Intel cestina i mai nati Xeon 800MHz

Gli utenti non lo vogliono, ed Intel non può che adeguarsi alle loro richieste cancellando il lancio del nuovo Xeon a 800 MHz. I clienti ad alto livello sembrano non apprezzare la corsa al megahertz

Santa Clara (USA) - La corsa al megahertz ed i frenetici aggiornamenti che caratterizzano il mercato dei processori sembra non andare a genio ai clienti aziendali, che preferiscono invece rilasci più dilazionati nel tempo e maggior differenza di prestazioni fra un modello e l'altro.

Adeguandosi, dunque, ai numerosi feedback raccolti presso gli utenti delle medie e grosse aziende, Intel ha deciso di cancellare l'uscita dello Xeon a 800 MHz, chip appartenente alla costosa famiglia di CPU hi-end caratterizzata dalla presenza di 1 o 2 MB di cache integrata.

Assecondando le richieste dei clienti, Intel allungherà la vita dell'attuale Xeon a 700 MHz, uscito a maggio, fino ai primi mesi del 2001, periodo nel quale rilascerà un modello nettamente più veloce clockato a 900 MHz.
Intel, un po ' preoccupata dagli eventuali risvolti d'immagine, ha subito puntualizzato come la faccenda non abbia nulla a che fare con problemi di produzione o contrattempi tecnici. Buon per lei.