Sempre meno quelli che navigano con Linux?

Secondo uno studio di WebSideStory, ripreso da ZDNet, il numero di Web surfers che usano Linux sembrerebbe in calo: ma per quale motivo visto il boom di questo OS?

Web - Dopo essere raddoppiati nel giro di un anno, gli utenti del Web che utilizzano un sistema operativo Linux per navigare starebbero nuovamente calando di diversi punti percentuali, e questo da circa tre mesi.

Secondo il rapporto periodico WebSideStory di StarMarket, il picco massimo di Web surfer fedeli al pinguino avrebbe toccato uno 0,32% ad aprile, successivo ad uno 0,16% registrato a gennaio '99, per poi ridiscendere ad un 0,27% a luglio.

Questi dati, ripresi anche da ZDNet, indicano forse che gli utenti stanno abbandonando Linux? "Assolutamente no" - dichiarano molti analisti del settore - "Linux sta crescendo praticamente in ogni fascia di mercato e naturalmente sta confermando le sue ottime doti nel settore dei server".
Ma allora perché questa flessione di cybernaviganti che utilizzano Linux? A detta degli analisti, il fenomeno sarebbe causato da un certo moto di delusione verso gli ambienti grafici del pinguino da parte degli utilizzatori meno esperti: sebbene il loro potenziale non vada di certo trascurato, KDE e Gnome sembrano infatti non soddisfare ancora appieno gli utenti cresciuti a forza di Windows e Mac.

Insomma, una certa parte degli utenti Linux sembrano dire sì al pinguino per quel che riguarda programmazione, server e applicazioni impegnative, ma preferiscono tornare da mamma Microsoft o zia Apple quando si tratta di navigare o scaricare file.