JVC sposa videocamere e microdrive

Il produttore giapponese ha lanciato i suoi primi modelli di videocamera digitale equipaggiati con un hard disk in miniatura. Una scelta che sarà estesa a molti dei prodotti consumer di JVC

Tokyo (Giappone) - Il colosso giapponese JVC ha lanciato la sua prima linea di videocamere digitali che, al posto di DVD o memory card, adottano hard disk da 1 pollice inglobati all'interno di una scheda in formato CompactFlash.

I due nuovi modelli di videocamera, la GZ-MC100 e la GZ-MC200, saranno in grado di archiviare su di un microdrive da 4 GB fino a un'ora di video in qualità DVD. Saranno inoltre dotati di uno zoom ottico 10x, di un sensore CCD da 2,12 megapixel e di slot di espansione CompactFlash e SD.

Le videocamere che utilizzano le memorie a stato solido, ossia le tradizionali memory card, hanno in genere il vantaggio di essere molto compatte e leggere, tuttavia Yasuomi Namiki, direttore della divisione ingegneria di JVC, sostiene che "i consumatori non sono soddisfatti della qualità d'immagine, della capacità di registrazione e della profondità di zoom forniti da questa categoria di videocamere".
Per ovviare a questi limiti, JVC si è orientata verso gli hard disk in miniatura e vi ha affiancato un nuovo chip per la codifica MPEG2 capace di fornire un miglior rapporto compressione/qualità rispetto ai codec tradizionali: ad esempio, utilizzando un algoritmo a bit-rate variabile, l'azienda afferma che è possibile memorizzare su di un microdrive da 4 GB fino a 2 ore di video in modalità "normal" e fino a 5 ore in modalità "economy".

"Abbiamo preso in considerazione la possibilità di adottare codec di nuova generazione, come MPEG4 e H.264, tuttavia abbiamo sperimentato come sia molto difficile raggiungere lo stesso livello di qualità dell'immagine del DVD", ha detto Namiki.

JVC ha spiegato che gli hard disk adottati nelle proprie videocamere sono sospesi in uno speciale gel capace di isolarli dalle vibrazioni e dagli urti. Nonostante questo, le memory card offrono al momento un una robustezza e un'affidabilità che non ha pari nel mondo delle memorie di massa per i dispositivi consumer.

Le videocamere GZ-MC100 e GZ-MC200 arriveranno sul mercato il prossimo mese ad un prezzo ancora non comunicato.
TAG: hw
12 Commenti alla Notizia JVC sposa videocamere e microdrive
Ordina
  • Ciao a Tutti,
    secondo me, le VideoCamere Digitali avranno un gran futuro come lo hanno ora le Macchine Fotografiche Digitali.
    Io ho avuto un paio di Macchine Fotografiche normali, ma nel giro di svariati anni ho scattato si e no un migliaio di Foto, anzi, sicuramente meno, specialmente perche` c'era sempre la rogna di dover portare il Rullino a sviluppare e ci si spendevano bei soldi per lo sviluppo, aggiungici poi il costo del rullino nuovo...
    Lo steso e` valso per la VideoCamera che abbiamo da ormai 10 anni e con cui abbiamo girato al massimo 3 ore di Video perche` poi c'era sempre la rogna di stare li` a comperare le Cassettine e poi trasferirle in Videocassetta pagando ovviamente pure quella.
    Quando arrivera` in commercio la VideoCamera della JVC non ci saranno piu` i costi, scarichi i Video nel Computer e te li guardi quando vuoi senza doverci pensare molto.
    Oltretutto, se ci penso, le Foto su carta sono finite quasi tutte in uno scatolone dimenticato, almeno quelle Digitali le rivedo quando mi scatta lo ScreenSaver...
    Per me, comunque in Futuro non ci sara` piu` spazio nemmeno per CD e DVD, il futuro e` tutto nelle memoria Flash.
    DISTINTI SALUTI
    Crazy
    1945

