Stanca difende il digitale terrestre

Se la prende con le Cassandre dell'innovazione e per dimostrare la bontà della nuova Tv snocciola i numeri del bando per i progetti di t-government. Più di 150 le imprese coinvolte e una messe di enti locali

Stanca difende il digitale terrestreRoma - "L'Italia crede nella televisione digitale terrestre e la vuole, come dimostra eloquentemente il successo del bando di t-Government promosso dal CNIPA, appena conclusosi con un grande numero di adesioni". Così Lucio Stanca, Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie, ha risposto a quanti in queste settimane mettono in dubbio le modalità con cui il Governo sta spingendo le nuove tecnologie televisive.

In particolare il Ministro si è riferito al bando che richiede progetti per la sperimentazione di servizi interattivi volti alla pubblica amministrazione e veicolati attraverso la tv digitale terrestre.

Il Ministro in una nota afferma che questo progetto è il primo del genere in Europa e dispone di una dotazione finanziaria da 7 milioni di euro che sono co-finanziati dal suo dipartimento.
Per la partecipazione al bando, si legge nella nota, al CNIPA sono giunti 51 progetti, che vedono coinvolti oltre 250 enti locali, tra cui tutte le Regioni, oltre 30 Province, 182 Comuni di grandi dimensioni e 16 Comunità Montane. Il valore complessivo dei progetti presentati è di oltre 44 milioni di euro. Le sperimentazioni prevedono la partecipazione anche di 150 partner tra industrie ed emittenti, tra cui Rai, Mediaset e La 7 e più di 30 locali.

Il bando prevede una durata massima per i progetti di 10 mesi, periodo dunque entro il quale si ritiene saranno disponibili i servizi. "Tra i 40 proposti - ha spiegato Stanca - i servizi più gettonati sono quelli relativi al lavoro ed occupazione, turismo, viabilità, salute ed ambiente".

"Un'adesione così vasta al bando del Cnipa - ha affermato Stanca - non solo è una risposta alle molte Cassandre dell'innovazione che si agitano nel nostro Paese, ma testimonia il valore strategico che viene attribuito dagli Enti locali e dalle imprese alla tv digitale terrestre come uno dei principali veicoli per favorire la diffusione dei servizi on line delle pubbliche amministrazioni nelle case degli italiani".

Secondo Stanca questi progetti rappresentano un "primo passo fondamentale che si realizza in Europa per utilizzare questa piattaforma digitale per fornire servizi ai cittadini. In tal modo l'Italia in questo settore si pone decisamente all'avanguardia in quanto l'avvio di questi esperimenti consentirà alle industrie del settore di disporre di una eccezionale opportunità tecnologica, che in altri Paesi non è stata ancora proposta".
TAG: italia
168 Commenti alla Notizia Stanca difende il digitale terrestre
Ordina
  • Ovvero quelli che nessuno dice!!!
    La tanto sbandierata e propagandata interattivita' quanto costa all'utente?
    Quali numeri telefonici vengono chiamati?
    Di quale carrier?
    A che tariffa?
    Chi incassa cosa e x cosa?
    Premere il famoso tastino rosso x il replay di Controcampo quanto mi costerebbe?
    E partecipare ai futuri quiz interattivi?
    E chi ne garantira' la correttezza?
    Non solo stanno spendendo i nostri soldi x un futuro di cui nessuno sentiva il bisogno, ma ci stanno facendo pagare una piattaforma atta quasi esclusivamente a spremerci ulteriori indefinite cifre ad ogni pie' sospinto, pardon, tasto premuto.
  • La cosa triste è: sai in quanti ne saranno fieri?

    'Iao

    non+autenticato

  • - Scritto da: The FoX
    > Ovvero quelli che nessuno dice!!!
    > La tanto sbandierata e propagandata
    > interattivita' quanto costa all'utente?
    > Quali numeri telefonici vengono chiamati?
    > Di quale carrier?
    > A che tariffa?
    > Chi incassa cosa e x cosa?
    > Premere il famoso tastino rosso x il replay
    > di Controcampo quanto mi costerebbe?
    > E partecipare ai futuri quiz interattivi?
    > E chi ne garantira' la correttezza?
    > Non solo stanno spendendo i nostri soldi x
    > un futuro di cui nessuno sentiva il bisogno,
    > ma ci stanno facendo pagare una piattaforma
    > atta quasi esclusivamente a spremerci
    > ulteriori indefinite cifre ad ogni pie'
    > sospinto, pardon, tasto premuto.

    nessuno ti obbliga a interagire........e poi ci sono decoder con modem ADSL in sperimentazione.....quindi nessun costo aggiuntivo sulla bolletta
    informati prima di trollare....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    Prima un presupposto fisso: se qui c'e' un troll non sono di certo io...

