per conoscenza al ministro delle telecomunicazioni, ai giornali ecc,, con insulti diretti alla sua incompetenza a dirigere i dirigenti ex sip con stipendi ben alti che a loro volta non sanno dirigire i livelli operativi, invece di prendersela con l'operatore??
    non+autenticato
  • Caro nessuno53,se quando chiedo all'operatore di darmi il numero o l'indirizzo di un responsabile l'operatore/operatrice si rifiutano dicono che non sono autorizzati e quindi io mi sfogo con loro,e poi a me la linea Adsl non me l'ha staccata un dirigente ma una povera demente operatrice che ha poi asserito di avermi chiamato in un giorno che questo esercizio è chiuso per turno(Stazione di servizio)quindi perche' me la dovrei prendere con un dirigente anche se la lancia glie la metterei dove dico io!!!ma non una lancia liscia che magari gode pure,bensi' una lancia con tanti nodi in modo che gli faccia molto ma molto male....ahhh la signorina asseriva che io avrei chiesto il distacco adsl per una linea ISDN ...ahahahh la linea Isdn l'ho attiva da 10 anni,quindi vedi tu in che manine siamo.con un bravo avvocato ti fanno prendere 30anni di galera!!!

  • - Scritto da: GoldenHeart
    > Caro nessuno53,se quando chiedo
    > all'operatore di darmi il numero o
    > l'indirizzo di un responsabile
    > l'operatore/operatrice si rifiutano dicono
    > che non sono autorizzati


    :| strano, di solito quando parli male dei loro dirigenti ti darebbero non solo l'indirizzo della società che trovi anche sull'elenco telefonico , ma anche quello privato

    e quindi io mi
    > sfogo con loro,e poi a me la linea Adsl non
    > me l'ha staccata un dirigente ma una povera
    > demente operatrice che ha poi asserito di
    > avermi chiamato


    i dirigenti sono responsabili e prendono un sacco di soldi per questa responsabilità , vogliamo proprio non farli lavorare e guadagnare dindini così poi hanno tempo e soldi per scoparti la moglie quando tu sei al telefono a prendertela con l'operatrice confusa dalla confusione dirigenziale

    in un giorno che questo
    > esercizio è chiuso per turno(Stazione
    > di servizio)quindi perche' me la dovrei
    > prendere con un dirigente anche se la lancia
    > glie la metterei dove dico io!!!ma non una
    > lancia liscia che magari gode pure,bensi'
    > una lancia con tanti nodi in modo che gli
    > faccia molto ma molto male....ahhh la
    > signorina asseriva che io avrei chiesto il
    > distacco adsl per una linea ISDN ...ahahahh
    > la linea Isdn l'ho attiva da 10 anni,quindi
    > vedi tu in che manine siamo.con un bravo
    > avvocato ti fanno prendere 30anni di
    > galera!!!


    mmmmmmmmmmm , vuol dire che hai sfiga

    non+autenticato
  • >Deluso strano, di solito quando parli male dei
    > loro dirigenti ti darebbero non solo
    > l'indirizzo della società che trovi
    > anche sull'elenco telefonico , ma anche
    > quello privato

    Ehi, nessuno53, vuoi dirmi che tu quando hai parlato con qualcuno di un Call Center, magari di una azienda informatica, sei riuscito a farti passare qualcuno più in su?
    O se ti ha detto "la richiamo entro una settimana" hai risentito qualcuno?

    Bhe, certo è vero che l'operatore è responsabile fino ad un certo punto: lui fa quello cui viene istruito e se gli viene impedito di salire di livello mica è colpa sua. Del resto spesso a questo serve: ad evitare di rompere i coglioni a quelli più in su... su uno che insiste, 9 la piantano lì.

    Certo che è buffo. Uno si aspetta che in una azienda privata siano più efficienti. Io sono un dipendente pubblico: gli utenti hanno il mio nome/cognome, possono venire da me di persona, ho un numero di telefono ed un indirizzo e-mail diretti, chiunque può chiamarmi, e se una cosa non la so si ricorre al Capo Ufficio, poi anche al Dirigente (che peraltro anche lui ha numeri diretti e risponde a chiunque chiami) e poi la persona la richiamo io a spese nostre.

    Bha. Bisognerebbe punire di più quelle aziende che utilizzano certi metodi, smettendo di acquistare da loro. Ciao.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > >Deluso strano, di solito quando parli male
    > dei
    > > loro dirigenti ti darebbero non solo
    > > l'indirizzo della società che
    > trovi
    > > anche sull'elenco telefonico , ma anche
    > > quello privato




    > Ehi, nessuno53, vuoi dirmi che tu quando hai
    > parlato con qualcuno di un Call Center,
    > magari di una azienda informatica, sei
    > riuscito a farti passare qualcuno più
    > in su?
    > O se ti ha detto "la richiamo entro una
    > settimana" hai risentito qualcuno?
    >

    >A bocca aperta con telecom una volta sono riuscita a farmi passare il funzionario responsabile, forse avevo trovato argomenti convincenti, oppure l'operatrice non vedeva l'ora di passare il cerino acceso al suo capo

    > Bhe, certo è vero che l'operatore
    > è responsabile fino ad un certo
    > punto: lui fa quello cui viene istruito e se
    > gli viene impedito di salire di livello mica
    > è colpa sua. Del resto spesso a
    > questo serve: ad evitare di rompere i
    > coglioni a quelli più in su... su uno
    > che insiste, 9 la piantano lì.

