Al PDA Linux è cresciuto l'hard disk

Sharp si appresta a lanciare sul mercato giapponese quello che definisce il primo PDA dotato di hard disk. Il dispositivo fa parte della famiglia di palmari Zaurus, notoriamente basata su Linux

Roma - In un mercato dominato dai sistemi operativi Palm OS e Windows Mobile, il primo PDA con hard disk sarà, per ironia della sorte, un modello basato su Linux.

Sharp ha infatti annunciato la commercializzazione, il prossimo mese, di un nuovo modello di PDA Zaurus che conterrà al proprio interno un mini hard disk di Hitachi da 4 GB, una capienza di gran lunga superiore a quella fornita oggi dai computer hand held basati su memoria flash.

"Già da tempo culliamo l'idea di utilizzare un hard disk all'interno dei nostri PDA, ma erano troppo grandi e pesanti", ha spiegato Hirohide Nakagawa, group general manager di Sharp.
Oggi sarebbe possibile, e lo dimostrano i produttori di player MP3, mettere un hard disk all'interno dei PDA più piccoli e sottili. Sharp ha scelto di sperimentare questo inedito connubio all'interno di un handheld, lo Zaurus SL-C3000, che adotta il classico formato "alla Psion": un display orizzontale che si chiude a libro su di una tastiera QWERTY. Come alcuni modelli di Sony Clié, tuttavia, l'SL-C3000 è dotato di uno schermo ruotabile che, all'occorrenza, può essere utilizzato in modo simile ad un tradizionale PDA senza tastiera con schermo portrait. Il display ha una dimensione di 3,7 pollici e una risoluzione di 640 x 480 pixel (VGA).

Il gingillo, che pesa poco meno di 300 grammi, affida la propria potenza di elaborazione ad un processore XScale PXA270 da 416 MHz, che appartiene alla giovane famiglia di chip di Intel nota con il nome in codice di Bulverde. L'unità dispone di 64 MB di memoria SDRAM, 16 MB di flash ROM, uno slot per schede SD ed uno per schede CompactFlash, uscita cuffie, una porta USB e una IrDA. Sharp, forse per bilanciare i costi del disco fisso, ha invece scelto di non integrare alcun modulo wireless, che può tuttavia essere aggiunto per mezzo di una scheda di espansione.

Il sistema operativo adottato da Sharp per il suo nuovo palmare è uLinux, versione embedded di Linux sviluppata da Lineo Solutions. La piattaforma include un media player compatibile con i formati audio e video più diffusi, compreso i file WMA, un visualizzatore di immagini e una suite di applicazioni per l'ufficio in grado di importare i file salvati con MS Office.

Lo Zaurus SL-C3000 farà il proprio debutto il 10 novembre sul mercato giapponese: almeno per il momento Sharp non prevede la sua introduzione su altri mercati, tanto meno l'Europa, dove Sharp non vende più da tempo alcun modello di Zaurus.
8 Commenti alla Notizia Al PDA Linux è cresciuto l'hard disk
Ordina