Transmeta fa 90... nanometri

La piccola società californiana ha spinto sul mercato un nuovo processore basato sulle ultime tecnologie del settore, quali processo di fabbricazione a 90 nanometri, protezione della memoria e istruzioni estese SSE3. E per il futuro...

Santa Clara (USA) - Seguendo le orme dei giganti del settore, anche la minuscola Transmeta ha lanciato il suo primo processore costruito con circuiteria a 90 nanometri e dotato del supporto alla tecnologia di protezione della memoria No eXecute.

Il nuovo chip, denominato Efficeon TM8800, supporta le memorie DDR400, l'AGP 4x e le più recenti istruzioni multimediali di Intel, le SSE3, che secondo quanto spiegato da Transmeta "migliorano le prestazioni delle applicazioni multimediali, quali la compressione video".

Rispetto al suo predecessore, il TM8600, Transmeta sostiene che il suo nuovo chip consuma meno della metà: ad esempio, ad 1 GHz l'8600 consuma 7 watt contro i 3 watt dell'8800.
I nuovo processore è tuttavia fatto per girare a frequenze ben superiori: il primo modello ha un clock di 1,6 GHz ma, già per l'inizio del prossimo anno, l'azienda prevede di rilasciarne una versione da 2 GHz.

L'altra novità del processore TM8800 è data dall'integrazione della tecnologia per la protezione della memoria AntiVirusNX (dove NX sta per No eXecute), la stessa già integrata in diverse CPU di AMD e supportata dal Service Pack 2 per Windows XP con il nome di Data Execution Prevention (DEP). Transmeta sostiene che il nuovo Efficeon sia il primo processore x86 a basso consumo a fornire il supporto in hardware a tale funzione.

Le altre caratteristiche tecniche della nuova CPU rispecchiano quelle dei suoi predecessori a 0,13 micron: un motore VLIW (Very Long Instruction Word) a 256 bit capace di eseguire fino ad 8 istruzioni per singolo ciclo di clock; una cache di secondo livello da 1 MB; supporto alle istruzioni MMX e SSE; tecnologia di power management LongRun; northbridge integrato su die: quest'ultimo integra un'interfaccia e un controller di memoria DDR266/333/400, un bus AGP 4x e un'interfaccia HyperTransport con banda aggregata di 1,6 GB/s.

Costruito nelle fabbriche giapponesi di Fujitsu, il TM8800 verrà distribuito unicamente sul mercato OEM: inutile, dunque, cercarlo nei negozi. Fra i dispositivi a cui è indirizzato vi sono i notebook, i PC ultracompatti, i Tablet PC, i server blade, i cluster di workstation e i media center.

Transmeta ha rivelato che le future versioni del TM8800, anche chiamato Efficeon 2, introdurranno il supporto alle istruzioni x86 a 64 bit e alle funzionalità di virtualizzazione.
TAG: hw
10 Commenti alla Notizia Transmeta fa 90... nanometri
Ordina