  • - Scritto da: Crazy
    > Ciao a Tutti,
    > secondo me, le VideoCamere Digitali avranno
    > un gran futuro come lo hanno ora le Macchine
    > Fotografiche Digitali.
    > Io ho avuto un paio di Macchine Fotografiche
    > normali, ma nel giro di svariati anni ho
    > scattato si e no un migliaio di Foto, anzi,
    > sicuramente meno, specialmente perche` c'era
    > sempre la rogna di dover portare il Rullino
    > a sviluppare e ci si spendevano bei soldi
    > per lo sviluppo, aggiungici poi il costo del
    > rullino nuovo...
    > Lo steso e` valso per la VideoCamera che
    > abbiamo da ormai 10 anni e con cui abbiamo
    > girato al massimo 3 ore di Video perche` poi
    > c'era sempre la rogna di stare li` a
    > comperare le Cassettine e poi trasferirle in
    > Videocassetta pagando ovviamente pure
    > quella.
    > Quando arrivera` in commercio la VideoCamera
    > della JVC non ci saranno piu` i costi,
    > scarichi i Video nel Computer e te li guardi
    > quando vuoi senza doverci pensare molto.
    > Oltretutto, se ci penso, le Foto su carta
    > sono finite quasi tutte in uno scatolone
    > dimenticato, almeno quelle Digitali le
    > rivedo quando mi scatta lo ScreenSaver...
    > Per me, comunque in Futuro non ci sara` piu`
    > spazio nemmeno per CD e DVD, il futuro e`
    > tutto nelle memoria Flash.
    > DISTINTI SALUTI

    Con tutto il ripsetto, mi pare che tu sias rimasto molto indietro. le telecamere digitali sono state una tecnologia matura prima delle fotocamere, e basta un vaetto per trasferire tutto il filmato o spezzoni di esso sul computer, a una qualità che è molto più alta dei filmatazzi MPEG2 generati da queste telecamerine.

  • Ora non è ne una videocamera ne una fotocamera:
    Una vera videocamera registra su nastri miniDV in cui 1 ora viene scritta su un nastro da 36 Gb, mi immagino la qualità che si può raggiungere comprimendo un ora su 4 Gb...
    Una fotocamera fa foto 4-5 milioni di pixel, mentre questa su 2 e con un'ottica da videocamera (cioè con un bello zoom ma senza il più minimo grandangolo, che è molto scomodo, ve lo assicuro).
    Quindi, questo prodotto mi sembra un po' una collezione di limiti: alla fotocamera vengono imposti i limiti della viedocamera (pochi pixel, no grandangolo) e alla videocamera quelli della fotocamera (scarasa qualità video), però l'idea è interessante, soprattutto lo sarà se i giga cominciano a pasare da 4 a 80 Sorride
    matteo
    non+autenticato
  • 36 Gyga?

    Pecatto che poi comunque converti il tutto in DVD...

    E che la qualità DVD su TV videocomposito sia ulteriormente degradata...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 36 Gyga?

    In effetti i giga sono solo 12 ....

    > Pecatto che poi comunque converti il tutto
    > in DVD...

    Però forse è meglio fare i le elaborazioni intermedie con una qualità maggiore, e poi comprimere tutto alla fine, non credi ?

    > E che la qualità DVD su TV
    > videocomposito sia ulteriormente
    > degradata...

    Beh, magari la tecnologia delle televisioni prima o poi si evolverà (più prima che poi, visto che sui televisori LCD e al plasma trovi già l'ingresso digitale HDMI)... e comunque per fare un esempio io i filmati che faccio li vedo sul computer, quindi niente segnale videocomposito...

    Quindi a parte i 36GB, il discorso che faceva è giusto, e penso che una videocamera con un HD da 80GB sarebbe una ottima cosa.

    P.S. Mi chiedo perchè sulle videocamere si pongono il problema delle vibrazioni su un eventuale HD, mentre lo stesso HD vogliono cacciarlo a forza dentro un telefonino... bah...


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 36 Gyga?
    >
    > Pecatto che poi comunque converti il tutto
    > in DVD...
    >
    > E che la qualità DVD su TV
    > videocomposito sia ulteriormente
    > degradata...
    >

    Solo se usi un codec ciofeca e non sei capace di impostare una compressione adeguata. Inoltre ogni livello di montaggio su MPEG 2 degraderebbe ulteriormente l'immagine.

    Certo, non tutti possono lavorare in digital betacam... Ma il Dv per quasi tutti gli usi va più che bene.
  • Dipende da come viene codificato l'MPEG2.
    Nel migliore dei casi non avviene una ricompressione.

