Roma, primo passo verso l'open source

Il Campidoglio conferma l'orientamento annunciato a febbraio e pensa ad un portale di riferimento per i sistemi aperti della pubblica amministrazione. Gramaglia: non è una crociata contro Microsoft, è una scelta politica

Roma, primo passo verso l'open sourceRoma - Non è certo una novità ma l'assessore alla Comunicazione e alla Semplificazione del Comune di Roma, Mariella Gramaglia, ha chiarito che a brevissimo sarà realizzato un portale specifico dedicato all'open source e alle soluzioni aperte per la pubblica amministrazione, che il Campidoglio intende adottare e diffondere.

La decisione di costituire un portale di riferimento per la piattaforma aperta e i software che verranno impiegati e studiati dagli uffici del Comune di Roma in questa prima fase dell'introduzione dell'open source, rappresenta dunque un passo avanti nella direzione che era già stata stabilita da tempo.

Gramaglia ha spiegato che il raggio d'azione, per così dire, dei software aperti sarà piuttosto limitato. "L'open source - ha affermato - è previsto solo per alcune applicazioni del desktop e della posta elettronica".
L'Assessore capitolino ha ancora una volta sottolineato che la scelta del Comune di abbracciare Linux e i sistemi aperti rappresenta "una scelta politica". "Ma tengo a precisare - ha ribadito anche in questa occasione - che non si tratta di una crociata ideologica contro Microsoft, che anzi per noi è importante in molti progetti. Abbiamo però voglia di provare strade più libere e aperte".

Come si ricorderà, l'orientamento del Campidoglio era stato reso pubblico lo scorso febbraio quando la stessa Gramaglia aveva fatto esplicito riferimento alle scelte del Brasile di Lula o a quelle di Monaco di Baviera. Proprio Monaco ha varato ufficialmente il progettone di migrazione verso i sistemi aperti all'inizio di questo mese.

Il Comune di Roma, ad ogni modo, ribadisce anche la propria intenzione di procedere con calma sulla via della migrazione, una "cautela", come la definì proprio Gramaglia, giustificata dalla necessità di mantenere attivi tutti i sistemi telematici nella fase di transizione che, come già si disse a febbraio, "potrebbe estendersi per parecchio tempo".

La costituzione del portale viene dunque vista ora come il primo passo di una migrazione che non sarà del tutto indolore perché, come ha spiegato Gramaglia, occorre mettere nel conto i costi di formazione del personale.
TAG: italia
266 Commenti alla Notizia Roma, primo passo verso l'open source
Ordina
  • Cito dall'articolo:

    L'Assessore capitolino ha ancora una volta sottolineato che la scelta del Comune di abbracciare Linux e i sistemi aperti rappresenta "una scelta politica". "Ma tengo a precisare - ha ribadito anche in questa occasione - che non si tratta di una crociata ideologica contro Microsoft, che anzi per noi è importante in molti progetti. Abbiamo però voglia di provare strade più libere e aperte".

    Pur essendo un utente Linux (molto soddisfatto), e di software Open Source/Free in generale, trovo assurdo che simili decisioni vengano prese per motivi politici.
    Ciò che deve essere considerato, specialmente quando si tratta di soldi dei contribuenti, sono gli aspetti tecnici e quelli economici.
    In ogni caso, spero che quanto riportato nell'articolo sia dovuto ad un errore di interpretazione delle parole dell'assessore (va tanto di moda...), oppure ad una eccessiva semplificazione da lui operata.
    non+autenticato
  • Domanda, visto che si parla di open source

    Premessa: io uso il compilatore "delphi", questo ha delle sue librerie che vengono compilato staticamente con il file eseguibile.

    Queste librerie non le possi distribuire come codice, ma solo linkate staticamente al file eseguibile


    Posso creare un progretto e distribuirlo sotto licenza GPL (dando solo il mio codice e non quello delle librerie presenti nel compilatore)?

    Posso inserire in un progetto GPL librerie LGPL?


    con google per il momento ho trovato solo risposte vaghe e alcune volte in contrasto.

    grazie.

    ciao

  • - Scritto da: pippo75
    > Domanda, visto che si parla di open source
    >
    > Premessa: io uso il compilatore "delphi",
    > questo ha delle sue librerie che vengono
    > compilato staticamente con il file
    > eseguibile.
    >
    > Queste librerie non le possi distribuire
    > come codice, ma solo linkate staticamente al
    > file eseguibile
    >
    >
    > Posso creare un progretto e distribuirlo
    > sotto licenza GPL (dando solo il mio codice
    > e non quello delle librerie presenti nel
    > compilatore)?

