Ergastolo per il pornoweb

Le autoritÓ cinesi avvertono i produttori di materiale pornografico in rete: se attentate alla salute pubblica vi sbattiamo in galera a vita

Pechino - L'incessante caccia alle degradazioni occidentali da parte delle autoritÓ cinesi si Ŕ concretizzata ieri in una notizia che ha rapidamente fatto il giro del mondo dopo essere stata diffusa dall'agenzia di stato Xinhua.

"A seconda della serietÓ del caso - ha scritto l'agenzia riferendosi ai procedimenti in corso contro i pornografi web - le sentenze oggi vanno dalla libertÓ vigilata alla detenzione, dal fermo di polizia a varie tipologie di reclusione, fino al carcere a vita".

Da cosa dipende la serietÓ della situazione? Per esempio dalla popolaritÓ: un sito molto cliccato potrebbe portare guai seri ai propri gestori.
Non Ŕ certo una novitÓ che l'oligarchia pechinese trovi nel porno online un ottimo alleato nella propria battaglia per il thought control, nÚ Ŕ una novitÓ che la guerra contro il porno Ŕ sostenuta da molti cinesi che arrivano persino alla delazione via Internet. Ma rappresenta una novitÓ il fatto che si pensi davvero di ricorrere a misure repressive cosý drastiche.

Quelli descritti dalla Xinhua sono gli orientamenti delle autoritÓ delineate dalla Corte Suprema del Popolo di Pechino e relative ai casi portati innanzi al massimo tribunale dalla pubblica accusa, del popolo naturalmente.
TAG: censura
13 Commenti alla Notizia Ergastolo per il pornoweb
Ordina
  • che strano un falegname cinese per lavoro può tirarsi una sega, mentre con dedica su una immagine porno no.

    Speriamo che non siano come i mussulmani che quando vanno in altri paesi impongono le loro usanze invece che integrarsi con quelle del paese ospitante hehehe;)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > che strano un falegname cinese per lavoro
    > può tirarsi una sega, mentre con
    > dedica su una immagine porno no.
    >
    > Speriamo che non siano come i mussulmani che
    > quando vanno in altri paesi impongono le
    > loro usanze invece che integrarsi con quelle
    > del paese ospitante hehehe;)


    Sorpresa Mio Dio quanto sei troll...

    Barone dello Zwanlandshire
    non+autenticato
  • Questo non e' un troll qualsiasi allora, e' un troll molto saggio...
    non+autenticato
  • ...........che tira più un pelo di figa che un carro di buoi.

    Ma immagino che nel libretto rosso non ci sia scritto.
    non+autenticato
  • ...con le loro leggi demenziali su sesso e procreazione hanno ottenuto il record mondiale negli infanticidi di figlie femmine e il record mondiale nello squilibrio fra numero di figli maschi e femmine, tanto da essere costretti a uno squallido mercato delle mogli, che vanno a comprare in paesi più poveri.
    Non lamentiamoci dell'Italia e dell'Occidente in genere, è sempre preferibile a questo titanico tiramolla cinese fra progresso e idiozia e burocrazia.
    non+autenticato
  • Chissà perchè ho l' impressione che tu sia il tizio che anche in altri articoli batte sulla malvagità dei cinesi che ammazzano i bambini (poi li cucinano anche)?
    Dimmi un po', un paese che ha già un miliardo e trecento milioni di abitanti non dovrebbe dotarsi di forti politiche di controllo demografico?
    Oppure dobbiamo dare ascolto al papa, "una botta un figlio"?
    Per quanto riguarda poi gli infanticidi, se tu conoscessi un MINIMO di storia cinese, sapresti che la soppressione dei neonati, in particolare femmine, in particolare nei periodi di carestia, è un atto profondamente radicato nella cultura cinese, millenario direi, sulla cui mancanza di eticità trovo sia superfluo discutere, ma che non è nato negli ultimi cinquanta anni e non è stato ispirato dalle leggi sul controllo demografico come tu invece sembri voler insinuare.
    Ti dirò inoltre che , in linea di principio, tali leggi sono volute pure per PREVENIRE gli infanticidi che, nella maggior parte dei casi, vengono praticati non da crudeli funzionari di partito ma dai parenti del neonato e di cui quindi, in generale, non si viene a sapere NULLA.
    non+autenticato


  • > Ti dirò inoltre che , in linea di
    > principio, tali leggi sono volute pure per
    > PREVENIRE gli infanticidi che, nella maggior
    > parte dei casi, vengono praticati non da
    > crudeli funzionari di partito ma dai parenti
    > del neonato e di cui quindi, in generale,
    > non si viene a sapere NULLA.

