Da IBM, un FrontPage per Linux

Non è MS FrontPage, ma IBM assicura che il suo Homepage Builder renderà la creazione di siti Web sotto Linux alla portata di tutti. Ma, per stavolta, niente open source

Palo Alto (USA) - Seguendo quella politica che la porterà progressivamente a convertire per Linux gran parte del suo parco software, IBM annuncia la disponibilità a breve di WebSphere Homepage Builder, un prodotto studiato per rendere la creazione di pagine e siti Web facile come bere un bicchier d'acqua, o quasi...

Su stessa ammissione di Lee Nackman, dirigente IBM, Homepage Builder è molto simile a Microsoft FrontPage con il quale condivide un editor WYSWYG e strumenti per la gestione di un piccolo sito Web.

IBM non pubblicherà questo suo nuovo prodotto come open source perché, come ha dichiarato Nackman, "se IBM fa delle modifiche al codice sorgente del kernel di Linux, noi siamo costretti a darle poi indietro alla comunità. Ma se noi creiamo un prodotto che gira sopra Linux come un sistema operativo, allora noi non siamo obbligati a rimetterlo in circolo come open source". Ics.
Morale della favola, per accapparrarsi questo Homepage Builder bisognerà sborsare circa 60$ senza documentazione e 70$ con la documentazione, un prezzo che sebbene possa risultare un po ' altino per i canoni di Linux, è giustificato dal fatto che attualmente non esistono prodotti analoghi sul mercato open source (non vediamo l'ora che arrivi la smentita...).

Una nota interessante: per convincere i possessori di FrontPage a passare "all'altra sponda", IBM fa agli utenti di Windows un'offerta davvero speciale: solo 30$ dollari con manuale o 20$ senza. Sembra che dopo il fallimento del progetto OS/2, IBM abbia finalmente scoperto cosa sia il marketing d'assalto?