    > nessuno ti obbliga a interagire........e poi
    Pero' si da' il caso che l'interattivo sia l'unico spinto dai contributi statali, e l'interattivita' uno degli argomenti di punta della campagna pubblicitaria...
    Campagna in cui si badano bene dal far notare che l'interattivita' si PAGA!!!

    > ci sono decoder con modem ADSL in
    > sperimentazione.....quindi nessun costo
    > aggiuntivo sulla bolletta
    Tranne quello dell'ADSL, che cmq non sempre e' flat...
    E cmq non sono certo i decoder che stanno vendendo ora.
    Ed anzi, allo stato attuale siamo solo al sentito dire.

    > informati prima di trollare....
    Da qual pulpito giunge la predica...Triste:s:(:s:(:s
  • Tutte le persone di mia conoscenza che hanno deciso di acquistare il DT lo hanno fatto per un solo unico motivo: da qualche tempo a questa parte "la TV non si vede piu' bene come una volta"! Ma guarda caso.... dopo tanti anni... sara' colpa dell'evoluzione tecnologica!!! o forse si saranno 'consumate' le apparecchiature!!!
    D'altronde per quale altro motivo si dovrebbe passare al DT, oggi come oggi?
    Ma perche' vogliono rifilarci il DT? Ve lo siete chiesto?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tutte le persone di mia conoscenza che hanno
    > deciso di acquistare il DT lo hanno fatto
    > per un solo unico motivo: da qualche tempo a
    > questa parte "la TV non si vede piu' bene
    > come una volta"! Ma guarda caso.... dopo
    > tanti anni... sara' colpa dell'evoluzione
    > tecnologica!!! o forse si saranno
    > 'consumate' le apparecchiature!!!
    > D'altronde per quale altro motivo si
    > dovrebbe passare al DT, oggi come oggi?
    > Ma perche' vogliono rifilarci il DT? Ve lo
    > siete chiesto?
    no diccelo tu visto ke abbiamo un sapientone tra noi.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > no diccelo tu visto ke abbiamo un sapientone
    > tra noi.....

    Non avevi proprio un cacchio di altro da fare che trollare su questo forum?
  • - Scritto da: The FoX
    > - Scritto da: Anonimo
    > > no diccelo tu visto ke abbiamo un
    > sapientone
    > > tra noi.....
    >
    > Non avevi proprio un cacchio di altro da
    > fare che trollare su questo forum?

    CVD...
  • Per stare bene ci servono ditte che producono e sono competitive, il resto è fumo e in questo momento proprio di televisioni ce ne sono troppe e brutte, i finanziamenti li darei ad imprenditori che devono produrre ed evitare di lasciare a casa gli operai , non ai televisionari da quattro soldi.
    non+autenticato
  • A chi mi devo rivolgere per fare ecommerce sul DT?

    Su internet gia' ce l'ho ed e' stato molto semplice, 2000 euro ai ragazzi che me lo hanno programmato e 150euro all'anno per avere il mio dominio e un computer su cui metterlo.

    Sul DT da chi devo comprare questo servizio?

    Grazie
    non+autenticato
  • prova a chiedere a mediaset dovrebbero avere notizie maggiori a riguardoOcchiolino
    non+autenticato
  • Quindi per essere visibili su DT occorre fare un contratto con Mediaset?
    Non capisco cosa c'entra Mediaset.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quindi per essere visibili su DT occorre
    > fare un contratto con Mediaset?
    > Non capisco cosa c'entra Mediaset.

    Era solo una battuta...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Quindi per essere visibili su DT occorre
    > > fare un contratto con Mediaset?
    > > Non capisco cosa c'entra Mediaset.
    >
    > Era solo una battuta...
    era solo un troll Troll
    non+autenticato
  • Ricordo ancora il commento del nostro primo ministro a riguardo delle casalinghe che dei quotidiani se ne fregano bellamente.

    Ma davvero si crede che la popolazione italiana sia cosi' ritardata? A me sembra che pure mia madre, tecnofoba di primissimo ordine, stia usando il cellulare. Sono convinto che con un minimo restyling del mio incasinato desktop potrebbe navigare senza problemi.

    Attivare dei corsi gratuiti di alfabetizzazione informatica credo costerebbe al governo molto meno di questo DTT (che per la salute cerebrale puo' considerarsi DDT). Ogni biblioteca di ogni paese europeo ha questo tipo di servizio. Probabilmente anche le biblioteche italiane, ma tenendo conto che il fondo cultura, di una regione ad alto contenuto culturale come le Marche, e' passato da qualcosa come 26 milioni di euro del 2003 ai 6 del 2004... (non ricordo le cifre precise, ma lo scarto era piu' o meno di questa portata)
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 29 discussioni)