Brevetti, Kodak alla conquista di Java

L'azienda chiede a Sun Microsystems più di un miliardo di dollari dopo che un tribunale ha riconosciuti come validi alcuni brevetti che rivendicano il cuore del linguaggio sviluppato da Sun

New York (USA) - Un caso noto e clamoroso quello che ha portato nelle scorse ore il gigante Kodak a chiedere a Sun Microsystems la bellezza di 1,06 miliardi di dollari di compenso per l'utilizzo di Java.

Già, il programma multipiattaforma di Sun, gioiellino utilizzato ampiamente in tutto il mondo da anni per gli scopi più diversi, in alcune sue proprietà, secondo un tribunale americano, viola alcuni brevetti di Kodak. Poiché tali brevetti sono stati giudicati validi, ora Kodak vuole quanto l'azienda ritenga che le spetti.

L'azienda del digital imaging, oltre ai soldi, chiede che il tribunale costringa Sun ad adottare da qui in poi un sistema di compensazione che copra i futuri utilizzi di Java.
I tre brevetti al centro del procedimento sono entrati in Kodak nel 1997 mediante l'acquisizione di Wang Laboratories. Si tratta di proprietà intellettuale che copre il "dialogo" tra programmi, tra gestori di oggetti e di dati, nonché l'integrazione di programmi diversi che gestiscono dati di tipo diverso.

Secondo Kodak, è ora che Sun paghi le royalty che fin qui non ha versato e la somma citata è stata calcolata come metà del profitto dalla vendita di prodotti di storage e server ottenuto da Sun tra il 1998 e il 2001.

E mentre Sun annuncia l'intenzione di proseguire nella propria battaglia legale, nella convinzione che Java non violi alcun brevetto Kodak, il caso si sta trasformando in una nuova occasione per riflettere sulla brevettabilità del software. C'è infatti chi teme che, dopo Sun, Kodak possa rivolgere la propria attenzione anche ad altri produttori e linguaggi, con ulteriori problemi per la libertà di sviluppo.

Come noto, in Europa si stanno per introdurre i "brevetti all'americana", forme esasperate di brevettazione che vanno a tutto vantaggio delle grandi corporation, che hanno di che amministrare imponenti portafogli di proprietà intellettuali, e rischiano di mettere in crisi invece i piccoli e medi sviluppatori indipendenti.

Secondo Pamela Jones di Groklaw, da tempo autorevole punto di riferimento sulla questione brevetti, in tanti via internet stanno prendendo posizione contro questo sistema dei brevetti. "I brevetti sul software - ha dichiarato Jones - distruggeranno il settore negli Stati Uniti. Il resto del mondo innoverà più delle compagnie americane perché non dovranno girare con la palla al piede dei brevetti allacciata alle caviglie, rallentando il loro sviluppo". L'intero commento di Groklaw ad una vicenda giudicata "veramente disgustosa" si trova qui.
TAG: mondo
112 Commenti alla Notizia Brevetti, Kodak alla conquista di Java
Ordina
  • Kodak non è ancora in crisi, ma sta rapidamente cercando di ristrutturarsi per adattarsi alla fotografia digitale. È innegabile che il rapido calo del consumo di pellicola, in particolare da parte dei fotografi dilettanti, e quindi anche dello sviluppo e stampa incide sui bilanci Kodak, compensato in parte da qualche mercato come quello russo, cinese e indiano dove le condizioni econimiche possono ancora favorire la pellicola.

    Kodak sta accentrando la produzione di film e carte in pochi stabilimenti, e non vende più fotocamere non digitali nei mercati occidentali, dove già la sua quota era piuttosto bassa.

    Ma questa mossa verso Java proprio non si capisce, inimicarsi parte del mondo IT non mi sembra una mossa proprio furba, visto che immagine e bit saranno sempre più intimi.
  • Se continuano così il brevetto da strumento di difesa dell'ingegno diventerà sempre più strumento di distruzione ed annichilimento delle menti.

    Così si stanno solamente auto distruggendo, se non si mettono daccordo loro che sono giganti cosa succedere fra qualche anno???

    Si dovrebbe inventare il brevetto not for credit; cioè io che invento brevetto ma non posso chiedere niente a nessun altro che lo usi, lo faccio solo perchè un giorno qualsiasi cane si accorga che un pezzo della mia tecnologia non sia stato brevettato non lo faccia e poi mi venga a battere cassa!!!!



    NOT FOR CREDIT, il brevetto preventivo!!!!!!!
    non+autenticato
  • ...da zio Bill queste cose non succedono.

    Fan Windows
    non+autenticato
  • Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che funziona esattamente come Java dovrebbe violarlo anch'esso....

    Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$? Sicuramente può chiedergli molti, ma molti più soldi...A bocca aperta

    O ha paura delle divisioni di avvocati agguerriti che Bill metterebbe in campo?

  • - Scritto da: ldsandon
    > Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che
    > funziona esattamente come Java dovrebbe
    > violarlo anch'esso....
    >
    > Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$?
    > Sicuramente può chiedergli molti, ma
    > molti più soldi...A bocca aperta
    >
    > O ha paura delle divisioni di avvocati
    > agguerriti che Bill metterebbe in campo?

    java e .net sono due tecnologie diverse e con fini alcune volte simili, ma questo non potrebbe mai violare il brevetto

    Fan Windows
    non+autenticato
  • > java e .net sono due tecnologie diverse e

    ROTFL!