    No, perchè potresti mettere tutto sulle librerie e la parte open si ridurrebbe a una chiamata alla main della libreria

    > Posso inserire in un progetto GPL librerie
    > LGPL?

    questo non lo so.
    non+autenticato

  • >
    > No, perchè potresti mettere tutto
    > sulle librerie e la parte open si ridurrebbe
    > a una chiamata alla main della libreria

    vedo pero' che altri lo fanno, creare un progetto con delphi (usando le sue librerie interne, le VCL) e distribuiscono sotto GPL, quello che vorrei fare io e' un qualcosa di simile (come licenza e non come programma) a

    http://sourceforge.net/projects/delphamp/

    questo contiene il codice dell'autore piu' le librerie esterne che usa, ma non quelle intrene del compilatore come ad esempio

    Windows, SysUtils, Classes, Graphics, Forms, Controls, StdCtrls, Buttons, ExtCtrls


    se qualcuno mi puo' rispondere, perche' e tempo che sto cercando info su queste cose.


    grazie

  • - Scritto da: pippo75
    >
    > >
    > > No, perchè potresti mettere tutto
    > > sulle librerie e la parte open si
    > ridurrebbe
    > > a una chiamata alla main della libreria
    >
    > vedo pero' che altri lo fanno, creare un
    > progetto con delphi (usando le sue librerie
    > interne, le VCL) e distribuiscono sotto GPL,
    > quello che vorrei fare io e' un qualcosa di
    > simile (come licenza e non come programma) a
    >
    > sourceforge.net/projects/delphamp /
    >
    > questo contiene il codice dell'autore piu'
    > le librerie esterne che usa, ma non quelle
    > intrene del compilatore come ad esempio
    >
    > Windows, SysUtils, Classes, Graphics, Forms,
    > Controls, StdCtrls, Buttons, ExtCtrls
    >
    >
    > se qualcuno mi puo' rispondere, perche' e
    > tempo che sto cercando info su queste cose.
    >
    >
    > grazie


    Non ho una risposta per i tuoi quesiti , mi spiace.
    Ma se davvero sei interessato potresti chiedere a un'associazione tipo ASSOLI o alla stessa FSFE per maggiori chiarimenti....Occhiolino

    Barone dello Zwanlandshire
    Fan Linux
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo75
    > Domanda, visto che si parla di open source
    >
    > Premessa: io uso il compilatore "delphi",
    > questo ha delle sue librerie che vengono
    > compilato staticamente con il file
    > eseguibile.

    http://www.gnu.org/licenses/license-list.it.html
    non+autenticato

  • Buongiorno ben svegliati !!!!!!!!
    (era ora.......................................)Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Buongiorno ben svegliati !!!!!!!!
    > (era
    > ora.......................................)(l

    (GNU/)Linux+Apache+Mysql+Php portale costo=0

    Volete un caffè???Con la lingua fuori

    Barone dello Zwanlandshire
    Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Buongiorno ben svegliati !!!!!!!!
    > > (era
    > >
    > ora.......................................)(l
    >
    > (GNU/)Linux+Apache+Mysql+Php portale costo=0
    >
    > Volete un caffè???Con la lingua fuori
    >
    > Barone dello Zwanlandshire
    > Fan Linux

    le cose gratis puzzano

    io credo che il lavoro sia qualcosa di sacro, e se qualcuno ha lavorato per costruire linux e tutta la baracca, questi deve essere ricompensato

    basta con questo comunismo ipocrita e approfittatore

    andate a lavorare... così capirete, anche voi comunisti, che non bisogna mai esaltare un prodotto software per la sua gratuità, ma per la sua capacità di raggiungere facilmente e rapidamente l'obiettivo dell'utente
    non+autenticato
  • Se avete pazienza e reputate quanto me che sia pertinente alla notizia, ve la espongo.

    Non sono un esperto di linux ma l'ho usato (molto saltuariamente) soprattutto presso aziende e tentato installazione a casa di distribuzioni varie (knoppix, redhat, slackware, mandrake) con le quali (a parte vmware che funziona Sorride) ho avuto un problema fisso legato all'incompatibilità della scheda grafica (ati rage fury pro: mi congela TUTTE le distro come fosse errore hardware).

    Poi ho avuto modo di acquistare un nuovo pc appositamente per metterci linux. Oggi uso la distro Suse 9 (mandrake e knoppix, stranamente non proseguono l'installazione/avvio) da meno di 1 mese, perfettamente installata su una cpu AMD xp2600+ con 256 di ram.

    Ho avuto qualche difficoltà nella configurazione di rete ibrida (con win), ancora non riesco a stampare usando una stampante condivisa da win, ma da linux entro nelle cartelle condivise in win (e non il contrario da win su lin...).

    Altra difficoltà nel capire i privilegi nei gruppi e utenti, ma si supera con l'abitudine. Piano piano mi rendo conto che è meglio di win, anche se non nell'uso del desktop, cioè la GUI, ma credo sia solo questione di tempo.
    Dicevo, meglio la gestione utenti/privilegi, quando ad esempio ho installato l'ftp e non ho dovuto configurare utenti, gruppi e pwd, legati al ftp: entro con la stessa uid di linux. Ho dovuto solo entrare in un file per dirgli chi NON doveva accedere: anonymous.

