Torna il Debian Translation Party

A Milano

Milano - A quasi un anno di distanza dalla prima edizione del Debian Translation Party, Carlo Contavalli (Debian), Claudio Cattazzo (Pluto), Cristian Rigamonti (ILS) e l'Associazione Culturale OpenLabs (che ha ospitato anche la prima edizione dell'evento) ripeteranno l'esperienza arricchendola di nuovi spunti.

Il Debian Translation Party 2 si svolgerà sabato 11 settembre 2004 presso la sede temporanea di OpenLabs. I lavori inizieranno alle ore 10 (ma sarà possibile affluire già dalle 9) e si concluderanno alle 23,30. Oltre alle sessioni didattiche, quest'anno l'evento darà maggiore risalto a quelle pratiche, cercando di mettere in condizioni di lavorare, da subito, anche chi affronta per la prima volta questa esperienza.

Per la parte didattica sono previsti gli interventi che seguono (il programma è indicativo ed è suscettibile di modifiche che saranno temporaneamente comunicate):
- "Traduzione dei siti (WML)" (Giuseppe Sacco)
- "Regole di buona traduzione" (Claudio Cattazzo)
- "L'importanza delle chiavi PGP/GPG" (Fabio Pani)
- "Tradurre la descrizione dei pacchetti Debian: DDTP" (Cristian Rigamonti)
- "L'esperienza della traduzione del Debian-Installer" (Stefano Canepa).

Oltre a queste presentazioni, ci saranno sessioni pratiche effettive che avranno l'obiettivo di realizzare traduzioni reali e che faranno parte di successive release di Debian GNU/Linux.

"I partecipanti - si legge in un comunicato diffuso dagli organizzatori dell'evento - avranno l'opportunità di lavorare (e imparare) al fianco di esperti che già da tempo contribuiscono alla localizzazione di Debian in lingua italiana. Per tutti, l'augurio è che nuovi traduttori entrino a far parte della comunità sempre in crescita".

La sede dell'evento si trova in via Venezia 23, a Sesto S. Giovanni (MI), vicino alla fermata MM1 Marelli. Tutte le informazioni su come raggiungere il luogo del party si trovano qui.Per partecipare è gradita la registrazione.