Sicurezza IT, tira la laurea online

L'iniziativa dell'Università di Milano è stata letteralmente presa d'assalto e in pochi giorni sono volati via i 120 posti disponibili. Mancano sufficienti alternative?

Milano - Sono letteralmente "volati via" i 120 posti che erano disponibili quest'anno per il corso di laurea triennale online in Sicurezza informatica dell'Università degli studi di Milano. I promotori hanno infatti confermato a Punto Informatico che nel giro di pochi giorni tutti i posti sono stati catturati, come si legge sul sito dedicato.

Pensata per gli studenti lavoratori e per chi si trova lontano dalla sede universitaria, la laurea promossa dal Polo Didattico di Crema ha riscosso forse persino maggiore interesse rispetto all'anno scorso, primo anno dei corsi multimediali specializzati.

"Sulla spinta delle richieste - spiegano i responsabili a PI - durante l'anno abbiamo realizzato una versione online del corso. E ora vi è una lunga lista d'attesa". Una lista che testimonia l'evidente richiesta per dei corsi di laurea che più di altri sembrano incontrare peraltro le necessità dell'industria, fornendo quindi anche un volano occupazionale che non dovrebbe essere trascurato.
I temi trattati sono quelli al centro dell'attualità informatica: si va dalla gestione dei dati sensibili alla gestione dei sistemi di sicurezza, alle tecniche anti-intrusione fino all'e-learning.

"I 120 studenti online, che risiedono in tutto il territorio nazionale e anche dall'estero - ha spiegato Ernesto Damiani, che coordina l'erogazione del corso - potranno usufruire di materiale didattico appositamente pensato ed elaborato dai docenti del Dipartimento di Tecnologie dell'Informazione con la collaborazione degli esperti del Centro per le tecnologie della didattica a distanza (CTU) dell'Ateneo milanese e della società di formazione del gruppo Fiat, Isvor".

Per chi vuole comunque perseguire questa laurea è possibile frequentare i corsi tradizionali che non hanno tetto di iscrizione ma non godono evidentemente del supporto via Internet (in quel caso le iscrizioni chiudono il 30 settembre).
TAG: italia
11 Commenti alla Notizia Sicurezza IT, tira la laurea online
Ordina
  • ...quello che non capisco è questo:

    Per chi lavora, è ottimo l'attenzione verso sistemi di didattica alternativa.
    Quello che non capisco è questo: se uno è costretto a lavorare e non ha la possibilità di mamma e papino che paghino, come fa poi a permettersi l'aggravio di costi che la laurea ha?

    Sì perché, in quanto lavoratori, pagate le tasse piene.
    Somma poi l'addizionale "laurea on line".

    Risultato...

    1° rata cdl: ? 590 + 1° rata contributo modalità online: ? 600
    2° rata cdl: varia a seconda del proprio reddito, da un minimo di ? 65 ad un massimo di ? 2511 + 2° rata contributo modalità online: ? 600

    Risultato 4300 euro, in caso di reddito massimo
    1855 euro per i redditi minimi (ma se lavorate, ahi...)

    ARTICOLO 34 - COSTITUZIONE ITALIANA
    La scuola è aperta a tutti.
    L?istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.
    I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.
    La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.


    La politica sceglie poi.

    Vabbeh, lavoriamo va... che anche la casa è diventato un miraggio...
    non+autenticato
  • Salve a tutti,
    che ne pensate del corso di Laurea Online di Ingegneria Informatica del Politecnico di Milano?

    www.laureaonline.it

    Grazie.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 16/09/2004 10.00.16

  • > Salve a tutti,
    > che ne pensate del corso di Laurea Online di
    > Ingegneria Informatica del Politecnico di

    Di quella online penso la stessa cosa di qualsiasi altro
    corso di Ing. Informatica: Tempo perso. Studia qualcos'altro
    di alternativo all'Informatica, o altrimenti anche te farai parte
    della notevole schiera di Ing Informatici a spasso perche' non
    trovano lavoro.
    non+autenticato
  • Ciao, sono d'accordo con te che nel mercato dell'informatica è ad oggi difficile trovare impiego, o meglio era fin troppo facile 3 o 4 anni fa...
    Non concordo sul fatto che la Laurea sia on-line che tradizionale non serva a niente.
    Sono iscritto dal 2002 alla Laurea On-Line del Politecnico di Milano, ho 36 anni ed è da quando ne ho 20 che lavoro in questo settore.
    Voglio laurearmi perchè le cose che imparo, attraverso l'insegnamento di professori e tutor decisamente preparati, mi consentono di strutturare la mia
  • sembra un corso tutto fumo!...:s
    non+autenticato
  • Io frequento quell'università e da subito mettono le cose in chiaro : sicurezza delle reti e dei sistemi informatici non equivale ad essere un hacker ne'tantomeno un cracker, ma avere quelle conoscienze di crittografia, architettura di reti, diritto necessarie a gestire una rete, amministrare, prevenire e prendere adeguati provvedimenti in caso di instrusione.

