13 milioni i navigatori cinesi

Le stime ufficiali, quelle che il regime fa sapere al mondo, sostengono che in 6 mesi il numero di cinesi che si collega alla rete è salito del 46 per cento. Un mercato che stimola il palato dell'Occidente

Pechino (Cina) - Sarebbero 13 milioni i cinesi che nell'ultimo mese si sono connessi ad internet. Le stime, diffuse dall'istituto della Madrepatria di Pechino e riprese da China Daily, sono dunque di un incremento del 46 per cento nel numero di collegati negli ultimi sei mesi.

Stando alle statistiche ufficiali, da prendere con le molle perché studiate anche per interessare i sempre più numerosi partner tecnologici occidentali, alla fine dell'anno scorso "solo" 8,9 milioni di cinesi erano divenuti "utenti" internet.

Il mercato cyber cinese, che le autorità stimano possa crescere a quota 30 milioni di utenti entro il 2002, è uno dei più interessanti per le imprese occidentali, in testa quelle americane, che da tempo hanno stretto accordi con il regime di Pechino. E' interessante notare anche come aumentino esponenzialmente gli utenti nonostante la pesante censura sui contenuti applicata dai server di stato, sfruttati come gateway per i dati in entrata e uscita e utilizzati per tenere fuori il più possibile i contenuti "sconvenienti" (politica e pornografia).
TAG: mondo