    Ma la difficoltà più grande la trovo nel cercare i files, soprattutto di configurazione, che alcune distribuzioni le hanno da una parte e altri altrove. esempio: /etc/inetd.conf, sulla mia suse, non si trova lì, anzi: non esiste! o io non lo trovo... c'è n'è un'altro xinetd.conf, ma non sono sicuro sia quello (ho lasciato ai vari wizard l'onere di aiutarmi a configurare parte della rete).

    Mi viene da piangere quando negli help, nei forum, nelle pagine web e blog e manuali sparsi per internet trovo la solita frase: "che ci vuole? basta editare il file /dir1/dir2/dir3/vattelappessca.conf."
    Ecco, io quel file NON CE L'HO! e dagli alla ricerca! alla fine lo trovo in /dirX/dirY/dirZ/..... PERCHE'???

    Barcamenandomi tra smb.conf, initrc.d, httpd.conf, .sh, bin, sbin vari, e varie gui yast e centro di controllo sono riuscito nell'impresa di far partire tutti i servizi e di avere un menu programmi e un desktop abbastanza personalizzato, insomma , meno che stampare su win... mi chiede la password e malgrado le utenze siano esattamente duplicate tra lin e win, non mi accetta la stampante condivisa, che pur vede benissimo, (ora...) posso farci tutto quello che facevo su windows, a parte usare utility e programmi che non ci sono x linux.

    Difficoltà anche per compilare lanciare finalmente MPlayer, che legge proprio tutto (meno i .RM, ma "forse" è un prob di codec che richiederà un certo impegno risolvere, in questo è simile a win Occhiolino).

    Oggi mi collego con xwin32-server, quindi dalla macchina windows amministro e uso (in rete locale), anche con xterm, la linux-box.
    E va benissimo!

    Per scelta, dopo moltissime prove, ho ripiegato su WindowMaker, anche se KDE è il migliore di tutti. ma con wm vado una scheggia e ho imparato a conoscerlo (va tenuto a bada Occhiolino, non è esente da bugs e incoerenze).

    A dispetto di coloro che dicano che stia diventando sempre più simile a win, lo trovo invece completamente diverso da tutti i sistemi win9x,xp,2k,nt, etc. che ho largamente usato nel corso di molti anni.

    Proprio oggi un mio amico mi ha chiamato lamentando il messaggio windows: "NTLDR MANCANTE. IL SISTEMA NON PUO' RIPARTIRE" mi è venuto in mente che a me è successo qualche giorno fa su linux di sputtanare fstab e l'mbr (si, ci smanetto, e mi è pure saltata la luce, beh?succede, se ti capita mentre è staccato dall'ups...) . Ma sono ripartito col cd di controllo e rpristino automatico di suse. tutto ok!
    Su win avrei (lo so da esperienze...) dovuto reinstallare tutto e nel migliore dei casi, riconfigurare tutto senza possibilità (spessissimo) di fargli ritrovare i settaggi così come li avevo lasciati.

    Ho seri problemi di lentezza collegandomi con xwin32-Xserver alla macchina linux da remoto, anche con connessione adsl 2mb. Visualizza la grafica in maniera più lenta che se non riconoscesse le directX di win. Praticamente INUTILIZZABILE.
    Strano, perchè il traffico in rete dovrebbe essere limitato a comandi, quindi poki bytes, rispetto alla grafica... o no?

    Da questa settimana, ovvero 20 giorni dall'installazione, sono operativo al 90% (E VAI!!!) e comunque non disattiverò winXP, sia perchè sono riuscito a stabilizzarlo (strano ma vero) sia per la mole di programmi di cui non potrò fare a meno.

    Ultimo scoglio sarà il firewall. IPTables mi da l'idea di un campo minato :-<
    Sono costretto a bloccare tutte le porte usando l'impostazione firewall di suse 9.

    Ah, dimenticavo, la linux-box è diventata il pc ad uso domestico della mia famiglia, e degli amici che capitano a navigare su internet o vedere video o sentire musica. Insomma anche se qualcuno è davanti alla mia linux-box, io continuo ad avere comunque totale accesso e padronanza dal monitor di xwin32. Sono passato da 1 postazione a n postazioni, pur continuando ad avere 2 pc.

