DoS colpisce Censurati.it

Il sito è stato nel mirino di cracker che utilizzano probabilmente zombie cinesi per condurre l'attacco. Come in altre occasioni, un'aggressione senza senso. Ecco lo sfogo di chi ha fondato il sito

Roma - Il 29 settembre del 2000, nasce Censurati.it. Tecnicamente ha una struttura costruita in modo diverso dai weblog soliti, volevamo essere diversi, volevamo caratterizzare il sito, volevamo che prendesse una piega del tutto personale, non volevamo catturare l'attenzione del lettore con la grafica, con disegni stratosferici. Anzi! Solo parole, molte noiose, molte interessanti.

E ci siamo riusciti. Tutta la squadra, fatta di tecnici, di supporters (morali e non), di cross promotion, di persone che hanno ampliato la redazione, hanno fatto qualcosa che non abbiamo visto altrove, e cioè creare una nicchia non elitaria, che sembrerebbe una contraddizione, ma in realtà è solo un gruppo di gente che si vuole confrontare, che ama mettersi in gioco, che non ha paura di esporsi, di scambiare punti di vista delle visioni politico/storico/economiche non solo del nostro Paese.

Riccardo Orioles, Enzo Baldoni, l'aduc, Vincent per la satira, le comunità hacker, hanno fatto crescere il sito, insieme agli utenti, che erano in realtà i principali protagonisti.
Un sito fazioso (un po' orgogliosamente fazioso), perché censurati non è un giornale, non deve essere obiettivo, come non sono mai stata obiettiva io. Fazioso, ma non chiuso. Un sito di sinistra, una sinistra ideologica in cui si potevano ritrovare anche comunicati stampa della fiamma tricolore.

Qualche giorno fa, è arrivata una telefonata. Un attacco DoS proveniente da macchine cinesi, ha piegato in due censurati.it. Il sito non è crollato, perché il programmatore non è il primo venuto, ma c'è stato un sovraccaricamento della banda, indebolendo economicamente tutte le persone che ci lavorano. Un attacco DOS che ci ha costretto ad eliminare alcune funzioni, bloccando di fatto censurati.it mettendo in serio pericolo l'esistenza stessa di quello che non era solo un hobby, ma ormai un dovere morale, per me, che per anni ho sputato sangue davanti al pc, ho perso sonno, ho perso amici diventando parte integrante del sito stesso, perdendo anche l'identità. Non sono più Antonella Serafini, ma Antonella di censurati.

Che dire... non riuscendo a far vedere che tecnicamente il sito aveva delle falle, non sapendo come defacciarlo, non sapendo niente di niente, hanno creduto bene di danneggiare sul lato economico chi lo tiene in vita. TOGLIENDO IL DIRITTO ALLA PAROLA a tutti, però. A chi vuole sapere, a chi vuole usare i forum, a chi crede che l'odio non è l'unica arma che abbiamo per vincere le guerre (ultimamente i forum più battuti erano sull'islam e il terrorismo, infatti)

Premesso tutto questo, chiedo a chi ci ha seguito per anni, a chi ci è stato vicino, a chi mi ha mandato email talmente commoventi da farmi piangere, di avere pazienza, molta pazienza, perché non so quando, ma soprattutto SE, il sito tornerà mai in vita.

Grazie a tutti, comunque vada, sappiate che è stato un amore ricambiato
Antonella Serafini
Censurati.it
328 Commenti alla Notizia DoS colpisce Censurati.it
Ordina
  • spero di chiudere con questo post l'incontro-scontro-polemica sul caso censurati.
    Le persone che vogliono la vita del sito, stanno alacremente lavorando (gratis) per farci tornare in vita.
    Ringrazio gli iscritti alla newsletter che mi aspettano con pazienza sicuri che non sarà certo un attacco a farmi tacere.
    Ringrazio gli utenti del sito (censurati) che stanno aspettando la riapertura dei forum per dibattiti costruttivi (armadillo, doc, diapason in particolar modo)
    Ringrazio gli utenti di PI che ci hanno (MI hanno) criticato, perchè queste "polemiche" servono a far capire di più il valore della libertà di opinione.
    Davide Ruda di 100links.it, Ricardo Piana di fuoriradio.com, i due Marco di milano (che aiutano una terrona romana, come dicono loro, ma lo fanno volentieri) e gli utenti che sono molti molti
    un abbraccio virtuale a tutti e vi do appuntamento prossimamente sul nuovo censurati.
    Nuove sezioni, nuovi forum
    spero che torni on line il giorno del compleanno (29 sett.) che vado a festeggiare di brutto.
    .....e che è stato un amore ricambiato è vero, molto più dell'immaginabile
    hasta siempre
    antonella (sempre più faziosa, sempre meno impaurita di ammetterlo)

    ==================================
    Modificato dall'autore il 27/09/2004 0.14.20


    ==================================
    Modificato dall'autore il 27/09/2004 0.15.47
  • "Sono favorevole all'atomica
    > sull'Iraq", non si può mettere a
    > > confronto un'opinione con un'azione,
    > eppure vedo che in
    > > questo forum è la regola!
    >
    > Ah non si può? E se io scrivessi
    > "ripristinamo l'apartheid, per me la gente
    > di colore deve viaggiare su autobus diversi"
    > tu cosa mi dici... che tanto quello che
    > scrivo non corrisponde al mio pensiero?

    No. Dico che io non la penso come te, al limite posso cercare di capirti e farti cambiare idea. Siamo nell'ambito del pensiero! Certo se cominci a raccogliere firme a fare campagna attiva è diverso. In quel caso cercherò di contrastarti. Ma se fai battaglia nell'ambito delle regole, ti contrasterò nell'ambito delle regole.

