Domini: Occhio! Si vota per l'ICANN

In pochi si sono registrati finora per poter partecipare all'elezione all'organismo di supervisione sui domini. Ma votare è importante, per decidere il futuro di un pezzo di internet

New York (USA) - Quanti sono gli utenti internet? Ognuno fa le sue cifre ma di certo sono molte decine di milioni di persone in tutto il mondo. Quanti si sono registrati per partecipare alla votazione dell'ICANN? 25mila. Come a dire, dunque, che del rinnovo dei vertici dell'organismo sovranazionale di supervisione dei domini, al momento, o non si interessa alcuno o in pochi ne sanno qualcosa.

Entro il prossimo 31 luglio gli utenti maggiori di 16 anni possono scegliere di registrarsi per diventare di fatto elettori cyber. Ad ottobre chi lo avrà fatto potrà spendere il suo e-voto per determinare chi saranno i cinque nuovi direttori dell'ICANN, la "Internet Corporation for Assigned Names and Numbers". Un dato essenziale, visto che all'ICANN sono delegate decisioni capitali, come per esempio l'introduzione di nuove estensioni di dominio oltre all'affollato tridente .com, .net e .org.

Per l'ICANN la votazione rappresenta una sorta di "ufficializzazione" e l'occasione per poter operare con un certo grado di riconoscimento in più e quindi di "peso" anche politico in più sul piano internazionale. Per gli utenti si tratta di un'occasione, evidentemente, per avvicinarsi al cuore di un organismo che nel bene e nel male ha iniziato a determinare alcuni degli elementi più importanti dello sviluppo della rete nel mondo.
I cinque rappresentanti generali, o direttori, che verranno votati ad ottobre faranno parte di un panel di nove. Le votazioni sono studiate per dare ad ogni continente del pianeta una voce in capitolo anche se solo alla fine del mese, in una riunione prevista in Giappone, verranno definiti i dettagli della votazione.
TAG: domini