Il virus che viene dal Web

Si diffonde attraverso le pagine Web, IRC e, potenzialmente, anche attraverso le e-mail. La sua astuzia sta nell'aggirare le protezioni dei browser conquistandosi la fiducia degli utenti

Mosca (Russia) - L'allarme viene dal nord, e più precisamente dai laboratori russi della società di antivirus Kaspersky. Il nuovo Internet-worm, chiamato Jer, utilizza il Web come trampolino di lancio, ma è in grado di infettare i PC degli utenti anche attraverso IRC e, per fortuna solo potenzialmente, anche attraverso le e-mail.

In realtà alcuni grossi bug ne impediscono la diffusione via posta elettronica e ne limitano la pericolosità, tuttavia i Kaspersky Lab sostengono che Jer avrebbe avuto tutte le potenzialità per ripetere una diffusione mondiale come quella che ha visto protagonista LoveLetter.

Jer può trovarsi all'interno delle pagine HTML sotto forma di script che viene lanciato in automatico quando un browser si collega alla pagina infetta: a questo punto il browser avviserà l'utente che sta per eseguire uno script sconosciuto, ma nella maggior parte dei casi l'utente sarà portato a fidarsi del contenuto del sito (studiato a puntino per ingannare l'utente) e risponderà sì.
Fortunatamente il virus non è ancora capace di infettare autonomamente altri file HTML né sembra causare particolari danni all'incauto navigante. La pietra sembra però ormai essere stata lanciata e si teme che Jer possa dar vita ad una nuova generazione di Web-worm.