    ciao

  • - Scritto da: staicalmo
    > Se avete pazienza e reputate quanto me che
    > sia pertinente alla notizia, ve la espongo.
    >
    > Non sono un esperto di linux ma l'ho usato
    > (molto saltuariamente) soprattutto presso
    > aziende e tentato installazione a casa di
    > distribuzioni varie (knoppix, redhat,
    > slackware, mandrake) con le quali (a parte
    > vmware che funzionaSorride) ho avuto un problema
    > fisso legato all'incompatibilità
    > della scheda grafica (ati rage fury pro: mi
    > congela TUTTE le distro come fosse errore
    > hardware).
    >
    > Poi ho avuto modo di acquistare un nuovo pc
    > appositamente per metterci linux. Oggi uso
    > la distro Suse 9 (mandrake e knoppix,
    > stranamente non proseguono
    > l'installazione/avvio) da meno di 1 mese,
    > perfettamente installata su una cpu AMD
    > xp2600+ con 256 di ram.
    >
    > Ho avuto qualche difficoltà nella
    > configurazione di rete ibrida (con win),
    > ancora non riesco a stampare usando una
    > stampante condivisa da win, ma da linux
    > entro nelle cartelle condivise in win (e non
    > il contrario da win su lin...).
    >
    > Altra difficoltà nel capire i
    > privilegi nei gruppi e utenti, ma si supera
    > con l'abitudine. Piano piano mi rendo conto
    > che è meglio di win, anche se non
    > nell'uso del desktop, cioè la GUI, ma
    > credo sia solo questione di tempo.
    > Dicevo, meglio la gestione utenti/privilegi,
    > quando ad esempio ho installato l'ftp e non
    > ho dovuto configurare utenti, gruppi e pwd,
    > legati al ftp: entro con la stessa uid di
    > linux. Ho dovuto solo entrare in un file per
    > dirgli chi NON doveva accedere: anonymous.
    >
    > Ma la difficoltà più grande la
    > trovo nel cercare i files, soprattutto di
    > configurazione, che alcune distribuzioni le
    > hanno da una parte e altri altrove. esempio:
    > /etc/inetd.conf, sulla mia suse, non si
    > trova lì, anzi: non esiste! o io non
    > lo trovo... c'è n'è un'altro
    > xinetd.conf, ma non sono sicuro sia quello
    > (ho lasciato ai vari wizard l'onere di
    > aiutarmi a configurare parte della rete).
    >
    > Mi viene da piangere quando negli help, nei
    > forum, nelle pagine web e blog e manuali
    > sparsi per internet trovo la solita frase:
    > "che ci vuole? basta editare il file
    > /dir1/dir2/dir3/vattelappessca.conf."
    > Ecco, io quel file NON CE L'HO! e dagli alla
    > ricerca! alla fine lo trovo in
    > /dirX/dirY/dirZ/..... PERCHE'???
    >
    > Barcamenandomi tra smb.conf, initrc.d,
    > httpd.conf, .sh, bin, sbin vari, e varie
    > gui yast e centro di controllo sono riuscito
    > nell'impresa di far partire tutti i servizi
    > e di avere un menu programmi e un desktop
    > abbastanza personalizzato, insomma , meno
    > che stampare su win... mi chiede la password
    > e malgrado le utenze siano esattamente
    > duplicate tra lin e win, non mi accetta la
    > stampante condivisa, che pur vede benissimo,
    > (ora...) posso farci tutto quello che facevo
    > su windows, a parte usare utility e
    > programmi che non ci sono x linux.
    >
    > Difficoltà anche per compilare
    > lanciare finalmente MPlayer, che legge
    > proprio tutto (meno i .RM, ma "forse"
    > è un prob di codec che
    > richiederà un certo impegno
    > risolvere, in questo è simile a win
    >Occhiolino).
    >
    > Oggi mi collego con xwin32-server, quindi
    > dalla macchina windows amministro e uso (in
    > rete locale), anche con xterm, la linux-box.
    >
    > E va benissimo!
    >
    > Per scelta, dopo moltissime prove, ho
    > ripiegato su WindowMaker, anche se KDE
    > è il migliore di tutti. ma con wm
    > vado una scheggia e ho imparato a conoscerlo
    > (va tenuto a badaOcchiolino, non è esente da
    > bugs e incoerenze).
    >
    > A dispetto di coloro che dicano che stia
    > diventando sempre più simile a win,
    > lo trovo invece completamente diverso da
    > tutti i sistemi win9x,xp,2k,nt, etc. che ho
    > largamente usato nel corso di molti anni.
    >
    > Proprio oggi un mio amico mi ha chiamato
    > lamentando il messaggio windows: "NTLDR
    > MANCANTE. IL SISTEMA NON PUO' RIPARTIRE" mi
    > è venuto in mente che a me è
    > successo qualche giorno fa su linux di
    > sputtanare fstab e l'mbr (si, ci smanetto, e
    > mi è pure saltata la luce,
    > beh?succede, se ti capita mentre è
    > staccato dall'ups...) . Ma sono ripartito
    > col cd di controllo e rpristino automatico
    > di suse. tutto ok!
    > Su win avrei (lo so da esperienze...) dovuto
    > reinstallare tutto e nel migliore dei casi,
    > riconfigurare tutto senza possibilità
    > (spessissimo) di fargli ritrovare i settaggi
    > così come li avevo lasciati.
    >
    > Ho seri problemi di lentezza collegandomi
    > con xwin32-Xserver alla macchina linux da
    > remoto, anche con connessione adsl 2mb.
    > Visualizza la grafica in maniera più
    > lenta che se non riconoscesse le directX di
    > win. Praticamente INUTILIZZABILE.
    > Strano, perchè il traffico in rete
    > dovrebbe essere limitato a comandi, quindi
    > poki bytes, rispetto alla grafica... o no?
    >
    > Da questa settimana, ovvero 20 giorni
    > dall'installazione, sono operativo al 90% (E
    > VAI!!!) e comunque non disattiverò
    > winXP, sia perchè sono riuscito a
    > stabilizzarlo (strano ma vero) sia per la
    > mole di programmi di cui non potrò
    > fare a meno.
    >
    > Ultimo scoglio sarà il firewall.
    > IPTables mi da l'idea di un campo minato
    > :-<
    > Sono costretto a bloccare tutte le porte
    > usando l'impostazione firewall di suse 9.
    >
    > Ah, dimenticavo, la linux-box è
    > diventata il pc ad uso domestico della mia
    > famiglia, e degli amici che capitano a
    > navigare su internet o vedere video o
    > sentire musica. Insomma anche se qualcuno
    > è davanti alla mia linux-box, io
    > continuo ad avere comunque totale accesso e
    > padronanza dal monitor di xwin32. Sono
    > passato da 1 postazione a n postazioni, pur
    > continuando ad avere 2 pc.
    >
    > ciao

