Il porno che arriva via WAP

Gli addetti ai lavori ritengono che non decollerà perché le immagini sono quelle che sono ed è quasi tutto testo. Eppure, vista la popolarità del porno, proprio questo potrebbe rivitalizzare il WAP

Web - Porno via WAP? Secondo Wired ci sono più di dieci siti in costruzione con contenuti pornografici da proporre agli utenti dei telefonini dotati delle applicazioni che girano su Wireless Application Protocol. Fino ad oggi si parlava di testi osé e, ora, saltano fuori le prime immagini hard-core.

Secondo gli esperti consultati dalla celebre rivista online, non è detto che il porno via WAP prenda piede come è accaduto con il porno su web (da sempre la porzione di web che conosce il più veloce sviluppo). Soprattutto perché, al contrario del web, il WAP ha evidenti e fortissime limitazioni sul piano della "resa grafica".

Eppure c'è chi ci scommette, a sentire Wired, non solo perché la pornografia al di là di ogni ipocrisia è e rimane uno dei servizi più gettonati nel mondo digitale ma anche perché proprio il porno, e il business che rappresenta, secondo alcuni potrebbe spingere il WAP verso una più veloce diffusione.
Come noto, infatti, sono molti gli osservatori che ritengono il WAP una tecnologia in crisi, sia per i costi di accesso che per la limitatezza dei contenuti disponibili. Fino ad oggi?