    Se non vi convince una cosa informatevi, prima di tutto andando sul sito e guardando i corsi disponibili, siano essi complementari o fondamentali e fatevene un'idea da soli.
    non+autenticato

  • > sicurezza
    > delle reti e dei sistemi informatici non
    > equivale ad essere un hacker ne'tantomeno un
    > cracker, ma avere quelle conoscienze di
    > crittografia, architettura di reti, diritto
    > necessarie a gestire una rete, amministrare,
    > prevenire e prendere adeguati provvedimenti
    > in caso di instrusione.

    Non serve certo un corso di Laurea per saper fare
    queste cose.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > sicurezza
    > > delle reti e dei sistemi informatici non
    > > equivale ad essere un hacker
    > ne'tantomeno un
    > > cracker, ma avere quelle conoscienze di
    > > crittografia, architettura di reti,
    > diritto
    > > necessarie a gestire una rete,
    > amministrare,
    > > prevenire e prendere adeguati
    > provvedimenti
    > > in caso di instrusione.
    >
    > Non serve certo un corso di Laurea per saper
    > fare
    > queste cose.
    >

    Probabilmente hai ragione, pero' se vuoi che te le lascino fare da stipendiato sull'infrastruttura IT di una societa' privata o di un ente pubblico, la laurea torna utileOcchiolino
    non+autenticato
  • Penso che sia una gran cavolata...
    Se confronti il titolo dei corsi che ci sono li' e quelli impartiti in altre università... noterai subito che si tratta degli stessi corsi per la maggior parte con alcuni ai quali è stata aggiunta la parola sicurezza...
    Scusami che senso ha chiamare un corso Laboratorio di programmazione per la sicurezza... Sto corso è al primo anno...dunque due sono le cose... o prevedono che già tutti sappiano programmare nel linguaggio di programmazione prescelto per il corso...oppure è una gran bufala e qualche accenno alla sicurezza lo vedi per una o due ore a fine corso dopo che ti hanno insegnato a programmare in C ad esempio...
    Certo ci potrà essere un corso in più orientato alla sicurezza... ma chi non mi dice che tra quei corsi non ci siano pezzi di altri come per esempio un corso di commercio elettronico (che ho frequentato io) dove cmq ti vengono fornite nozioni sui certificati, ssl, pki etc. etc...
    Insomma mi sembra tanto la solita bufalata all'italiana!
    Credo che la cosa migliore sarebbe stato una normale laurea triennale in informatica che rispecchi per lo più programmi che vengono impartiti in tutti le università (e che a dir la verità non si distaccano molto da quelli che questa laurea in sicurezza dovrebbe offrire)... e poi concentrare i due anni di specializzazione e conseguente tesi tutto sul discorso sicurezza... una bella serie di corsi, seminari, ma soprattutto laboratori... è ora di rendersi conto che la pratica è importante quanto la teoria...
    Questo è il mio punto di vista.. sono dott. jr (che razza di termine!) in informatica (università ca' foscari) e attualmente sto frequentando la specialistica...
    CIAO!!

    P.S: ricordati cmq che non si puo' sempre e cmq fare affidamento solo su quello che ti spiegano all'unive... ti renderai subito conto che c'è parecchia gente mediocre che frequenta gli ambienti universitari (in cattedra e non)... altri invece con i controcoglioni... come nella vita di tutti i giorni d'altra parte...
    C'è poco da fare... molto del lavoro per costruire il proprio skill informatico, bisogna farlo da autodidatti Sorride
    non+autenticato
  • i posti nel corso di sicurezza(quando non c'era la laurea breve ma solo il corso) sono sempre volati via,.. nella mia universita' vogliono essere tutti hacker, parola di chi il corso lo ha seguito.. quindi non c'e' nulla di nuovo.. se poi volete farne una notizia clamorosa..
    non+autenticato
  • La sai sempre piu' lunga degli altri, eh?
    non+autenticato