    > Certo che è buffo. Uno si aspetta che
    > in una azienda privata siano più
    > efficienti. Io sono un dipendente pubblico:
    > gli utenti hanno il mio nome/cognome,
    > possono venire da me di persona, ho un
    > numero di telefono ed un indirizzo e-mail
    > diretti, chiunque può chiamarmi, e se
    > una cosa non la so si ricorre al Capo
    > Ufficio, poi anche al Dirigente (che
    > peraltro anche lui ha numeri diretti e
    > risponde a chiunque chiami) e poi la persona
    > la richiamo io a spese nostre.
    >

    Lo so esiste anche una legge mi pare la 241 o mi confondo con la 142, non ricordoTriste

    > Bha. Bisognerebbe punire di più
    > quelle aziende che utilizzano certi metodi,
    > smettendo di acquistare da loro. Ciao.
    Sono d'accordo
    non+autenticato
  • Hehehehe...

    Credevo di essere l'unico a comportarmi così, anche la mia Azienda (ex partecipazione statale e con diversi milioni di clienti) mi ha dotato di telefono cellulare, email e recapito diretto fisso tutti reperibili dai clienti esterni e io sono ben contento di poter mettere a disposizione di chi ha bisogno di assistenza quello che posso.

    I Contact Center, invece, altro non sono che muri di gomma atti a sbrigare le competenze spicciole e rimpallare le "rotture".

    Ad ogni modo noi abbiamo l'obbligo di rispondere a qualsiasi richiesta scritta o telefonica in un massimo di 30 gg lavorativi (per i lavori i tempi sono più stretti), altrimenti siamo obbligati a corrispondere al cliente un indennizzo (piccolo, ma pur sempre un indennizzo). Credo sarebbe sufficiente questo per sanare gli assurdi comportamenti di telecom.

    PS Oggi a Bologna Alice era fuori servizio fino alle 20:15... secondo voi sono riuscito a parlare con il 187?

    May the Force be with you

    Teras Kasi Master
  • we nessuno53 mi dici come fai a scrivere in mezzo a quello che scrivo io???

  • - Scritto da: GoldenHeart
    > we nessuno53 mi dici come fai a scrivere in
    > mezzo a quello che scrivo io???

    GoldenHeart, non sono nessuno53: ma questa sopra è una battuta che non ho capito? O davvero non sai come si fa?
    Bhè, fai click su "Rispondi quotando" e poi ti infili dentro, come in un documento di Word, con il tasto Invio.

    OK? Ciao
    non+autenticato
  • Premetto che avevo un abbonamento a ALICE FLAT sottoscritto nel lontano 2002 , in data 12.12.2004 inviavo didetta alla telecom per il servizio di ALICE .Della stessa non ho mai avuto risposta! in data giugno 2004 avendo aquistato un moden ruter inviavo un'altra disdetta allla telecom relativamente alla fornitura del modem, do tre giorni ricevevo una telefonata da un 'operatrice del 191 che mi diceva testualmete: il modem non puo' essere disdetto in quanto il contratto di ALICE FLAT NON PREVVEDE LA SOLA FORNITURA DELLA LINEA ADSL "grossa balla madornale".
    successivamente un'altra operatrice del 191 mi offriva il passaggio "indolore" ad SMART ADSL dicendo che il tutto sarebbe avvenuto in giro di max 2 gg. . Ora che vi scrivo per farla in breve in data 11 agosto 2004 mi e' stato attivato il servizio SMART ADSL mentre il servizio ALICE FLST mi era stato sospeso in data 20 giugno 2004 . Alla faccia di proffessionalita' . Nel frattempo sono rimasto sprovvisto del servizio ADSL ripetutamente ho parlato con gli operatori del 191 , inviato diversi fax di protesta e chiarimenti in merito! Mai Avuto risposta.
    Meditate gente.
    Alla larga la Telecom.
    non+autenticato
  • Mi spiace per te,ma io ho preferito cambiare operatore,è vero cambia molinaro cambia ladro ma piuttosto che dare ancora un centesimo a Telecom sto senza adsl.A me è successa la stessa cosa con la differenza che tu hai chiesto il cambio io NO!!
  • All'arrivo della lettera di attivazione ho chiamato il 187 perche' non volevo alice free non avendolo mai richiesto.

    Dopo 4 tentativi col 187 e quasi 2 mesi di attesa mi hanno comunicato che non risultavo piu' attivo.

    Qualche giorno dopo ho ricevuto la bolletta con l'addebito dell'attivazione di alice free e 49 euro di traffico che non avevo mai fatto non possedendo nemmeno un modem adsl.

    Al primo tentativo col 187 mi hanno dato un numero dove spedire un fax con la richiesta di rimborso. Inutile dire che non ho mai ricevuto risposta.

    Dopo una settimana ho richiamato il 187 e un operatrice molto gentile mi ha fatto ottenere il rimborso sia dell'attivazione che del traffico mai fatto.

    Spero di non essere l'unico a cui sia andata bene (un po' per le lunghe, ma bene).

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)