Nuovi server web, a milioni ogni mese

Queste le dimensioni della crescita secondo l'osservatorio di Netcraft che disegna l'espansione orizzontale del nuovo medium. Apache e Microsoft dominano senza ribaltoni

San Francisco (USA) - Negli ultimi cinque mesi la crescita nel numero di siti attivi sulla grande rete è stata più o meno costante: cinque milioni di host hanno visto la luce in questo periodo, segnando uno dei momenti di massima espansione per il World Wide Web.

Ad affermarlo sono i dati rilasciati dall'autorevole osservatorio di Netcraft, secondo cui "dopo soltanto cinque mesi dall'aver raggiunto la soglia dei 50 milioni di siti, le nostre rilevazioni, ad ottobre 2004, hanno superato i 55 milioni, avendo ricevuto risposta da 55.388.466 siti". Come noto, infatti, Netcraft "tiene traccia" dei server attivi grazie ad un complesso ed efficiente sistema di monitoraggio.

Secondo Netcraft la crescita conferma e migliora i dati già registrati tra dicembre 2003 e maggio 2004, quando il web si spinse da 45 a 50 milioni di siti. E lo studio ricorda come nell'agosto 1995 gli host attivi erano meno di 19mila.
Di interesse segnalare che i prodotti dei dominatori del settore dei web server, Apache e Microsoft, dal novembre 2003 ad oggi secondo Netcraft, pur crescendo di centinaia di migliaia di unità nel mondo, hanno mantenuto un sostanziale equilibrio: né l'una né l'altra ha fatto segnare una svolta tangibile nella leadership del settore.

Il Web Server Survey è disponibile qui con tutti i dati e i grafici.
TAG: mondo
37 Commenti alla Notizia Nuovi server web, a milioni ogni mese
Ordina
  • M$ avesse il 70% e Apache il 22%...

    il web sarebbe pieno di tipi come questo che non riavviano dopo una patch:
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=7567...


    brrrrrrrr........... addio al web.....


    Fan Apple
    non+autenticato
  • http://news.netcraft.com/archives/2004/10/overallc...

    Apache è al suo massimo storico e microsoft è al palo ai livelli del 2001, con un arretramento pauroso.

    Bene.
    non+autenticato
  • Ad esempio alcuni provider fanno girare fino a 500/1000 domini nella stessa macchinaTriste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ad esempio alcuni provider fanno girare fino
    > a 500/1000 domini nella stessa macchinaTriste

    http://news.netcraft.com/archives/2004/10/01/octob...

    Top Developers:
    Apache 67.92%
    Microsoft 21.09%

    Active Sites:
    Apache 69.64%
    Microsoft 22.72%
    non+autenticato
  • ...che qui finiamo gli indirizzi!Deluso
    No?

    Sono personalmente lieto del successo di Apache: quanto meno Microsoft non sta ottenendo il monopolio anche in quel campo. E con questo non voglio discutere su quale sia il migliore fra Apache e IIS se no facciamo notte: e` questione di gusti, immagino. Solo, al di la` di tutte le considerazioni di parte, un mondo fatto solo di Microsoft in tutte le salse non e` conveniente, per nessuno: e questo e` un dato di fatto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex¸tg
    > ...che qui finiamo gli indirizzi!Deluso
    > No?

    Ehm, ma già arrivato. Cioè, è pronto per essere utilizzato, ma se ho capito bene il periodo di "transizione" con il nuovo e vecchio protocollo durerà una ventina d'anni.

    Che io sappia linux e solaris sono pronti per IPv6, windows immagino lo sarà con Longhorn.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Quelo
    > - Scritto da: Alex¸tg
    > > ...che qui finiamo gli indirizzi!Deluso
    > > No?
    >
    > Ehm, ma già arrivato. Cioè,
    > è pronto per essere utilizzato, ma se
    > ho capito bene il periodo di "transizione"
    > con il nuovo e vecchio protocollo
    > durerà una ventina d'anni.
    >
    > Che io sappia linux e solaris sono pronti
    > per IPv6, windows immagino lo sarà
    > con Longhorn.
    Confermo è già presente già da 2 anni. L'IPv6 è nato perchè
    si suppone che con la crescente crescita (ampiamente dimostrata) di host "statici" gli IP sarebbero ben presto finiti.
    Però c'è anche da dire che al numero di nuovi "host" bisogna detrarre quelli che vengono spenti ogni giorno, che non sono pochi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Quelo
    > > - Scritto da: Alex¸tg
    > > > ...che qui finiamo gli indirizzi!
    >Deluso
    > > > No?
    > >
    > > Ehm, ma già arrivato.
    > Cioè,
    > > è pronto per essere utilizzato,
    > ma se
    > > ho capito bene il periodo di
    > "transizione"
    > > con il nuovo e vecchio protocollo
    > > durerà una ventina d'anni.
    > >
    > > Che io sappia linux e solaris sono
    > pronti
    > > per IPv6, windows immagino lo
    > sarà
    > > con Longhorn.
    > Confermo è già presente
    > già da 2 anni. L'IPv6 è nato
    > perchè
    > si suppone che con la crescente crescita
    > (ampiamente dimostrata) di host "statici"
    > gli IP sarebbero ben presto finiti.
    > Però c'è anche da dire che al
    > numero di nuovi "host" bisogna detrarre
    > quelli che vengono spenti ogni giorno, che
    > non sono pochi!

    Gia`, gia`... ora che ci penso era uscito un articolo su PI che riportava anche il periodo di trasizione di due anni... mah, spero comunque che facciano prima, anche se la cosiderazione sugli host che vanno "in disarmo" e` interessante e potrebbe mitigare il problema... stare nelle ristrettezze elimina molte possibilita`, comunque, e ancora spero facciano piu` presto che possono, in tutto il mondo.

    Eeh... questi maledetti (scherzosamente, pero`) 32 bit. Cosi` tanti numeri (4 miliardi), ma cosi` pochi rispetto ai 64 bit...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Quelo
    > - Scritto da: Alex¸tg
    > > ...che qui finiamo gli indirizzi!Deluso
    > > No?
    >
    > Ehm, ma già arrivato. Cioè,
    > è pronto per essere utilizzato, ma se
    > ho capito bene il periodo di "transizione"
    > con il nuovo e vecchio protocollo
    > durerà una ventina d'anni.
    >
    > Che io sappia linux e solaris sono pronti
    > per IPv6, windows immagino lo sarà
    > con Longhorn.

    Che io sappia Win XP dovrebbe essere pronto e Win 2000
    patchato pure, sono i cornuti e mazziati come me con Win ME
    o altri Win 9x che devono scegliere fra upgrade o provare con Trumpet Winsock, ma visto che siamo qualche centinaio di milioni, facciamo da freno, chi ha un sito non vuol perdere
    una fetta di potenziali visitatori sulla cui reale consistenza MS è molto reticente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)