    > L'unica cosa per cui posso giudicare
    > Antonella. adesso, è il modo in cui
    > scrive (oltre ai contenuti). Mi aspeto
    > quindi che una frase come "appoggio
    > l'atomica" rispecchi una mentalità di
    > un certo tipo.

    Può essere, ma forse è meglio accertarsi prima di accusare. il nostro esempio è forte, ti ricordo che invece parliamo di due righe dove si dice che il deface non è così grave! Una cosa che è stata detta anche in questi post da altre persone e quindi non mi sento né di pensare che Antonella è pazza e tantomeno criminalizzare tutti.
    >
    >
    > > allora, chi approva l'intervento armato
    > in Iraq (e sono
    > > tantissimi), illegale addirittura per
    > Kofi Annan, che cosa ha,
    > > un cadavere nell'armadio?
    >
    > Dipende... dipende. Esempio: approvi lo
    > smaltimento dei rifiuti ma poi ti incazzi se
    > li smaltiscono a 100 metri da casa tua.
    > Troppo comodo apprezzare quando capita ad
    > altri.

    Ti ricordo che Censurati non è stato defacciato. Antonella ha detto che in quel caso non avrebbe avuto da lamentarsi.(e il sito sarebbe di nuovo su da giorni e giorni)


    >
    > Io discuto sulla sua SERIETA', non venirmi a
    > dire che ho espresso opinioni del tipo "stai
    > zitta tu non capisci un cazzo". Ho detto SEI
    > POCO SERIA e mi pare lampante il motivo.
    > Visto che non sono l'unico, probabilmente
    > è un motivo anche abbastanza fondato.

    Milioni di tedeschi sono stati nazisti. Significa quindi che il nazismo aveva fondate ragioni? comunque è ovvio che non ce l'ho con te. Confermo che ti esprimi in maniera educata e mai estremista. Ma spesso parli in nome di tutta la comunità di PI e quindi devo includere anche certi commenti.



    > > Quindi non vale autoassolversi sui
    > nostri peccati e puntare il
    > > dito in accusa su quelli degli altri.

    > Ti dico una cosa molto sinceramente: se io
    > utilizzo i circuiti P2P e scarico software
    > (per esempio) stai CERTO che non troverai
    > mai un mio intervento ad un eventuale
    > articolo contro la pirateria.

    E ti credo! Ma Antonella mica inneggia i DOS attack!


    Me ne sto
    > zitto, non ho titolo per parlare.

    Ma tanti lo hanno fatto. Si sono stracciati le vesti come fossero puri! Allora se chiudevano Censurati perché girava con software pirata? che commenti avreste o avremmo fatto?
    Lo vedi che non è onestà intellettuale, ma un discorso di comodo?

    > Però non è che siccome uso la
    > macchina allora non posso parlare della
    > gravità dell'inquinamento delle
    > centrali a carbone.

    Esatto. Quindi Antonella pur avendo approvato i deface ha tutto il diritto di parlare dell'attacco dos



    > Si va bene ma io non ti ho detto "è
    > un blog, non vale una mazza". Ho solo detto
    > "è un blog". Che c'entra il
    > contenuto?
    > La struttura è quella di un blog
    > QUINDI la difficoltà di seguirlo e
    > aggiornarlo è pari a quella di un
    > blog comune.

    Lo vedi che fai solo un discorso tecnico? Forse per postare un articolo ci vorranno solo 30 secondi, ma quell'articolo potrebbe aver richiesto tre settimane per cercare le informazioni, controllare le fonti, scriverlo e rileggerlo (sai che si trattava di controinformazione, un argomento delicato)

    In realtà non credo che la pensiamo tanto diversamente io e te. Anche io ho da dissentire su come Antonella ha agito, ma sono rimasto ancora più deluso dalle reazioni dei partecipanti in questo forum. Mi aspettavo una vera comunità informatica, dove prima si lavora per risolvere e poi si commenta. Invece qui tutti a commentare e forse 1 o 2 a risolvere. Qui invece prima di tutto si giudica e sul giudizio si assolve o punisce. Anche se disapprovo l'inneggiare i deface continuo a pensare che Antonella meritava nell'insieme un altro trattamento, più professionale dato il tipo di sito che gentilmente ci ospita. La reazione è stata esagerata, fuori luogo. E che avrà mai fatto 'sta ragazza di tanto sbagliato? E poi mi chiedo: gli altri non sbagliano mai?

    Ti saluto, stai bene...

    G.
    non+autenticato
  • > In realtà non credo che la pensiamo tanto diversamente io e
    > te. Anche io ho da dissentire su come Antonella ha agito,

    Ok stavo rispondendo a tutto il resto ma alla fine diventa un discorso infinito. Mi pare che sul discorso "Antonella" siamo d'accordo, per cui inutile riprendere tutto daccapo. È un discorso che ruota attorno al come si esprime lei, mentre l'attacco non lo analizzo perchè come ho già detto lo ritengo un atto da vigliacchi e da condannare (e su questo è evidente che io capisca Antonella, visto che ci sono passato pure io assieme ad altre esperienze ben peggiori).


