Intel ammette: RDRAM troppo care

Il general manager di Intel Europe ha ammesso che il prezzo delle memorie Rambus non è sceso quanto previsto ed è ancora troppo elevato. Willamette a rischio?

Londra (Gran Bretagna) - Intel sembra averle studiate tutte per innescare la discesa dei prezzi delle Rambus DRAM, danza della pioggia inclusa, ma per il momento queste memorie, le uniche supportate da Willamette, sembrano fare le altezzose e non accettare di buon grado la svalutazione.

Che il prezzo delle memorie RDRAM sia ancora troppo caro lo ha ammesso anche il general manager di Intel Europe, Robert L. Eckelmann, che ha comunque sottolineato come nell'ultimo anno i prezzi siano scesi del 50%.

Se le memorie progettate da Intel e Rambus non caleranno sensibilmente di prezzo entro l'anno, il futuro di Willamette, l'imminente nuova generazione di CPU IA-32, potrebbe essere a rischio. Come è noto, infatti, questi processori non saranno compatibili con le economiche SDRAM, una scelta che è stata più volte definita dagli analisti come azzardata, specie considerando che AMD si appoggerà in futuro sulle memorie DDR, già ampiamente disponibili e più economiche delle RDRAM.