I rapinatori disegnano il videogame

A 35 anni dalla rapina del secolo in Inghilterra due dei rapinatori sono consulenti per la realizzazione di un game basato su quell'esperienza

Rio de Janeiro (Brasile) - Non possono tornare in Gran Bretagna perché verrebbero immediatamente arrestati. Ma dal loro "esilio" in Brasile i due rapinatori Robald Biggs e Bruce Reynolds aiuteranno la SCi Entertainment a realizzare un videogioco basato sulla loro impresa.

Nel 1963 Biggs e Reynolds hanno fatto parte della banda che rapinò un treno, la "Great Train Robbery", realizzando uno dei colpi più clamorosi nella storia della Gran Bretagna. Biggs, arrestato e condannato a 30 anni, due anni dopo riuscì a scappare in Brasile ottenendo da quel paese la salvezza grazie ad una sentenza contro l'estradizione.

Per la loro partecipazione diretta a quei fatti, la SCi ha deciso di assumere i due come consulenti per il prossimo videogame, "The Great Train Robbery" appunto. Secondo l'azienda: "quella fu senza dubbio la rapina più clamorosa nella storia inglese. La vita di Ronnie Biggs, da quel momento, rappresenta the ultimate action adventure".