    ma secondo te, un'azienda o un professionista possono perdere mai 20 giorni per una installazione linux?

    sarebbe un disastro economico
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > ma secondo te, un'azienda o un
    > professionista possono perdere mai 20 giorni
    > per una installazione linux?
    >
    > sarebbe un disastro economico

    E invece ora staicalmo ha tutte le skill per installare e mandare live un server in 2 giorni, e quando un'azienda concorrente alla tua lo assumera' per fare setup di un server con linux, la sua azienda risparmiera' costi di gestione e fara' succhiare la tua azienda che fallira' miseramente...

    MWAHAHAHA
  • > ma secondo te, un'azienda o un
    > professionista possono perdere mai 20 giorni
    > per una installazione linux?
    >
    > sarebbe un disastro economico
    allora facciamo così, io perdo 20 giorni per installare linux, e 1 minuto al giorno per gestire gli aggiornamenti.
    Tu installi windows in una giornata, e spendi 4 ore a settimana a sistemare sasser ed affini, ci vediamo fra 3 anni e gaurdiano chi è più contento, se io ad imparare linux o tu a correre dietro ai virus che dopo 6 mesi sono ormai roba vecchia e quindi il know how che ti 6 fatto è diventato inutile.
    nell'economia di una azienda la qualità del lavoro e la soddisfazione dei dipendendi è la base per avere personale contento, personale contento significa maggior qualità del prodotto e quindi competitvità maggiore
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > allora facciamo così, io perdo 20
    > giorni per installare linux, e 1 minuto al
    > giorno per gestire gli aggiornamenti.
    > Tu installi windows in una giornata, e
    > spendi 4 ore a settimana a sistemare sasser
    > ed affini

    non ho mai conosciuto nessuno che perdesse 4 ore a settimana per sistemare il sasser...
    se proprio qualcuno vuole rimuovere il sasser, basta fare un windows update (durata 30-35 secondi), oppure installarsi un bell'antivir... o norton (durata 1 minuto e mezzo)

    peccato... in un minuto e mezzo non riuscirai mai a ricompilarti il kernel...

    ahahahahahah

    , ci vediamo fra 3 anni e gaurdiano

    io in 7 anni non ho mai cambiato idea:

    linux = SO per smanettoni e web farm scadenti

    windows = software per la produttività e web farm di qualità

    > chi è più contento, se io ad
    > imparare linux o tu a correre dietro ai
    > virus che dopo 6 mesi sono ormai roba
    > vecchia e quindi il know how che ti 6 fatto
    > è diventato inutile.
    > nell'economia di una azienda la
    > qualità del lavoro e la soddisfazione
    > dei dipendendi è la base per avere
    > personale contento, personale contento
    > significa maggior qualità del
    > prodotto e quindi competitvità
    > maggiore

    .zzo stai a sclerà... ma te c'hai lavorato mai in azienda?
    non+autenticato
  • > io in 7 anni non ho mai cambiato idea:
    >
    > linux = SO per smanettoni e web farm scadenti
    >
    > windows = software per la
    > produttività e web farm di
    > qualità
    >

    dunque: l'ultima volta che ho installato il sistema su cui scrivo ora e' stato alla fine del 2000. Uso programmi di disegno e fotoritocco, sento musica in streaming via internet, scrivo documenti, fatture, presentazioni e le invio per posta elettronica. Uso msn e il "telefono" voip. Ovvio che in questi anni ho cambiato la scheda madre, la scheda video e altre cose al mio pc, ma il disco rigido su cui gira il sistema e' sempre lo stesso e il sistema e' sempre li: ogni giorno e' su internet almeno per 10 ore. Certo ho aggiornato spesso ma mai ho riformattato, mai un crash e sopratutto mai un virus!
    Che dici: solo fortuna o linux?