    > ma sono rimasto ancora più deluso dalle reazioni dei
    > partecipanti in questo forum

    Mah, io non ci faccio neanche caso sinceramente... i commenti intelligenti ci sono, si tratta di scavare un po'. È sempre così su PI, è il suo bello.
    186
  • Antonella, questo sfogo a PI a quanto pare non è stato capito.
    A prescindere da come ti poni ti sei beccata nel 90% dei casi critiche assolutamente fuoriluogo.
    E pareri tecnici altrettanto fuori luogo.
    E' come se un falegname realizza un mobile non tanto bene e qualcuno gli chiede la marca del martello che ha usato per capire le cause!
    Inoltre si è creato un antipaticissima situazione, sembrano tutti una commissione superiore di giudizio, mentre come sai si tratta di ragazzetti comuni che ti dànno consigli comuni (attenzione, non necessariamente sbagliati, ma fuori luogo e pretestuosi). Facci caso, dopo il tuo "sfogo" qualcuno ha scoperto su Google un articolo di Censurati che approvava i deface e il discorso è finito tutto lì! Per lamentarsi con gli utenti di PI bisogna essere puri, perfetti, altrimenti questi farisei ti fanno fuori senza ritegno. Eh eh, ttutti a dirti "eh, no non si fa!", loro che hanno praticamente il 99% del software pirata, ergo RUBATO, vengono a dare lezioni su quello che è giusto o sbagliato
    So che sto facendo un commento che può dar fastidio, ma la penso così e inoltre non riguarda tutti (Army, che segue la faccenda mi sembra più educato e comprensivo, anche se ancora troppo legato ai tecnicismi...e poi army, se mi leggi, onestamente: hai usato "blog" un tantinello con intenzioni riduttive, non so con quali intenzione. Quello non è un blog, il fatto che tecnicamente (come programmazione e estetica) sia molto vicino al blog non significa assolutamente nulla. Non è un blog. Non fermarti alla mera programmazione, esplora i contenuti: credi che non sia possibilie aggiungere foto, filmate e link? Certo no? lo sai bene, per cui chiamarlo blog e insistere pure è soltanto un commento di valore esclusivamente tecnico, ma Censurati è molto di più.
    I contenuti sono scottanti, Antonella mica sta facendo una passeggiatina al parco, porta avanti un'idea in un campo minato che è quello della politica e della società degli interessi forti e va rispettata per questo (anche se non si è d'accordo)... e infatti l'hanno "dossata". La difendo (ma lo fa benissimo da sola) perché ho trovato la reazione non necessariamente sbagliata, ma sicuramente esagerata, forse anche troppo.
    Un conto è dire dove secondo alcuni ha sbagliato, un conto è offenderla, offendere il webmaster (chissà perché poi), chi scrive su censurati ecc.
    Secondo me hai portato un'esperienza, questa è stata criticata, ma molto molto poco analizzata.
    Censurati non c'entra niente, si sono accaniti contro di te, la prossima volta, se accetti un consiglio, affronta in maniera più falsa e incazzata, perchè la tua sincerità è stata interpretata come debolezza e ha dato adito a tanti di colpire ripetutamente lì.

    Ossequi...e ciao army!
    non+autenticato
  • in presenza di ostacoli, la distanza più breve tra due punti può essere una curva., giusto?
    Messaggio ricevuto,.
    Le tue parole hanno avuto un grosso peso
    saluti
    anto
  • ...Ma solo nella geometria non euclidea, quella che ha più bisogno di fantasia per essere compresa
    non+autenticato
  • eggià.. senza fantasia non ci sono neanche i sogni, e senza sogni non si vive.
    Forse è un modo stupidamente romantico di vedere le cose.. però.... è il mio, l'unico che conosco
  • > Forse è un modo stupidamente romantico di vedere le
    > cose.. però.... è il mio, l'unico che conosco

    Restando romantici, in un tuo intervento (3-feb-2004) hai scritto:

    Facciamo in modo che le ingiiustizie colpiscano noi anche quando sono degli altri

    Pensaci.
    186
  • >Restando romantici, in un tuo intervento (3-feb-2004) hai scritto:

    >Facciamo in modo che le ingiiustizie colpiscano noi anche quando sono degli altri

    Questo era rivolto a me, ma non scritto da me. Non te la prendere se faccio fatica a cambiare idea.
    tu fai lo stesso.
    Ognuno pensa ciò che crede meglio, in fondo

    spero che quando riuscirò a mettere in piedi censurati vieni a vedere VERAMENTE che sito è, senza condizionamenti di sorta presi da cache di google. Poi riprendiamo il discorso
    a presto
    simo... cioè... antonellaOcchiolino
  • > Questo era rivolto a me, ma non scritto da me. Non
    > te la prendere se faccio fatica a cambiare idea.

    Scusa ma io leggo quanto segue:

    Submitted by antonella on 3 Feb 2004 - 04:16 Comunicatostampa
    [...]. Facciamo in modo che le ingiiustizie colpiscano noi anche quando sono degli altri. [...]. Dobbiamo fare qualcosa, onestamente non so cosa, suggeritemelo voi


    > senza condizionamenti di sorta presi da cache di google.

    Veramente la notizia è sulla homepage attuale del tuo sito (è la undicesima dall'alto, per la precisione)...
    186
  • questo decontestualizzare porta alla disinformazione:

    ho scritto (testuale)
    Amici, posso capire che finchè certi problemi non ci toccano da vicino è come se non esistessero. Problemi di malasanità per un poliomelitico rimangono circosritti a un poliomelitico. Quando poi il vicino di casa ci frega mezzo metro di terra siamo tutti pronti a dissotterrare l'ascia di guerra. Facciamo in modo che le ingiiustizie colpiscano noi anche quando sono degli altri. Il Caso che sto per esporvi non è solo malasanità, ma anche di giustizia fortemente dubbia. Dobbiamo fare qualcosa, onestamente non so cosa, suggeritemelo voi.

    avevo intenzione di dire (sicuramente mi sono espressa male, colpa mia) che anche quanddo ci sono casi di malasanità di cui non ci frega niente, evitiamo di disinteressarcene.

