Il ritorno del Diablo

Uno dei videogiochi più attesi degli ultimi anni, Diablo II, è stato finalmente rilasciato da Blizzard. Già due milioni le copie prenotate

Irvine (USA) - Dopo il successone del primo episodio, Blizzard annuncia il rilascio di Diablo II, il seguito di un gioco che in questi 5 anni ha mietuto milioni di fan in tutto il mondo. Inutile dire che questo seguito si può considerare uno dei giochi più attesi degli ultimi anni.

Blizzard afferma che le copie già ordinate del gioco sono circa 2 milioni, una cifra che già da sola basterebbe a decretarne il successo.

Gli ingredienti che hanno fatto, e ancora fanno di Diablo un classico, sono la giusta miscela fra RPG (gioco di ruolo) e gioco d'azione, un approccio più "leggero" agli RPG che ha permesso a Blizzard di far approdare al mondo dei giochi di ruolo fantasy tutti coloro che non conoscevano i tenebrosi mondi di Dungeons & Dragons e che mai prima d'ora avevano avuto a che fare con maghi, guerrieri, nani ed elfi.
Ma quello che forse ha contribuito maggiormente a rendere famoso Diablo è Battle.net, la rete di server a cui gli utenti del gioco possono connettersi via Internet per dar vita ad entusiasmanti partire multiplayer o chattare con altri avventurieri di passaggio. A tutt'oggi Battle.net è una delle reti multiplayer più frequentata in assoluto.

Con Diablo II la Blizzard ha dato vita anche alla seconda generazione di Battle.net, un rete finalmente multilingua ed in grado di ospitare molti più utenti in contemporanea per singola partita.

Affiliamo le spade, il diavolo è tornato.