Nel cellulare batte un hard disk

Samsung presenta quello che definisce il primo telefono cellulare al mondo ad integrare un hard disk. Quest'ultimo, della dimensione di un francobollo, fornisce la capienza necessaria per archiviare migliaia di foto e file MP3

Seoul (Corea del Sud) - Il ritmo con cui i telefoni cellulari si stanno evolvendo, trasformandosi in dispositivi mobili tuttofare, diviene ora frenetico con l'arrivo di quello che Samsung definisce il primo cellulare al mondo dotato di hard disk.

Svelato negli scorsi giorni in Giappone, l'SPH-V5400 è un telefono mobile che mette da parte le schede di memoria flash e affida la propria capacità di archiviazione ad un hard disk in miniatura da 1,5 GB. L'unico tipo di memory card che oggi può superare tale capienza è la CompactFlash, disponibile in tagli da 2 GB, ma tale formato è poco idoneo per l'impiego nei cellulari.

Il mini drive può essere utilizzato per archiviare ogni tipo di file, e in particolare foto, video e MP3. L'SPH-V5400 integra infatti una fotocamera da 1 megapixel e un player audio, oltre ad una radio FM. Tra le altre funzioni si trovano un'uscita TV, due speaker, supporto alle suonerie polifoniche a 64 toni e due display LCD. Lo schermo principale è TFT con risoluzione di 240 x 320 pixel, mentre quello secondario è OLED con risoluzione di 128 x 128 pixel.
Il telefono verrà introdotto sul mercato coreano prima della fine di settembre ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno agli 800 dollari, quasi un record in questo segmento del mercato. Fino a che il suo prezzo non scenderà, l'SPH-V5400 è destinato a rimanere un oggetto del desiderio: le cose si faranno davvero interessanti quando i produttori potranno lanciare sul mercato di massa cellulari con hard disk da 2 o più GB capaci di competere, in termini di costi, con i dispositivi digitali consumer.

Con il suo SPH-V5400 Samsung ha di fatto percorso una strada già seguita nel recente passato da diversi produttori di player MP3, primo fra tutti Apple, che con l'iPod è stato fra i primi a portare sul mercato consumer dispositivi con hard disk da 1,8 pollici e 1 pollice.

La mossa di Samsung non sembra per altro destinata a rimanere un caso isolato: almeno tre chipmaker, tra cui Agere Systems, hanno già annunciato lo sviluppo di chipset per telefoni cellulari integranti buona parte dell'elettronica, tra cui il controller, necessaria per gestire un hard disk ATA. La società sostiene che questo permetterà ai produttori di mini hard disk di semplificare ulteriormente i loro drive in modo da renderli più compatti ed economici.

Per il momento Samsung non ha svelato la marca dell'hard disk integrato nell'SPH-V5400: i produttori che attualmente producono dischi da 1 pollice sono Hitachi, Cornice e GS Magicstor. Seagate e Toshiba rilasceranno i propri modelli entro la fine dell'anno.
42 Commenti alla Notizia Nel cellulare batte un hard disk
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)