    non+autenticato

  • > dunque: l'ultima volta che ho installato il
    > sistema su cui scrivo ora e' stato alla fine
    > del 2000. Uso programmi di disegno e
    > fotoritocco, sento musica in streaming via
    > internet, scrivo documenti, fatture,
    > presentazioni e le invio per posta
    > elettronica. Uso msn e il "telefono" voip.
    > Ovvio che in questi anni ho cambiato la
    > scheda madre, la scheda video e altre cose
    > al mio pc, ma il disco rigido su cui gira il
    > sistema e' sempre lo stesso e il sistema e'
    > sempre li: ogni giorno e' su internet almeno
    > per 10 ore. Certo ho aggiornato spesso ma
    > mai ho riformattato, mai un crash e
    > sopratutto mai un virus!
    > Che dici: solo fortuna o linux?
    o i dischi fissi ti durano una vita o è una ballaSorride
    >
    >
    non+autenticato
  • >> ... ottanta righe quotate per nulla ...

    > ma secondo te, un'azienda o un
    > professionista possono perdere mai 20 giorni
    > per una installazione linux?
    >
    > sarebbe un disastro economico

    Beh, un'azienda o un professionista hanno altre opzioni:
    - farsi installare Linux da un consulente specializzato, in un paio d'ore;
    - farsi installare Linux da uno smanettone per due lire (e dopo una settimana pagare due ore di consulenza per installare Linux come Dio comanda);
    - comprare un computer con Linux preinstallato, dal fornitore di fiducia - e se vuole restare fornitore si trova lui il consulente specializzato;

    oppure, se proprio non se la sentono:
    - comprare un computer con Windows preinstallato, lavorarci per venti giorni e poi, al primo collegamento Internet, farsi infettare come degli imbecilli da uno stupido worm/dialer e dover riformattare tutto, perdendoci il lavoro di un mese, i soldi della licenza di Windows, quelli della bolletta telefonica e dulcis in fundo quelli per l'installazione di Linux fatta dal consulente specializzato Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: staicalmo
    >
    > Non sono un esperto di linux ma l'ho usato
    > (molto saltuariamente) soprattutto presso
    > aziende e tentato installazione a casa di
    > distribuzioni varie (knoppix, redhat,
    > slackware, mandrake) con le quali (a parte
    > vmware che funzionaSorride) ho avuto un problema
    > fisso legato all'incompatibilità
    > della scheda grafica (ati rage fury pro: mi
    > congela TUTTE le distro come fosse errore
    > hardware).

    Ciao staicalmo , nemmeno io sono un Guru ed uso un OS GNU/Linux (gentoo) da soli 10 mesi. Forse sono un po' OT rispetto all'argomento della notizia di PI , ma ti risponderò come segue. Un ultim cosa prima di cominciare : ho quotato solo i " problemi" , per il resto sono + o - d'accordo con te.

    Per quanto riguarda la tua scheda video ho pensato subito che non fosse ancora supportata , invece mi sbagliavo (dai un occhio qui : http://www.linuxforum.com/linux-hardware/video.htm... -- è solo il primo sito che ho trovato con google, query : "linux video cards" ) ; a questo punto potrebbe essere solo un bug del driver , ti auguro di risolverlo al più presto.

    > Ho avuto qualche difficoltà nella
    > configurazione di rete ibrida (con win),
    > ancora non riesco a stampare usando una
    > stampante condivisa da win, ma da linux
    > entro nelle cartelle condivise in win (e non
    > il contrario da win su lin...).

    Sei sicuro di aver settato correttamente Samba? ( http://us1.samba.org/samba/)

    > Ma la difficoltà più grande la
    > trovo nel cercare i files, soprattutto di
    > configurazione, che alcune distribuzioni le
    > hanno da una parte e altri altrove. esempio:
    > /etc/inetd.conf, sulla mia suse, non si
    > trova lì, anzi: non esiste! o io non
    > lo trovo... c'è n'è un'altro
    > xinetd.conf, ma non sono sicuro sia quello

    Per quanto riguarda il cercare i files : anche su GNU/Linux esiste un "Search for Files" Occhiolino , cmq il fatto chetu non trovi alcuni files potrebbe significare che tu quel file non lo abbiaCon la lingua fuori    Vorrei dirti di più , ma temo che direi un mucchio di fregnacce , quindi mi fermo qui.

    > Mi viene da piangere quando negli help, nei
    > forum, nelle pagine web e blog e manuali
    > sparsi per internet trovo la solita frase:
    > "che ci vuole? basta editare il file
    > /dir1/dir2/dir3/vattelappessca.conf."
    > Ecco, io quel file NON CE L'HO! e dagli alla
    > ricerca! alla fine lo trovo in
    > /dirX/dirY/dirZ/..... PERCHE'???

    Vedi sopra; cmq gli help e i manuali /howto e documentazione varia che trovi in rete (almeno per gentoo) è sempre molto valida. Ti consiglio cmq (forse inutilmente perchè lo saprai già) di consultare sempre la documentazione ufficiale prima di ricorrere ad ogni altra risorsa e ,se esistono, di entrarenei canali IRC ufficiali della tua distro. Funziona sempre.