    A me sembra spronare ad avere un po' di umanità.
    Se a te sembra che abbia detto "fanculo a tutti, non mi frega delle cose a meno che non capitano a me" allora mi sono espressa male. Sembra proprio un voler cercare cavilli a cui attaccarsi.
    Pazienza. Il dialogo si può avere in due, non lo posso mica imporre.
    peccato che tu non abbia potuto (causa un attacco dos) leggere il contenuto dell'articolo.
  • Il tuo dire "io mi sono espressa male" è un modo moooolto elegante e diplomatico per rispondere.
    Qui ti stanno radiografando alla singola parola, manco fossi Saddam Hussein!

    Noè
    non+autenticato
  • lo vedoSorride
    ma non si può fermare il vento con le mani
  • > ho scritto (testuale)

    Scusa ma non mi avevi appena finito di dire che non avevi scritto tu quella frase?


    > Se a te sembra che abbia detto "fanculo a tutti, non mi
    > frega delle cose a meno che non capitano a me" allora mi
    > sono espressa male. Sembra proprio un voler cercare
    > cavilli a cui attaccarsi.

    Fammi capire dove hai trovato questa interpretazione, nel mio messaggio.
    186
  • Continua la polemica per Censurati. anzi no, contro Antonella, fondamentalmente le critiche sono per lei. La sua grave colpa? Quella di essere stata troppo "piagnucolona" nell'articolo. Una critica allo stile, Antonella, che non è piaciuto alla "commissione giudicante" di PI, e cioè parte dei suoi frequentatori. Per cui bocciata, kaputt!
    Un'accusa particolare, una cosa gravissima, intollerabile: una volta in un articolo hai scritto che due "deface" non erano una cosa grave! apriti cielo! hai dato il destro a tanti per scagliarsi contro di te, che prima approvi e poi piangi.
    Persone più addentro all'informatica sanno che tra un deface e un DOS c'è una differenza ABISSALE, però si appellano al fatto che entrambe sono cose che non si fanno. Anche scrivere su un muro e uccidere una persona sono due cose che non si fanno, tra loro però c'è la stessa abissale differenza.
    Questo non toglie le tue responsabilità, delle quali peraltro ti sei fatto carico anche esponendoti qui alla "gogna" (nonché immagino sobbarcandoti tutte le spese per l'incidente) ma è un peccato che ti vengano mosse critiche perché hai "pianto" nell'articolo. Evidentemente molte persone non hanno il senso dell'avere un sito internet: una creatura che nasce, si sviluppa, cresce, si trasforma generando passione nei suoi creatori e gestori, una passione che può essere quasi un amore.
    e quando il tuo amore sta all'ospedale posso comprendere la tua tristezza, la tua delusione. Anzi la rispetto e non la uso per darti contro, anche se può risultare esagerata (ma non fuori luogo).
    Dai tuoi post successivi in questo forum ho notato che sei comunque serena per le critiche e soprattutto presente anche con coloro che si sono dimostrati più bacchettoni, non rispondi mai in maniera maleducata o ostile.
    E' per questo che sto rivedendo la mia valutazione su te e Censurati, perché non conta solo l'articolo, ma anche i post.
    Dici che rifaresti tutto? Certo e fai bene: non hai commesso nulla di male o illegale, hai esposto le tue idee impegnandoti a tirare su e mantenere un sito (sai, invece sembra da tanti post che i deface li hai fatti tu!) avrai avuto un certo seguito come tante critiche ti è costato pure dei quattrini.
    Credo di capire cosa intendi: non è un sito, ma un'esperienza di vita, una ricerca sperimentale che ti ha coinvolto e fatto pensare.
    Continua così Antonella e Censurati! Non è certo perché non hai espresso disdegno per 2 deface che meriti di essere così esageratamente schiacciata!
    In bocca al lupo per tutto!

    Noè
    non+autenticato
  • > Evidentemente molte persone non hanno il senso dell'avere
    > un sito internet: una creatura che nasce, si sviluppa, cresce,
    > si trasforma generando passione nei suoi creatori e
    > gestori, una passione che può essere quasi un amore.

    Così come invce ce ne sono tante che di esperienza in fatto di siti personali ne hanno da vendere. Gestire un blog non è una esclusiva di Antonella, ormai se non hai un blog non sei avanti per cui venirsi a lamentare per un torto subito su un sito tendenzialmente polemico... è veramente fuori luogo. Come ho ripetuto varie volte, se Antonella si fosse proposta in modo diverso sicuramente nessuno avrebbe avuto da ridire sulal sua incoerenza.
    186
  • Censurati=semplice blog, mi sembra un tantino riduttivo, ma questione di punti di vista).
    Ad ogni modo, alla domanda fatta prima, se appoggerei di nuovo i deface, io rispondo di si. Il fatto che non cambi idea perchè mi si consiglia di farlo, non credo sia un peccato. E soprattuto non sono qui per cambiare idea. Semmai per sapere le idee degli altri. Io spesso ho cambiato idea quando i miei interlocutori mi hanno snocciolato e sgretolato il mio modo di pensare, dimostrandomi e convincendomi che ero palesemente in errore. Anche ora, se trovassi qualcuno talmente convincente che mi dimostra dove è l'errore (mio) io faccio un passo indietro e chiedo scusa. Semplicemente non ho trovato situazioni simili. Il mio modo di pensare non è fermo e risoluto, è molto morbido, anzi. Paragonare chi fa un'opera d'arte a chi sfascia le vetrine, per me è non è un ragionamento che sta in piedi.
    Il fatto che si tenti di schiacciare me, è semplicemente uscire fuori tema, non sono critiche. Io parlo di attacco DOS e mi sento rispondere che il sito graficamente fa un po' schifo...
    Ma che risposte sono?
    non vedo molto dialogo... è bello vedere le molteplici accuse fatte, ma delle quali non trovo fondatezza. E, ripeto, parlo in maniera personale perchè non sono così superba da pensare di farmi portavoce di chicchessìa.
    Chi vuole, seguirà il sito, quando (a questo punto non più SE) tornerà a vivere. C sto lavorando.
    Per tutti, e non solo per me
    ciao ragazzi
    e grazie
  • > Censurati=semplice blog, mi sembra un tantino riduttivo,
    > ma questione di punti di vista).

