I registratori DVD invaderanno i mercati

Entro il 2004 i DVD-RW saranno ormai dieci milioni di unità in tutto il mondo e Sharp ha pensato bene di legarsi a Pioneer. In Italia intando decollano le vendite di DVD: più 478 per cento

Tokyo (Giappone) - Trema Hollywood, stanno arrivando milioni e milioni di apparecchi capaci di registrare dati di qualsiasi genere, e anche lungometraggi, su DVD. La previsione di 10 milioni di masterizzatori DVD nel mondo entro il 2004, giunta da fonti industriali, ha spinto Sharp a legare i propri destini nel settore a Pioneer.

Le due aziende collaboreranno per realizzare quelli che definiscono come i più evoluti registratori DVD, che arriveranno però sui mercati solo nel 2002 e il cui prezzo potrebbe essere decisamente elevato. Ma l'offerta di Sharp e Pioneer giungerà dopo quasi due anni nei quali è prevista l'uscita di una ampia quantità di device di registrazione su Digital Versatile Disk. Con la conseguente preoccupazione delle majors di Hollywood, timorose dell'esplosione di una nuova pirateria del cinema, sull'onda di quanto già accaduto per la musica.

Anche in Italia, dove il "fenomeno DVD" è partito con un qualche ritardo, pare soprattutto per il costo dei titoli, si sta assistendo ad una crescita molto veloce nelle vendite di titoli su DVD. Secondo le stime industriali, nel 1999 c'è stato un aumento di "pezzi venduti" pari al 478 per cento rispetto all'anno precedente, un dato considerato essenziale per tastare il polso alle opportunità di sviluppo del settore nel nostro paese. Contribuisce a questa crescita il fatto che entro la fine del 2000 saranno più di 1.100 i titoli in DVD in lingua italiana distribuiti nel nostro paese.
TAG: hw