    E quindi non avrai perdita di qualità.

    Inoltre, la vera difficoltà sta nel fatto che una volta esauriti gli enne gyga, la telecamera smette di funzionare.

    Mentre con una SD o CF, il film me lo copio in un digital wallet...

    Cmq. ho letto in un sito americano che la JVC costerà circa 1300 dollari...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dipende da come viene codificato l'MPEG2.
    > Nel migliore dei casi non avviene una
    > ricompressione.
    >
    beh, prova ad aggiungere transizioni, sovraimpressioni otitoli e poi dimmi
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ora non è ne una videocamera ne una
    > fotocamera:
    > Una vera videocamera registra su nastri
    > miniDV in cui 1 ora viene scritta su un
    > nastro da 36 Gb, mi immagino la
    > qualità che si può raggiungere
    > comprimendo un ora su 4 Gb...
    > Una fotocamera fa foto 4-5 milioni di pixel,
    > mentre questa su 2 e con un'ottica da
    > videocamera (cioè con un bello zoom
    > ma senza il più minimo grandangolo,
    > che è molto scomodo, ve lo assicuro).
    > Quindi, questo prodotto mi sembra un po' una
    > collezione di limiti: alla fotocamera
    > vengono imposti i limiti della viedocamera
    > (pochi pixel, no grandangolo) e alla
    > videocamera quelli della fotocamera (scarasa
    > qualità video), però l'idea
    > è interessante, soprattutto lo
    > sarà se i giga cominciano a pasare da
    > 4 a 80Sorride
    > matteo

    non sono d'accordo con la tua analisi.

    per adesso questa videocamera è una videocamera. Non può esser considerata fotocamera per le osservazioni sul ccd e sull'obiettivo che tu stesso hai fatto.

    il fatto invece che la videocamera in questioni salvi in formato mpeg2 invece che in mini-dv è ininfluente sulla classificazione del prodotto.

    infatti l'mpeg2 è il compromesso ideale in questo campo, nel quale la logica embedded non ha raggiunto la complessità sufficiente (a parità d'autonomia di consumi) nell'encoding con codec superiori. Questa è la soluzione ideale per chi vuole girare un dvd senza troppi ravanamenti e post-elaborazione. Il montaggio non richiede re-encoding, quindi alla fine della fiera la soluzione ha una sua ragion d'essere.


    infatti avrebbero benissimo potuto realizzare una videocamera con interfaccia per dischi da 2 1/2 ", con i quali registrare fino a 80gb di filmato, e magari upgradabile (così quando usciranno i 2 1/2 da 100gb si godeA bocca aperta ). Ma avrebbe avuto una nicchia d'uso differente... non sarebbe stato più un gadget per ricchi e un ausilio per fotografi che esaltati dalla tecnologia si improvvisano registi ai matrimoni (ne ho visti tanti di filmini triiiiiiiisti!Triste ), e possono produrre le loro porcate più velocemente.

    le dimensioni meno striminzite avrebbero lasciato lo spazio per ottiche professionali e ccd con le gonadi pentadimensionali... ma immagina te il costo di ciò che sto descrivendo.... (e probabilmente nel mercato pro esiste già qualcosa del genere...)
  • Siamo sempre lì.... il problema non sono tanto gli urti, quanto la durata della vita del drive.
    Com le cassette, quando una è marcia la butti via. Con l'hard disk come la mettiamo? Devo smontare tutto?Deluso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Siamo sempre lì.... il problema non
    > sono tanto gli urti, quanto la durata della
    > vita del drive.
    > Com le cassette, quando una è marcia
    > la butti via. Con l'hard disk come la
    > mettiamo? Devo smontare tutto?Deluso

    Da quanto si puo' capire dall'articolo, la videocamera salva su Microdrive, cioe' su un "hard disk" nell'involucro di una compact flash. Quindi piccolo e facilmente sostituibile.

    Leto
    non+autenticato

  • > Da quanto si puo' capire dall'articolo, la
    > videocamera salva su Microdrive, cioe' su un
    > "hard disk" nell'involucro di una compact
    > flash. Quindi piccolo e facilmente
    > sostituibile.
    >
    > Leto

    E costoso assatanato
    non+autenticato