    Censurati è tecnicamente un blog, su questo siamo d'accordo? Sul "semplice" non mi esprimo, io non l'ho detto questo. Intendevo dire che la gestione di un sito-blog o come vogliamo chiamarlo non è una cosa complessa, lo fa una marea di gente. Capirei se fosse un sito di un altro genere, tipo portale con svariati temi da aggiornare ogni giorno, magari a cadenza oraria. Censurati.it ha aggiornamenti abbastanza sporadici direi, per lo meno guardando la home leggo news mensili.


    > Ad ogni modo, alla domanda fatta prima, se appoggerei di
    > nuovo i deface, io rispondo di si. Il fatto che non cambi idea
    > perchè mi si consiglia di farlo, non credo sia un peccato

    Sinceramente parlando io non mi sono mai sentito ne in diritto ne in dovere di consigliarti una cosa del genere. Anzi, me ne guardo bene. Piuttosto ti chiedevo "alla luce di quanto emerso, secondo te oggi come oggi un appoggio morale ai deface avrebbe ancora senso?". Questo è quanto. Pensavo avresti detto "effettivamente no, ma per il resto bla bla bla".


    > non sono qui per cambiare idea [...] se trovassi qualcuno
    > talmente convincente che mi dimostra dove è l'errore (mio)
    > io faccio un passo indietro e chiedo scusa.

    L'errore (ma non sono io a dirlo, in vari lo abbiamo notato mi pare) non sta tanto nell'aver comunicato a PI quanto ti è accaduto. Sta nel come lo hai fatto. Obiettivamente parlando, lascia stare i tecnicismi sul fatto che dare fuoco a una casa sia "più vandalico" che spaccare un cestino della spazzatura... non pensi, sinceramente, che dire "un plauso agli autori del defacement" sia un po' una (scusa il tecnicismo) cazzata? Non vedi come stride il fatto di lamentarsi di aver subito un torto (grave) pur lasciando intendere che ti fa piacere se qualcuno ne commette un'altro (meno grave)? Dai per me è evidente come la luce del sole, non mi dire che non te ne rendi conto.


    > Paragonare chi fa un'opera d'arte a chi sfascia le vetrine
    > per me è non è un ragionamento che sta in piedi.

    L'opera d'arte è un concetto tuo personale. A me i murales fanno schifo sempre. La bellezza di un graffito è soggettiva, la vetrina sfasciata è una cosa oggettiva, nessuno ha dubbi su quanto sia sbagliata. Ora siccome non ci si basa su "quanto piace a me" o "quanto piace a te", visto che i murales/graffiti/ecc.. sono proibiti (eccezion fatta per eventuali aree apposite, se ne esistono) la questione non è tanto dubbia. Ti piacciono? Benissimo. Fatteli sul muro di casa tua. No? È semplicissimo.


    > Il fatto che si tenti di schiacciare me, è semplicemente
    > uscire fuori tema, non sono critiche. Io parlo di attacco DOS
    > e mi sento rispondere che il sito graficamente fa un po'
    > schifo...

    Non so chi lo abbia detto, non ricordo interventi sulla bellezza del sito (che come blog ha poco da giudicare, come la quasi totalità dei blog fatti di testo e non certo di grafica). Ripeto all'ennesima potenza: ti si giudica perchè non hai "riportato" un fatto. Hai "espresso un parere personale". L'articolo non è "la redazione informa - bla bla bla". Piuttosto si tratta di uno sfogo pubblico con qualche aggravante (già discussa). Ti pare che sia così facile uscirne senza un commento nei tuoi confronti? Hai mai letto Punto Informatico? Cosa ti aspettavi, dei consigli sul ripristino del sito? Dai... è la cosa più ovvia, PI vive di questo.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 23/09/2004 14.39.07
    186
  • ripeto: punti di vista
    peace & love
  • > punti di vista

    Indubbiamente. Sta a te saper cogliere quelli giusti e quelli errati.

    Auguri
    186
  • ...che tutti i sapientoni non si scagliavano contro?
    Antonella qua, Antonella là, uno che dice che è successo a lui e non lo ha dichiarato a PI, come fosse un merito! La verità e che tanti di loro mi sembra che sotto sotto ci godano che hanno dossato Censurati e quindi non sono più degni di parlare di me, di Antonella, non sono più degni neanche di quelli che hanno fatto l'attacco DOS.
    Tanti hanno approfittato per sputare veleno sui "comunisti", chissà poi perché, saranno dei repressi depressi...
    A parte quei pochi che hanno affrontato la cosa per QUELLA CHE E' e nient'altro, il resto mi sembra pieno di immondizia che forse è giustificabile solo perché mi sembra ci siano parecchi ragazzini che scrivono (e l'età non conta) i quali sappiamo che sono facilmente plagiabili e manovrabili.
    Quello che penso è che un attacco DOS è una vigliaccata, non paragonabile assolutamente a un deface (ne è prova il fatto che il sito non è ancora full operational), punta a fermare, a impedire, a far fuori non certo a prendere in giro modificando l'home page, cosa ripristinabile in 2 minuti..
    Censurati ha appoggiato due deface, e allora? Merita l'attacco DOS? ci vuole veramente una coscienza sporca per approvare questo. (infatti ci hanno buttato dentro i massacri comunisti, Genova, la guerra, i comunisti marxisti leninisti...veramente dei squallidi tentativi), invece tanti che fanno? hanno usato questo forum per sfogare le loro frustrazioni politiche personali accusando Antonella e chiunque l'abbia sostenuta.
    non+autenticato
  • > Censurati ha appoggiato due deface, e allora? Merita
    > l'attacco DOS?

