PayPal multa i propri clienti

Forte della propria posizione, l'azienda decide di passare alle vie di fatto con quegli utenti che violano la sua policy. Occhio alla carta di credito

San Francisco (USA) - Diffuso ormai su tutta la rete e utilizzato da molte migliaia di siti web per farsi pagare in sicurezza le più svariate somme in euro o dollari, il servizio di PayPal.com è ora ad una svolta.

L'azienda, parte del gruppo eBay, ha infatti annunciato che a breve non solo contesterà ai propri utenti-abbonati l'uso del servizio in violazione della propria policy ma provvederà anche ad elevare multe, confiscando fino a 500 dollari per le violazioni più gravi.

Di che si tratta? Paypal consente a chiunque abbia una carta di credito di trasferire qualsiasi quantità di fondi a qualunque servizio internet adotti il proprio sistema. Ma se questi fondi vanno a siti pornografici, a servizi legati al gioco d'azzardo o a farmacie online non certificate, allora PayPal interviene e tra qualche tempo lo farà usando la mano dura.
Quella di PayPal non sembra affatto una crociata moralizzatrice da parte di un business che ha fatto delle transazioni il proprio core, assomiglia invece secondo gli osservatori ad un avvertimento, resosi necessario per l'azienda, che deve cautelarsi per non essere tirata in ballo in caso di problemi legali o finanziari che riguardino certi siti web e il suo servizio di transazione. Nel caso in cui la situazione venutasi a creare porti danni finanziari a PayPal, la società ha spiegato di riservarsi anche un'azione legale contro i propri abbonati.

Non è chiaro come gli utenti reagiranno alla nuova policy, consentendo quindi a PayPal di rivalersi sulla propria carta di credito nel caso fossero colti in fallo, ma questa entrerà in vigore dal 24 settembre. Utente avvertito...
59 Commenti alla Notizia PayPal multa i propri clienti
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)