GPRS TIM anche all'estero

Per i pochi utenti dei servizi a pacchetto dell'operatore si aprono le porte alle connessioni internazionali

Roma - Sarà Telecom Italia a fornire a Telecom Italia Mobile le tecnologie che consentiranno all'operatore mobile di offrire connessioni dati via GPRS ai propri utenti anche quando questi si troveranno all'estero.

A quanto pare sono partiti i test per abilitare il servizio di roaming internazionale, servizio che consentirà agli utenti di utilizzare le reti degli operatori stranieri "come se" fossero su reti TIM. Il primo paese nel quale il supporto ai servizi GPRS di TIM è già pronto per partire è la Spagna.

Per adesso è TIM a dare il via alle sperimentazioni, ma non è da escludere che anche gli altri operatori ne seguiranno presto l'esempio.

TIM non va molto lontano nella scelta della tecnologia cui affidare il nuovo servizio: l'operatore ha infatti deciso di "giocare in casa" avvalendosi di NET2MOBILE, che fa capo alla rete GPRS Roaming eXchange di Telecom Italia. Senza sorprendere nessuno, TIM giustifica tale preferenza specificando che si deve alla qualità del livello tecnico del servizio tecnico, secondo TIM superiore a quello offerto dalle reti gestite da operatori internazionali concorrenti.
Il servizio di roaming internazionale che TIM sta attualmente sperimentando riguarda più direttamente l'utenza business che viaggia all'estero e meno i clienti consumer; in questa fase embrionale del mercato GPRS, tuttavia, tale evento merita un rilievo particolare. Si tratta, infatti, di un ulteriore passo verso la diffusione delle reti 2,5G. Tutti gli operatori di rete mobile hanno già iniziato a lanciare le prime offerte: la partita ha inizio.
2 Commenti alla Notizia GPRS TIM anche all'estero
Ordina