    No, sicuramente no. Il punto è che l'aver appoggiato dei deface o comunque delle azioni illecite (in passato) fa di Antonella una persona poco seria. Avrà grandi idee, dal vivo sarà simpaticissima e probabilmente molti amici la sostengono ogni giorno nelle sue battaglie contro il mondo, però a conti fatti su PI è venuto fuori un aspetto poco piacevole della signora in questione. Non basta dire "si ma a parte quello, per il resto è splendida". Benissimo, ma qui su PI non ci è sembrata tutto questo splendore. Eticamente-professionalmente parlando, almeno.
    186
  • nessuna lotta contro il mondo, non ho le capacità nè la voglia di farlo. Io ho solo cercato di aprire un'occasione di dialogo tra chi ha diversi punti di vista. Dall'attacco a censurati si passa all'attaco ad antonella. Non mi da fastidio, solo credo stiamo uscendo fuori tema.
    Le stragi staliniste poco c'entrano con un attacco dos, paragonato a un deface fatto al corriere della sera. Il corriere ha perso 5 minuti a ripristinare la pagina, e nessun giornalista ha perso il posto per quell'attacco, danni economici non sono stati fatti. Facile invece attaccare un sito amatoriale che è solo un vuoto a perdere, economicamente parlando, tenuto su da un gruppo di appassionati.
    La professionalità mia non ha nulla a che fare con l'attacco dos. Se poi me lo merito perchè non condanno manifestazioni (chiamiali netstrike), vabbè, prendo atto.
    Ho scritto in prima persona solo perchè non mi sento di parlare a nome di tutti gli utenti, ho voluto espormi e piovono le critiche ("io non vado a dire in giro di essere stato attaccato"). Sono scelte. Io pago il prezzo di essere virtualmente tartassata, ma non mi pento di aver avuto la "faccia tosta" di fare quello che tutti hanno chiamato piagnisteo.
    Credo che tutto quello che ho fatto lo rifarei, da capo.
    Presunzione, forse, mea culpa. Ma per questo è giustificabile un attacco DOS?
    no, perchè se è così ho sbagliato proprio tutto.
    antonella@censurati.it
  • > La professionalità mia non ha nulla a che fare con l'attacco
    > dos.

    La professionalità io la metto in discussione per la tua scelta di comunicarci l'accaduto in un certo modo. Ci sono molte maniere di proporsi ai lettori e -in questo senso- secondo me hai mancato di serietà e professionalità.


    > Se poi me lo merito perchè non condanno manifestazioni
    > (chiamiali netstrike), vabbè, prendo atto.

    Non fare l'errore di prendere commenti di qualcuno per fonderli con i commenti di altri. La massa qui dentro ha avuto da ridire sul tuo modo di proporti a noi con una lettera che, lo ripeto ancora, secondo me trasuda "piagnisteo" piuttosto che una analisi dei fatti seria. Visto che poi si scoprono certi precedenti tuoi specifici (plauso ad un attacco vandalico fatto ad un altro sito) è abbastanza fastidioso leggere le tue lamentele.


    > Ho scritto in prima persona solo perchè non mi sento di
    > parlare a nome di tutti gli utenti, ho voluto espormi e
    > piovono le critiche ("io non vado a dire in giro di essere
    > stato attaccato").

    Ma è ovvio che piovano, se tu sei incoerente e lo si vede così chiaramente cosa ti aspetti? Che ti si mandino dei fiori per l'accaduto? Continui a non capire che nessuno (forse una o due persone) gode leggendo quello che ti è accaduto. Nessuno approva atti vandalici, ma più o meno tutti non sono d'accordo sul come esponi i fatti.


    > Sono scelte. Io pago il prezzo di essere virtualmente
    > tartassata, ma non mi pento di aver avuto la "faccia tosta"
    > di fare quello che tutti hanno chiamato piagnisteo.

    Questo è ciò che vediamo noi. Per te non lo è, per noi si. Del resto vieni e ti fai giudicare, non puoi dire "eh ma per il Corriere era diverso, nel mio caso è più grave". Certe cose non vanno fatte e basta, tu approvi la vetrina rotta dal ragazzino ma ti girano le balle se ti sfasciano la macchina e ti tocca ricomprarla. Dovevi incazzarti anche per la vetrina, punto e basta. Non fa differenza alcuna.


    > Credo che tutto quello che ho fatto lo rifarei, da capo.
    > Presunzione, forse, mea culpa. Ma per questo è
    > giustificabile un attacco DOS?

    Confondi le cose. Mescoli le critiche per la TUA lettera che TU hai scritto e TU hai mandato e le condisci con critiche al sito, fatte da una minoranza di persone che hanno partecipato a questa discussione. Lo hai notato o no che è lo stile con cui hai scritto... che ha fatto scazzare la gente? Chissenefrega del sito, manco lo conoscevo. Mi spiace per i problemi ausati, so benissimo cosa significa credimi. Però non giustifico il tuo atteggiamento.
    186
  • - Scritto da: antonellaS
    > Io ho solo cercato di aprire
    > un'occasione di dialogo tra chi ha diversi
    > punti di vista.

