Atlantide, il mesto addio dei fondatori

Le redini passano a Virgilio e i suoi fondatori lasciano. Avvertono in una email: Atlantide sopravviverà al passaggio di consegne

Roma - "Le fondamenta su cui abbiamo fondato Atlantide sono così solide da sopravvivere a qualsiasi passaggio di consegne": questo uno dei passi della lettera inviata dai fondatori di Atlantide Davide e Paolo agli utenti della celebre comunità online la cui gestione ora passa nelle mani di Virgilio, il portalone factotum controllato da Seat.

Nell'email di Davide e Paolo, concepita come un ringraziamento agli utenti e un saluto definitivo, si avverte infatti che dall'11 giugno "Atlantide non è più gestita dai suoi padri fondatori, ma direttamente dal gruppo Virgilio".

Nel chi siamo di Altantide.it, però, mentre scriviamo si parla di Davide e Paolo come degli attuali "curatori" della comunità oltreché suoi ideatori, ma si tratta evidentemente di un ritardo nell'aggiornamento delle pagine.
La notizia del "passaggio di consegne" interessa più di 2,6 milioni di utenti, stando alle cifre dichiarate in home page da Atlantide.

"Questo messaggio - spiegano Davide e Paolo - è quindi più un sentito ringraziamento per tutte le soddisfazioni che ci hai dato, che un triste saluto. Perché la consapevolezza che le fondamenta su cui abbiamo fondato Atlantide sono così solide da sopravvivere a qualsiasi passaggio di consegne ci rende in qualche modo orgogliosi della nostra piccola creatura."
TAG: italia
4 Commenti alla Notizia Atlantide, il mesto addio dei fondatori
Ordina