ALi e SiS chiedono la testa di Via

I chipmaker esigono che Intel porti Via in tribunale e le impedisca di rilasciare sul mercato un chipset per P4 senza licenza. Intel immobile

Taipei (Taiwan) - ALi e SiS, i due più grossi chipmaker taiwanesi dopo Via, non ci stanno. Secondo quanto riportato da The Inquirer, infatti, le due aziende pretendono che Intel citi in giudizio Via per aver prodotto, con l'intenzione di rilasciarlo presto sul mercato, un chipset DDR per Pentium 4 senza la dovuta licenza.

Come si ricorderà, al contrario di ALi e SiS, che hanno ottenuto regolare licenza da Intel per produrre chipset per il P4, Via ad oggi non soltanto non ha ancora ottenuto tale licenza, ma ha più volte dichiarato di non avere neppure nessuna intenzione di richiederla.

Via sostiene infatti che con l'acquisto, lo scorso anno, di S3 Graphics avrebbe "ereditato" tutte le scartoffie necessarie ad autorizzarla a produrre chipset per P4. Un'opinione non condivisa invece da Intel che, proprio all'inizio del mese, dichiarò di non voler riconoscere alcuna licenza alla rivale.
Intel tuttavia, fino ad oggi non ha mosso un dito per fermare Via, e molti analisti ritengono che questo sia dovuto al fatto che ad Intel tutto sommato fa comodo che un gigante dei chipset come Via lanci sul mercato, con un certo anticipo sui concorrenti, un chipset DDR che potrebbe ulteriormente favorire l'ascesa del P4 sul mercato di massa. Ma accanto a queste considerazioni, e prendendo atto della grande leggerezza mostrata da Via in merito alla questione, c'è chi sostiene che fra le due aziende possano esservi piani di collaborazione "sotterranei" che vanno oltre la litigiosità di facciata.

Fatto sta che ALi e SiS, da buone samaritane, hanno già acquistato la licenza da Intel e sono ora obbligate a versare nelle casse del colosso californiano 5$ di royalty per ogni chipset prodotto. È chiaro che se le cose restassero così, Via potrebbe vendere il proprio chipset ad un costo particolarmente competitivo, cosa che sta facendo parecchio arrabbiare le sue due rivali che, da parte di Intel, pretenderebbero una decisa presa di posizione: denunciare Via e costringerla a fermare la produzione del suo chipset.

Da Santa Clara, per il momento, sulla vicenda regna però il più assoluto riserbo. Chi la spunterà?
TAG: hw