    Non sembra proprio. Al contrario, hai legato strettamente l'attacco al tuo sito come un attacco alle idee diffuse dal sito.

    La prima metà dell'intervento descrive il sito e di cosa parla, e questo "prepara" il lettore alla seconda parte dalla quale riporto testualmente:

    "non riuscendo a far vedere che tecnicamente il sito aveva delle falle, non sapendo come defacciarlo, non sapendo niente di niente, hanno creduto bene di danneggiare sul lato economico chi lo tiene in vita. TOGLIENDO IL DIRITTO ALLA PAROLA a tutti, però" (il maiuscolo l'hai usato tu)

    Dunque non sembra che tu abbia voluto scrivere semplicemente "Ragazzi, mi hanno colpito il sito. Magari è stato un caso, ma vogliamo parlare di questo problema? Che ne pensate?". Army a questo punto direbbe "Non lo ha detto perché in passato ha approvato azioni del genere" (magari, ma non è detto).

    E poi la conclusione della lettera non sembrava lasciare aperta la possibilità ad un seguito, non c'era neanche l'ombra di un proseguio, di una domanda lasciata ai lettori per aprire un dialogo. Il dialogo c'è stato perché i lettori l'hanno voluto, ma non puoi lamentarti per il fatto che non è andata come immaginavi.

    > Dall'attacco a censurati si
    > passa all'attaco ad antonella. Non mi da
    > fastidio, solo credo stiamo uscendo fuori
    > tema.

    No. Stiamo dicendo che Antonella ha preso l'attacco al suo sito e l'ha trasformato (coscentemente, involontariamente, passionalmente magari?) in un attacco alla collettività che viveva e vive (spero ancora) dietro censurati.it

    Come persona pensante non posso ammettere di essere relegato al semplice ruolo di "colui-che-dà-la-sua-solidarietà". A parte affermare questa che è una ovvietà (chi non sodalizza? io sodalizzo, è chiaro!), molti sono andati oltre, hanno indagato (come dei giornalisti?) ed hanno trovato qualcosa che strideva con il tono molto personale della lettera.

    Come persona pensante non posso ammettere il ricatto morale di Antonella che vorrebbe costringere una comunità intera di informatici a non affrontare le cose come stanno "solo" perché ad Antonella dispiace, "solo" perché il 90% della lettera è personale e sentimentale.

    E' agli amici veri che va detta la verità, e chi si limita a darti ragione solo perché hai subito un danno non ti aiuta a capire ma rafforza solo il punto di vista che già avevi. Quale dialogo?

    "Dagli amici mi guardi Dio, chè dai nemici mi
    guardo io"
    non+autenticato
  • quando parlavo di dialogo che volevo aprire, non intendevo su PI. Quello su PII era solo lo sfogo strettamente personale di una cosa accaduta ad un sito sul quale si discuteva.

    Da tutto questo dibattito (chiamiamola anche polemica) posso solo imparare.

    Sono però convinta che tutto quello che ho fatto, TUTTO, lo rifarei. Dalla creazione di censurati al suo stato di coma.

    Ciao a tutti
    anto
  • > Quello su PII era solo lo sfogo strettamente
    > personale
    di una cosa accaduta ad un sito sul
    > quale si discuteva.

    Infatti è proprio quel personale che ha rovinato tutto. Fosse stato oggettivo probabilmente non saremmo qui a dirti perchè è così fastidioso.

    > Sono però convinta che tutto quello che ho fatto, TUTTO
    > lo rifarei. Dalla creazione di censurati al suo stato di coma

    Riscriveresti anche "un plauso agli autori del defacement al sito corriere.it" ?

    ==================================
    Modificato dall'autore il 23/09/2004 8.38.35
    186
  • Inizio a sentirmi offeso, secondo me ci stai prendendo in giro e la cosa non mi va tanto giù. Prima non vuoi ammettere di avere torto, poi ci tratti da ignoranti che non sappiamo la differenza tra questo e quell'attacco, poi dici che se non gestiamo una comunità non possiamo capire, poi dici "peace & love" e ci dai la cosiddetta "ragione degli stupidi".

    Ti informo che qui c'è gente competente di informatica. Tu lo sei di politica? Ok, possiamo esserlo noi di informatica o sai tutto tu? Tra l'altro ho citato il tuo caso al lavoro, tra programmatori ed amministratori di rete, che con gli attacchi hacker hanno a che fare un giorno sì e l'altro pure. Al sentire che un sito attaccato da un Ddos aveva tempo addietro applaudito il defacement del Corrierino si sono fatti una grassissima risata. E non ho citato il nome del sito (reazione obiettiva ed oggettiva).

    Tanto per fare un esempio la comunità che gestisco io conta 13.000 iscritti. Posso capire qualcosa di quello che hai passato?

    Sei stata attaccata? Ok, a me hanno formattato l'HD del server ed ho dovuto lottare per trovare un server ben protetto contro gli attacchi Ddos (giornalieri) che mi bloccavano tutto. Vuoi fare ancora a gara o la smetti?

    Il plauso ad un attacco hacker è un reato a sua volta e si chiama "apologia di reato". Vuoi negarlo o vuoi anche riscrivere le leggi a tuo uso e consumo?

    La pubblicazione di un articolo su PI (e sul tuo sito) apre automaticamente un forum sull'argomento. Possiamo osservare che sbagli o no? Non hai ammesso uno sbaglio che sia uno. Sei forse perfetta? Ohibò!

    Polemica? Beh, quando ci si sente presi in giro il tono si alza, e se ad un'osservazione si risponde che non capiamo un accidente è ancora peggio, altro che "Peace & Love".