    >
    > Barcamenandomi tra smb.conf, initrc.d,
    > httpd.conf, .sh, bin, sbin vari, e varie
    > gui yast e centro di controllo sono riuscito
    > nell'impresa di far partire tutti i servizi
    > e di avere un menu programmi e un desktop
    > abbastanza personalizzato, insomma , meno
    > che stampare su win... mi chiede la password
    > e malgrado le utenze siano esattamente
    > duplicate tra lin e win, non mi accetta la
    > stampante condivisa, che pur vede benissimo,

    vedi sopra (configurazione Samba)

    > (ora...) posso farci tutto quello che facevo
    > su windows, a parte usare utility e
    > programmi che non ci sono x linux.

    (forse) Esistono programmi e utilities di ogni sorta "anche" per GNU/Linux... hai provato a cercare meglio?Con la lingua fuori A questo proposito ti segnalo un sito (che forse già conosci) http://freshmeat.net

    > Difficoltà anche per compilare
    > lanciare finalmente MPlayer, che legge
    > proprio tutto (meno i .RM, ma "forse"
    > è un prob di codec che
    > richiederà un certo impegno
    > risolvere, in questo è simile a win
    >Occhiolino).

    Beh a compilare ci pensa GCCCon la lingua fuori , cmq con delle buone guide ed un po' di pazienza anche questo ti sembrerà una sciocchezza in breve tempo. Per quanto riguarda i files .rm invece ti dico che esiste il Real Player anche per GNU/Linux e ___forse___ (se non ricordo male) la Real sta per rilasciare le specifiche che consentiranno di integrare il supporto ai file .rm anche da parte di altri player.

    Cmq ti consiglio di usare VLC , anchio ho usato e apprezzato Mplayer per lungo tempo (sin da quando uso GNU/Linux) , ma VLC è davvero ottimo : supporta tutto quello che supporta Mplayer ed in più supporta i menù dei DVD , questo vuol dire che non dovrai installare Ogle (GNOME) oppure Okle (KDE) per avere il supporto ai menù dei DVD.

    > Da questa settimana, ovvero 20 giorni
    > dall'installazione, sono operativo al 90% (E
    > VAI!!!) e comunque non disattiverò
    > winXP, sia perchè sono riuscito a
    > stabilizzarlo (strano ma vero) sia per la
    > mole di programmi di cui non potrò
    > fare a meno.

    Sono sicuro (o almeno ci speroCon la lingua fuori) che troverai i pogrami che ti servono anche per GNU/Linux , daltronde è solo 20 gg che lo utilizzi.


    > Ultimo scoglio sarà il firewall.
    > IPTables mi da l'idea di un campo minato
    > :-<
    > Sono costretto a bloccare tutte le porte
    > usando l'impostazione firewall di suse 9.

    Per quanto riguarda gli script di firewall con IPtables ti segnalo un sito (un progetto) davvero utile : http://rocky.eld.leidenuniv.nl/ dove troverai quello che ti serve. Per la guida invece scaricati Simply Linux (fino a poco tempo fà era consultabile online) da http://jetblackz.cjb.net/ e segui le istruzioni del capitolo "Using IPtables" .

    > ciao

    ciao , spero di essrti stato utile.

    Barone dello Zwanlandshire
    Fan Linux

    ps: scusa alcuni dei miei interventi alla RTFM ed altri poco esaustivi , ma non avevo voglia di gugolare.
    non+autenticato
  • ciao, grazie per tutti i consigli, in effetti avevo pensato al driver difettoso nella distribuzione, ma nel caso di distro tipo mandrake o red-hat, potrei mettere il driver giusto (o provarlo almeno) a installazione completata. solo che non mi va avanti. e non ho avuto il tempo o il coraggio di continuare a metà installazione, manualmente. per ora avrò almeno una macchina funzionante con gnu/linux. in futuro, vedremo.A bocca aperta

    > Sei sicuro di aver settato correttamente
    > Samba? ( us1.samba.org/samba /)

    credo di si. ho tentato un po' tutte le varie opzioni nelle voci di configurazione, anche disattivando le pwd unix e lasciando addirittura in chiaro, senza cifratura delle pwd. pensa che facendo mount //192.168.0.2/Epson /windows/Epson, mi monta la stampante. ovviamente appena cerco di entrare e fare tipo ls, mi da un errore in/out. è una cosa strana ma l'ho provata Occhiolino Invece è nella gui, ovvero in centro di controllo->aggiungi stampante, che mi meraviglia il fatto che vado avanti, scelgo il driver, poi al momento della "prova stampa": autenticarsi prego! mi autentico, 3 volte, e poi "errore nel tentativo etc..."

