Napster, addio al file-sharing

L'osservatorio Webnoize conferma: la nuova versione del sistemone impedisce la condivisione di più di un file e mezzo. E presto non funzioneranno più tutte le vecchie versioni di Napster. Che non sarà più sinonimo di condivisione

Napster, addio al file-sharingSan Francisco (USA) - Addio condivisione dei file, addio file-sharing: questo sembra urlare al mondo l'ultima versione di Napster rilasciata nei giorni scorsi, la versione 2 beta 10.3.

Già, perché quanto da qualcuno già sperimentato è confermato dall'osservatorio Webnoize, sempre attento a quanto accade a Napster: il sistemone non consente più di condividere file mp3. Anzi, per l'esattezza, consente agli utenti della nuova beta di condividere non più di un file e mezzo.

Webnoize fa il paragone con quanto accadeva lo scorso febbraio, quando l'utente medio di Napster poteva mettere facilmente le mani su più di 200 file. Ma il dato più importante che sembra emergere da queste statistiche è che Napster, ormai sulla via del servizio a pagamento come richiesto dalle majors della musica, abbandona il file-sharing e si appresta a diventare un "jukebox" telematico nel quale inserire la monetina per ascoltare della musica.
La riduzione drastica della condivisione, al punto da rendere impossibile utilizzare il termine "sharing", è dovuta, come spiega Napster sul proprio sito, all'inserimento nel software "di una nuova tecnologia di identificazione del file", un sistema che "consentirà a Napster di fare quanto richiesto dal tribunale". Con una certa faccia tosta, Napster dichiara anche che in questo modo si migliora la "Napster experience" che, evidentemente, secondo i gestori dell'azienda non è in alcun modo legata alla condivisione di file musicali.

Elemento centrale di questa mutazione in Napster è la disabilitazione prevista a breve di tutte le versioni precedenti del programma di condivisione. Proprio per questo, e per il rischio di perdere ulteriori importanti fette di utenza, Napster sta cercando di convincere i suoi utenti a scaricare al più presto la nuova beta perché "come richiesto dal tribunale, presto verranno disabilitate le versioni precedenti di Napster".

La data non è specificata perché è una questione delicatissima: quanti saranno gli utenti che si "aggiorneranno" alla nuova versione-killer? Quanti ancora lasceranno Napster dopo le decine di milioni che già lo hanno abbandonato? Quanti saranno disposti a collegarsi a Napster ora che non è più sinonimo di file-sharing? Queste sono le domande che attanagliano i vertici dell'azienda che, in queste ore, sta rischiando tutto il proprio futuro.

Webnoize, intanto, ci mette il carico da 90, spiegando come oggi si colleghino a Napster circa 320mila utenti in simultanea contro gli 840mila di maggio e l'1,57 milioni di febbraio.

Dopo questa beta, comunque, è previsto il trasferimento su Napster dell'impianto tecnologico MusicNet, l'azienda controllata dalle majors e da RealNetworks che si propone di "affittare" musica via internet, naturalmente a pagamento.
TAG: mondo
58 Commenti alla Notizia Napster, addio al file-sharing
Ordina
  • A me ke me frega di napster.
    Mi sono fattto un server sempre aperto (.ItaliaNap.) e va da dio. Io vi consiglio di venirci, per la lista di indirizzi usate il napigator.
    Ciaoooooooo
    non+autenticato
  • Forza, gente!
    Mettete anche i vostri PC a fare i servers,
    mentre scaricate comodamente...
    Funzionamento perfetto, breve tempo di
    ricerca dei nodi, IMPOSSIBILITA' di essere
    chiuso (non può fare la fine di Napster perché
    non è centralizzato: bisognerebbe fisicamente
    staccare tutti i computers di tutti gli utenti).
    Velocità in crescendo con quella delle
    connessioni in tutto il mondo.
    Open source!

    Cosa volete di più?
    CERCATE "GNUCLEUS" SU GOOGLE!!!
    Scaricate la versione 1.3.3 e fregatevene
    di Napster: era previsto che finisse così,
    lo sapevano anche i suoi creatori e l'hanno
    fatto per guadagnarci alla fone della storia...

    Forza GNUCLEUS!
    non+autenticato
  • Napster è morto!
    Riposi in pace.

    Partecipa anche tu al cordoglio collettivo per la prematura scomparsa del famoso programma di scambio files.
    Raggiungi il sito:
    http://ginoegina.supereva.it
    per partecipare alla cerimonia funebre.
    non+autenticato
  • E' proprio il caso di fargli il funerale: notizia di stanotte: hanno sospeso il servizio!

    - Scritto da: Don Giuseppe
    > Napster è morto!
    > Riposi in pace.
    >
    > Partecipa anche tu al cordoglio collettivo
    > per la prematura scomparsa del famoso
    > programma di scambio files.
    > Raggiungi il sito:
    > http://ginoegina.supereva.it
    > per partecipare alla cerimonia funebre.
    non+autenticato
  • ITALIANI imparate a comperare i CD e non ha copiare,duplicare,falsare ;tutto per non pagare!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Bill
    > ITALIANI imparate a comperare i CD e non ha
    > copiare,duplicare,falsare ;tutto per non
    > pagare!

    MA VEDI DE ANNAFFANCULO!!!!!
    non+autenticato
  • Anvar ... affanculo manda te stesso e non gli altri per le loro idee !
    Idee che tra le altre cose non sarebbero stupide ! E sai perchè ?
    Perchè se non ci fosse la pirateria il prezzo dei CD sarebbe ben piu' basso ! E' vero anche che attualmente i prezzi dei CD sono salatissimi e non solo per la pirateria , pero' non puoi mandare affanculo una persona per una propria idea quanto stupida ti possa sembrare.
    In ogni caso sappi che io i CD li compro ! Sono un appassionato di alta fedelta , e l'MP3 e' ben lontano da questo termine.
    Cmq tra pagare e non pagare ci sarebbe da aprire un dibattito , ma non certo per mandare affanculo la gente ! Cresci !!!

    - Scritto da: Bill
    > ITALIANI imparate a comperare i CD e non ha
    > copiare,duplicare,falsare ;tutto per non
    > pagare!
    non+autenticato
  • Forse non l'avete notato, ma da quando Napster è "morto" (anche se non lo è ancora ufficialmente lo è in pratica) sono nati migliaia di altri colossi di file Sharing: da Gnutella, a mio parere un po' troppo incasinata, al nuovo arrivato Morpheus, il vero successore di Napster (usa i nuovi server di musiccity sorti dalla fusione dei mitici OpenNap)...e nessuno di voi può dire che da quando le case discografiche hanno posto la loro attenzione su Internet, si scaricano meno Mp3, anzi tutt'altro. La conclusione è questa: abbiamo sacrificato Napster, che ormai stava per diventare superato, nel nome di nuovi programmi, che permettono di superare le limitazioni di Napster. E le case continuino a pensare che la pirateria musicale è sconfitta.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)