    Puoi crearti i siti che vuoi, chi ti dice niente! Personalmente non sono spaventato dalla libertà di opinione, anche io scrivo ecc. ecc. però tra i tanti difetti ho il pregio di non credere di essere così insostituibile. L'uomo non ha prodotto niente di veramente originale da qualche centinaio di anni, per cui non sarebbe una gran perdita la scomparsa dei miei siti.

    Poi pensa quello che ti pare, ma non ergerti a difensore della libertà di opinione se non ammetti neanche di avere torto di fronte alla più palese ed oggettiva evidenza.

    Concludo (e poi basta con questo forum almeno per me, mi sono scocciato): "non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"

    - Scritto da: antonellaS
    > quando parlavo di dialogo che volevo aprire,
    > non intendevo su PI. Quello su PII era solo
    > lo sfogo strettamente personale di
    > una cosa accaduta ad un sito sul quale si
    > discuteva.
    > Da tutto questo dibattito (chiamiamola anche
    > polemica) posso solo imparare.
    >
    > Sono però convinta che tutto quello
    > che ho fatto, TUTTO, lo rifarei. Dalla
    > creazione di censurati al suo stato di coma.
    >
    > Ciao a tutti
    > anto
    non+autenticato

  • > Ti informo che qui c'è gente
    > competente di informatica. Tu lo sei di
    > politica? Ok, possiamo esserlo noi di
    > informatica

    Mettere sullo stesso piano un deface e un dos non dimostra tanta preparazione informatica

    Tra l'altro ho
    > citato il tuo caso al lavoro, tra
    > programmatori ed amministratori di rete, che
    > con gli attacchi hacker hanno a che fare un
    > giorno sì e l'altro pure. Al sentire
    > che un sito attaccato da un Ddos aveva tempo
    > addietro applaudito il defacement del
    > Corrierino si sono fatti una grassissima
    > risata.

    Gente educata, a quanto pare...


    > Tanto per fare un esempio la comunità
    > che gestisco io conta 13.000 iscritti. Posso
    > capire qualcosa di quello che hai passato?

    Ma se ti metti a ridere con i tuoi colleghi!


    > Sei stata attaccata? Ok, a me hanno
    > formattato l'HD del server ed ho dovuto
    > lottare per trovare un server ben protetto
    > contro gli attacchi Ddos (giornalieri) che
    > mi bloccavano tutto. Vuoi fare ancora a gara
    > o la smetti?

    Gara? Credi che stiamo giocando?
    >
    > Il plauso ad un attacco hacker è un
    > reato a sua volta e si chiama "apologia di
    > reato". Vuoi negarlo o vuoi anche riscrivere
    > le leggi a tuo uso e consumo?

    Adesso Arrestiamo Antonella e buttiamo via la chiave! Apologia di reato...ma vergognati! Manderesti in galera tua sorella pur di aver ragione!
    >


    > La pubblicazione di un articolo su PI (e sul
    > tuo sito) apre automaticamente un forum
    > sull'argomento. Possiamo osservare che
    > sbagli o no? Non hai ammesso uno sbaglio che
    > sia uno. Sei forse perfetta? Ohibò!

    Questo è falso. Antonella su più di un suo post ha ammesso degli errori, solo che le cose vanno lette con serenità e non con l'attenzione a trovare gli errori per poi infierire!
    >

    > Polemica? Beh, quando ci si sente presi in
    > giro il tono si alza, e se ad
    > un'osservazione si risponde che non capiamo
    > un accidente è ancora peggio, altro
    > che "Peace & Love".

    Giusto. Vale anche per Antonella però!
    >

    > Puoi crearti i siti che vuoi, chi ti dice
    > niente!

    E ci mancherebbe che vi chiede il permesso.

    Personalmente non sono spaventato
    > dalla libertà di opinione, anche io
    > scrivo ecc. ecc. però tra i tanti
    > difetti ho il pregio di non credere di
    > essere così insostituibile. L'uomo
    > non ha prodotto niente di veramente
    > originale da qualche centinaio di anni

    Dissento. ha creato l'atomica, le bombe a grappolo, le droghe sintetiche, i CFC, certo, niente in confronto ad un maledetto deface, ma sono cose spaventose.

    , per
    > cui non sarebbe una gran perdita la
    > scomparsa dei miei siti.

    forse non per te, ma per qualche tuo seguace sì!
    >

    > Poi pensa quello che ti pare, ma non ergerti
    > a difensore della libertà di opinione
    > se non ammetti neanche di avere torto di
    > fronte alla più palese ed oggettiva
    > evidenza.

    Hai registrato la tua copia di word tu che invece ammetti i tuoi torti?
    >
    > Concludo (e poi basta con questo forum
    > almeno per me, mi sono scocciato): "non
    > c'è peggior sordo di chi non vuol
    > sentire"

    Infatti, ma esiste il linguaggio dei segni, si può sempre tentare
    non+autenticato
  • > Dunque non sembra che tu abbia voluto scrivere
    > semplicemente "Ragazzi, mi hanno colpito il sito. Magari è
    > stato un caso, ma vogliamo parlare di questo problema?
    > Che ne pensate?". Army a questo punto direbbe "Non lo ha
    > detto perché in passato ha approvato azioni del genere"
    > (magari, ma non è detto).

    Sinceramente lo stile di Simona mi pare abbastanza ingenuo e poco giornalistico (è un suo diritto, in fondo è un blog e non una testata giornalistica che paghiamo) per cui penso che mai avrebbe potuto dire una cosa del genere. Anche perchè in linea di massima le sue risposte ai nostri post si riassumono in un "comunque non capite, ho ragione io e tanto rifarei tutto da zero".
    186
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 37 discussioni)