Ladro di identità ammette tutto

Per cercare di ridurre la possibile pena a 50 anni di carcere, un uomo che ha rubato l'identità digitale di 30mila persone confessa il suo crimine

New York (USA) - L'americano Philip Cummings è stato accusato dai procuratori di New York nell'ottobre del 2002 di aver sottratto i dati finanziari di più di 30mila persone e di averli utilizzati a fini di lucro. Ora rischia 50 anni di carcere sebbene, per evitare una pena così pesante, Cummings abbia deciso di confessare le proprie colpe.

Secondo gli investigatori, l'uomo mentre era impiegato al customer care della TCI (Teledata Communications), una softwarehouse che realizza pacchetti per istituzioni finanziarie, ha ottenuto dai database a cui poteva accedere i dati dei clienti di diversi grossi operatori. Con questi dati ha messo in piedi una sorta di "mercato nero" dei dati finanziari.

A quanto pare, vendendo le informazioni a 30 dollari al pezzo, Cummings è riuscito a racimolare la bellezza di 2,7 milioni di dollari. E hanno guadagnato molto anche coloro che, acquisendo quei dati, li hanno poi utilizzati per compiere acquisti o clonare carte di credito.
Stando agli inquirenti, la truffa messa in piedi da Cummings, proseguita per almeno due anni, dal 2000 al 2002, non solo ha portato alla luce la scarsa sicurezza di sistemi informatici così delicati ma ha anche rappresentato la più clamorosa azione di furto di identità digitale fin qui portata a termine.

Come noto il fenomeno del furto di identità digitale è in forte ascesa tanto che a luglio gli Stati Uniti si sono dotati di una nuova legge pensata appositamente per contrastare operazioni che possono creare gravissimi danni alle vittime.

Cummings, che restituirà quanto ha lucrato dalla truffa, dovrà attendere il gennaio del 2005 per ascoltare la sentenza che lo riguarda e che potrebbe portarlo dietro le sbarre per decine di anni.
12 Commenti alla Notizia Ladro di identità ammette tutto
Ordina
  • cerchiamo di capire che siamo solo alle fasi iniziali del processo e che a questo livello si propone sempre la pena massima, la quale non verra' mai applicata perche' bisogna tenere conto delle attenuanti che in (quasi) ogni reato ci sono e vengono prese in considerazione.
    per farti un esempio recente guarda nel caso Roma-Dynamo Kiev quanto viene chiesto dalla UEFA: una multa pazzesca e la squalifica della squadra per un tot d'anni quando poi si tratta solo di un accendino piovuto per caso in piena fronte proprio all'arbitro, responsabilita' che non puoi certo imputare alla Roma o a qualunque societa' sportiva - che non puo' nulla in questi casi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > per farti un esempio recente guarda nel caso
    > Roma-Dynamo Kiev quanto viene chiesto dalla
    > UEFA: una multa pazzesca e la squalifica
    > della squadra per un tot d'anni quando poi
    > si tratta solo di un accendino piovuto per
    > caso in piena fronte proprio all'arbitro,
    > responsabilita' che non puoi certo imputare
    > alla Roma o a qualunque societa' sportiva -
    > che non puo' nulla in questi casi.

    Sbagliato, trattasi di responsabilità oggettiva.

    Sad but true

    Un tifoso della Roma
    non+autenticato
  • Che differenza ce' tra queste pene ed il taglio della mano che si effettuava nel medioevo?

    non+autenticato
  • Metteteci solo cavolate, oppure utilizzate Linux ed un altro account per la connessione al web.

    Lo so la cosa puo' essere difficile e non accessibile a tutti, soprattutto per il tempo che richiede implementarla, ma e' un cosiglio.

    Se siete cattivi create un "honey pot" in cui infilerete documenti creati "ad hoc" appetibili per vedere chi e' così disonesto da farne uso.
    non+autenticato
  • Una volta su emule ho fatto un esperimento: ho cercato la parola curriculum.
    Poi ho cercato altre parole quali fattura, mdb, lettera.

    Risultati sconvolgenti. Altro che privacy.

    Fate attenzione ai files in sharing!
  • chi è causa del suo mal pianga se stesso
    non+autenticato
  • nel caso di curriculum non vedo che ci sia da scandalizzarsi: di solito chi cerca lavoro cerca di diffonderlo il + possibile e il mulo, che il 99% della gente lo vede come un arma al servizio di criminali, e' un modo come un altro per diffondere informazioni.

    - Scritto da: grassman
    > Una volta su emule ho fatto un esperimento:
    > ho cercato la parola curriculum.
    > Poi ho cercato altre parole quali fattura,
    > mdb, lettera.
    >
    > Risultati sconvolgenti. Altro che privacy.
    >
    > Fate attenzione ai files in sharing!
    non+autenticato
  • Conoscendo quei rintronati di giudici USA e certe leggi demenziali USA fatte fare dai carnefici pescecani detentori del mercato IT, confesserei anche di aver ichiappettato mia madre se mi dicono che invece di 50 mi danno 2 anni........
    non+autenticato
  • la cosa grave è che si possa arrivare a pene simili per reati solo econimici, che sono si gravi, ma in fondo questo tizio non ha minacciato nessuno, non ha puntato un arma contro nessuno
    seguendo il filo, per chi entra in un piccolo store e spara al gestore per rubare 200 dollari quanto dovrebbero dargli?
    non+autenticato
  • comprare un arma si sa quanto è facile deli states.
    se poi parte un colpo sono cose che capitano....
    non+autenticato

  • - Scritto da: ishitawa
    > la cosa grave è che si possa arrivare
    > a pene simili per reati solo econimici, che
    > sono si gravi, ma in fondo questo tizio non
    > ha minacciato nessuno, non ha puntato un
    > arma contro nessuno
    > seguendo il filo, per chi entra in un
    > piccolo store e spara al gestore per rubare
    > 200 dollari quanto dovrebbero dargli?

    Anche se all'apparenza sembra tanto non è così fuori luogo e cmq quello è il max che sicuramente non applicheranno;
    Non dimentichiamo che questo tipo di reati danneggiano la collettività non soltanto il singolo; sono quindi assai più gravi del singolo fatto delittuoso che per quanto irreparabile ed odioso colpisce soltanto una persona od una cerchia ristretta.
    Qui non si tratta di mero furto di dati personali da rivendere a fini di spam....ma di dati personali e finanziari, con tanto di numeri di carta di credito e conti bancari rivenduti consapevolmente od incosapevolmente a chi poi ne fa un utilizzo doloso.
    A mio avviso il reato è gravissimo ed ha conseguenze pesanti non soltanto sulla sfera economica delle persone coinvolte ma anche sulla loro salute fisica.... le cose sono egualmente correlate.

    Andy
    non+autenticato
  • > la cosa grave è che si possa arrivare
    > a pene simili per reati solo econimici, che
    > sono si gravi, ma in fondo questo tizio non
    > ha minacciato nessuno, non ha puntato un
    > arma contro nessuno
    > seguendo il filo, per chi entra in un
    > piccolo store e spara al gestore per rubare
    > 200 dollari quanto dovrebbero dargli?

    Ehm, in alcuni stati ce' la pena di morte.

    Stanno lavorando anche per potersi assicurare che l'anima vada all'infernoSorpresa
    non+autenticato