    :D

    PS: sono un programmatore Windows, ma senza fette di salame made in Redmond sugli occhi...
  • - Scritto da: Anonimo
    > java e .net sono due tecnologie diverse e
    > con fini alcune volte simili, ma questo non
    > potrebbe mai violare il brevetto

    Questo non vuol dire un CaPzio
    L' unica questione e':
    .Net usa almeno uno dei 3 brevetti in questione?
    Ad esempio viene usata una qualche forma di comunicazione tra processi?
    Credo proprio di si.

  • - Scritto da: ldsandon
    > Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che
    > funziona esattamente come Java dovrebbe
    > violarlo anch'esso....
    >
    > Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$?
    > Sicuramente può chiedergli molti, ma
    > molti più soldi...A bocca aperta
    >
    > O ha paura delle divisioni di avvocati
    > agguerriti che Bill metterebbe in campo?

    Be', adesso sta cercando di mettere in cassa un po' dindi per potersi permettere di far causa a M$ (avendo dalla sua un bel po' di soldi ed un PRECEDENTE).

    Al giorno d'oggi e' cosi' che si fano gli investimenti...A bocca aperta
    non+autenticato
  • > Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che
    > funziona esattamente come Java dovrebbe
    > violarlo anch'esso....
    > Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$?
    > Sicuramente può chiedergli molti, ma
    > molti più soldi...A bocca aperta
    >
    Bah! Visto che .NET è _semplicemente_ la implementazione di MS dello standard ISO23271, Kodak dovrebbe prima fare causa a ISO.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Bah! Visto che .NET è _semplicemente_
    > la implementazione di MS dello standard
    > ISO23271, Kodak dovrebbe prima fare causa a
    > ISO.

    Sì, però qui i brevetti violati non riguardano il CLI, ma - a quel poco che ho capito - la comunicazione fra applicazioni, l'esecuzione remota di metodi e il passaggio di dati tramite oggetti e strutture...
    ... tutte caratteristiche che mi pare siano implementate anche nel .NET ... o no?

    http://www.freepatentsonline.com/5206951.html
    http://www.freepatentsonline.com/5421012.html
    http://www.freepatentsonline.com/5226161.html

    ==================================
    Modificato dall'autore il 05/10/2004 20.09.32
  • > Bah! Visto che .NET è _semplicemente_
    > la implementazione di MS dello standard
    > ISO23271, Kodak dovrebbe prima fare causa a
    > ISO.

    Direi che è esattamente il contrario: ISO23271 è la ratificazione da parte dell'ISO della CLI di .NET, su proposta di MS stessa. Lo dice MS stessa:

    http://msdn.microsoft.com/net/ecma/

    Quindi credo che Kodak farebbe prima a citare MS...

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...da zio Bill queste cose non succedono.
    Se rileggi cosa tutelerebbero questi tre brevetti capiresti che .Net non é affatto fuori dal pericolo, ma che é semplicemente il prossimo sulla lista.
    non+autenticato
  • Ah che meraviglia! Viviamo in un'epoca stra-ordinaria, che mette in luce come non mai l'irrefrenabile e smisurato desiderio di potere dell'uomo. Si sta per realizzare il controllo totale di energia, informazioni, risorse, sviluppo biologico e non ultimo creatività e tutto ciò con giustificazioni sempre più lontane dal buon senso e dalla logica. Spero che questo accada il prima posibile, perché come insegna la storia, ma anche la fisica, ogni sistema che si espande, raggiunto il culmine inizia a contrarsi, e sarei proprio curioso di assistere a questo passaggio epocale. Voi no?

    Idea, ma non si potrebbe obbligare tutti gli utenti del mondo che stanno usando programmi in JAVA a pagare 10 euro?
    Ma si, anche quelli che non li usano, tanto prima o poi li useranno no? Ma scusate se si fanno le guerre in via preventiva, che volete che sia chiedere, sempre in via preventiva eh, senza aspettare i processi, un po' di euro a ciascuno? Ma non alla SUN, io farei una cosa sbrigativa e li chiederei direttamente agli utenti. In fin dei conti è quello che ha fatto la SIAE in Italia con i supporti e i dispositivi di memorizzazione, no?
    non+autenticato
  • Sorry, volevo dire meravigliosa KODAK.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sorry, volevo dire meravigliosa KODAK.

    Si Si abbiamo capito cosi come abbiamo capito purtroppo che fa poca differenza! In lacrime
  • sapere che la kodak ha pensato alle funzionalita' interne di java spiega molte cose sulle pecche di questo linguaggio di programmazione In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > sapere che la kodak ha pensato alle
    > funzionalita' interne di java spiega molte
    > cose sulle pecche di questo linguaggio di
    > programmazione In lacrime
    Non ci ha pensato, perché Java non ha copiato nessun codice sviluppato da Kodak (che si é limitata a comprare il brevetto da altri).
    Se io brevetto "settare un variabile" non ho scritto nessun codice, ma nessuno potrebbe scappare a questo brevetto.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)