    In effetti questo è vero. Anche ad Amnesty non sono mai stati segnalati casi veri, certi, di funzionari che ammazzano bambini o fanno fare aborti: la legge sul controllo demografico è soltanto economica (a chi ha più di tot figli non vengono dati alcuni aiuti economici o la possiblità di accedere ad alcune cariche e lavori). Inoltre, comunque l'infanticidio è punito con la pena di morte.

    Stefano
    non+autenticato
  • > In effetti questo è vero. Anche ad

    Confermo anche io.

    > ... la legge sul
    > controllo demografico è soltanto
    > economica (a chi ha più di tot figli
    > non vengono dati alcuni aiuti economici o la
    > possiblità di accedere ad alcune
    > cariche e lavori).

    E mi risuta anche che chi ha piu' di un figlio non ha solo limiti di accesso a sgravi fiscali e accesso alle cariche, ma deve pagare una bella multa.
    non+autenticato
  • eh allora c'è bisogno di ammazzare i figli? usare un preservativo no eh?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > eh allora c'è bisogno di ammazzare i
    > figli?

    "eh allora"? C'entra qualcosa con quanto scritto prima?

    > usare un preservativo no eh?

    I contandini cinesi non aspettavano altro che la tua illuminante idea.
    non+autenticato
  • ecco, sì!
    Magari invitiamo tutti i cinesi a usare la carta igienica e vedrai che verranno a tagliare anche l'alberello sotto casa tua!
    non+autenticato
  • Infatti il governo cinese, nonostante la tradizionale pruderie nei confronti della sessualità e degli argomenti relativi, ha fatto campagne di sensibilizzazione all' uso della contraccezione.
    Non che voglia difendere il governo cinese, considerato l' atteggiamento che esso tiene in altri campi, diritti umani in testa; vorrei far solo notare che nel mondo reale non è tutto bianco o tutto nero...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Chissà perchè ho l'
    > impressione che tu sia il tizio che anche in
    > altri articoli batte sulla malvagità
    > dei cinesi che ammazzano i bambini (poi li
    > cucinano anche)?
    Spiacente, non sono io.
    > Dimmi un po', un paese che ha già un
    > miliardo e trecento milioni di abitanti non
    > dovrebbe dotarsi di forti politiche di
    > controllo demografico?
    No e visti i risultati tanto forti non sono, hanno un che di grida
    manzoniane.
    Sono totalmente favorevole alla contraccezione e pur essendo cattolico, sono convinto che sul tema Woytilaccio (cit.) non capisca una beata fava e mi meraviglio che un papa innovatore e spregiudicato in tutto il resto sia tanto retrogrado sulla sessualità.
    Per tornare ai Cinesi, il punto del mio discorso è che le soluzioni autoritarie non funzionano proprio e se alla limitazione del numero di figli milioni di contadini (perché parliamo di uno squilibrio di nascite percentuale che moltiplicato per la popolazione cinese significa milioni di persone) rispondono con infanticidi o aborti selettivi nel migliore dei casi, vuol dire che in più di 50 anni il comunismo
    a) non è riuscito a sradicare arretratezza e ignoranza;
    b) non è riuscito a garantire la parità dei sessi, visto che avere
        figli maschi o femmine fa tanta differenza;
    c) non riesce a garantire un'adeguata assistenza agli anziani,
        se a quanto pare il fatto che le figlie si allontanino dalla
        famiglia di origine è così drammatico: ma se un regime
        comunista non riesce neanche a garantire l'assistenza
        sociale a che serve, se non a sostituire i padroni capitalisti
        con dei padroni ben peggiori che oltre al potere economico
        detengono anche quello politico e giudiziario e non    
        essendo legati al profitto possono gestire l'economia in
        maniera così demenziale da aver provocato carestie anche
        in tempi recenti?
    L'unica parziale soluzione a gran parte dei mali del mondo non è né il pacifismo, né l'interventismo, né il liberismo a oltranza, né il dirigismo statalista: è spendere di più per ricerca e istruzione e vale anche per l'Italia, sia di Prodi che del Berlusca, che sul tema sono le classiche montagne che partoriscono il topolino, entrambi hanno sbandierato come conquiste degli aumenti micragnosi di una somma di partenza micragnosa.
    non+autenticato