    > Per quanto riguarda il cercare i files :
    > anche su GNU/Linux esiste un "Search for
    > Files" Occhiolino , cmq il fatto chetu non trovi
    > alcuni files potrebbe significare che tu
    > quel file non lo abbia
    >Con la lingua fuori    Vorrei dirti di
    > più , ma temo che direi un mucchio di
    > fregnacce , quindi mi fermo qui.

    non preoccuparti. si lo so, io uso il comando find . * | grep "inetd" dalla shell. mi trova xinetd.conf...

    > > Ecco, io quel file NON CE L'HO! e dagli alla
    > > ricerca! alla fine lo trovo in
    > > /dirX/dirY/dirZ/..... PERCHE'???
    >
    > Vedi sopra; cmq gli help e i manuali /howto
    > e documentazione varia che trovi in rete
    > (almeno per gentoo) è sempre molto
    > valida. Ti consiglio cmq (forse inutilmente
    > perchè lo saprai già) di
    > consultare sempre la documentazione
    > ufficiale prima di ricorrere ad ogni altra
    > risorsa e ,se esistono, di entrarenei canali
    > IRC ufficiali della tua distro. Funziona
    > sempre.

    ok, tenterò la strada della distro, anche se la domanda resta: perchè? nel senso che almeno per i principali file di configurazione, almeno mantenere la coerenza (standard) con le altre. non vorrei avere paura di mettere mani su una redhat un domani

    > > stampante condivisa, che pur vede
    > benissimo, vedi sopra (configurazione Samba) (ora...) posso farci tutto quello che
    > facevo
    > > su windows, a parte usare utility e
    > > programmi che non ci sono x linux.

    > (forse) Esistono programmi e utilities di
    > ogni sorta "anche" per GNU/Linux... hai
    > provato a cercare meglio?Con la lingua fuori A questo
    > proposito ti segnalo un sito (che forse
    > già conosci) freshmeat.net

    si, mi sono espresso male. volevo appunto dire che non ci sono esattamente quelli, ma di certo ne troverò di omologhi.
    del resto lo sto già facendo.

    > Per quanto riguarda i files .rm invece ti dico che
    > esiste il Real Player anche per GNU/Linux e
    > ___forse___ (se non ricordo male) la Real
    > sta per rilasciare le specifiche che
    > consentiranno di integrare il supporto ai
    > file .rm anche da parte di altri player.
    >
    > Cmq ti consiglio di usare VLC , anchio ho
    > usato e apprezzato Mplayer per lungo tempo
    > (sin da quando uso GNU/Linux) , ma VLC
    > è davvero ottimo : supporta tutto
    > quello che supporta Mplayer ed in più
    > supporta i menù dei DVD , questo vuol
    > dire che non dovrai installare Ogle (GNOME)
    > oppure Okle (KDE) per avere il supporto ai
    > menù dei DVD.

    ottimi consigli entrambi. VLC lo sapevo già che era meglio, ma non sono riuscito a compilarlo. ho dovuto "ripiegare" su mplayer. tenterò cmq ancora.

    > > mole di programmi di cui non
    > > potrò fare a meno.
    >
    > Sono sicuro (o almeno ci speroCon la lingua fuori) che
    > troverai i pogrami che ti servono anche per
    > GNU/Linux , daltronde è solo 20 gg
    > che lo utilizzi.

    si, forse hai ragione.

    > > Ultimo scoglio sarà il firewall.
    > > IPTables mi da l'idea di un campo minato

    > Per quanto riguarda gli script di firewall
    > con IPtables ti segnalo un sito (un
    > progetto) davvero utile :
    > rocky.eld.leidenuniv.nl / dove troverai
    > quello che ti serve. Per la guida invece
    > scaricati Simply Linux (fino a poco tempo
    > fà era consultabile online) da
    > jetblackz.cjb.net / e segui le istruzioni
    > del capitolo "Using IPtables" .
    >
    > > ciao
    >
    > ciao , spero di essrti stato utile.
    >
    > Barone dello Zwanlandshire
    > Fan Linux
    >
    > ps: scusa alcuni dei miei interventi alla
    > RTFM ed altri poco esaustivi , ma non avevo
    > voglia di gugolare.
    Sorpresa8)

    grazie! proverò subito tutti i links!
    a buon rendere.

  • - Scritto da: staicalmo

    > ok, tenterò la strada della distro,
    > anche se la domanda resta: perchè?
    > nel senso che almeno per i principali file
    > di configurazione, almeno mantenere la
    > coerenza (standard) con le altre. non vorrei
    > avere paura di mettere mani su una redhat un
    > domani
    Ma guarda di solito i file di configurazione sono in posizioni standard, la Linux Standard Base serve proprio a questo, potrebbe però capitare che vengano usati programmi differenti, o che effettivamente qualche programma metta i file di config in posti diversi
    >

    >
    > ottimi consigli entrambi. VLC lo sapevo
    > già che era meglio, ma non sono
    > riuscito a compilarlo. ho dovuto "ripiegare"
    > su mplayer. tenterò cmq ancora.
    se non sbaglio per suse ci sono i binari già pronti, dai un'occhio
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 31 discussioni)